Strada statale 90 delle Puglie

strada statale italiana
Strada statale 90
delle Puglie
Strada Statale 90 Italia.svg
Denominazioni precedentiStrada Regia delle Puglie
Strada Nazionale delle Puglie
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniCampania Campania
Puglia Puglia
ProvinceAvellino Avellino
Foggia Foggia
Dati
Classificazionestrada statale
InizioCalore (Venticano)
FineFoggia
Lunghezza81,000[1] km
Provvedimento di istituzioneLegge 17/05/1928 n°1094
GestoreANAS
Percorso
Località serviteMirabella Eclano, Grottaminarda, Ariano Irpino, Savignano Irpino, Bovino

La strada statale 90 delle Puglie è una statale italiana che assicura il collegamento tra Campania e Puglia. Il percorso si snoda tra le province di Avellino e Foggia, varcando la linea spartiacque all'altezza della sella di Ariano (700 m s.l.m.). La strada ha inizio da località Calore (Venticano) a partire dalla strada statale 7 per poi terminare alle porte di Foggia ove confluisce nella strada statale 673.

Indice

PercorsoModifica

 
Cartello di inizio della strada statale, tra Venticano e Mirabella Eclano

Il percorso si sviluppa in gran parte sulla storica "Strada Regia delle Puglie" salvo alcune rettifiche o varianti di tracciato. Le sue origini possono essere quindi attribuite a re Carlo III di Spagna che ne ordinò la realizzazione nel corso del XVIII secolo[2]. Lungo il suo percorso furono edificate anche numerose fontane di notevole valore storico ed architettonico, quali la fontana del Re fra i comuni Mirabella Eclano e Grottaminarda, la fontana Carpino della Pila, la fontana della Maddalena, la fontana Carpino della Tetta e la fontana di Ponte Gonnella, tutte site nel territorio di Ariano Irpino, ed infine la fontana Bataffio tra Greci e Montaguto. Tutte le fontane erano sormontate dallo stemma reale con imposto il nome di Carlo III, in alcuni casi ancora evidente.

Gli 81 km della strada, interamente di competenza dell'ANAS ad eccezione del tratto interno al centro abitato di Ariano Irpino, si snodano per 48 km circa in provincia di Avellino e 33 km in quella di Foggia.

Fra ill 2006 e il 2011 la gigantesca frana di Montaguto investì la strada che determinandone la chiusura al traffico per lungo tempo. L'emergenza venne poi tamponata con la costruzione di una bretella.

Elenco località attraversate e principali innestiModifica

 
Fontana del Re fra i comuni di Grottaminarda e Mirabella Eclano

Strada statale 90 bis delle PuglieModifica

Strada statale 90 bis
delle Puglie
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni  Campania
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioBenevento
FineSavignano Irpino - Greci
Lunghezza45,300[1] km
GestoreANAS

Della strada statale 90 delle Puglie esiste anche una variante, la strada statale 90 bis delle Puglie (SS 90 bis), che si snoda tra le province di Benevento ed Avellino. Costruita ed aperta al transito nella seconda metà del XX secolo, l'arteria parte dal capoluogo sannita, precisamente dalla via Appia, per confluire nell'arteria principale all'altezza di Greci e Savignano Irpino, poco prima del confine con la Puglia. Se la SS 90 è un'arteria essenzialmente dauna e irpina, la funzione della SS 90 bis è quella di garantire i collegamenti con il Sannio.

Elenco località attraversateModifica

STRADA STATALE 90 bis
Via delle Puglie
Tipo Indicazione Provincia
  Benevento BN
    Raccordo Benevento-A16
  Telesina
  Apice
  Paduli
  Sant'Arcangelo Trimonte
  San Giorgio la Molara
  Buonalbergo
  Casalbore AV
  Montecalvo Irpino
  Ginestra degli Schiavoni
  Castelfranco in Miscano
  Ariano Irpino
  Greci
  Savignano Irpino

Strada statale 90 dir delle PuglieModifica

Strada statale 90 dir
delle Puglie
Localizzazione
Stato  Italia
Regioni  Campania
Dati
Classificazionestrada statale
InizioFlumeri
FineAriano Irpino
Lunghezza5,135[1] km
GestoreANAS

La strada statale 90 dir delle Puglie (SS 90 dir) è meglio nota come Manna-Tre Torri, dal nome delle omonime frazioni attraversate. Questa diramazione, che si diparte dall'ex strada statale 91 nel comune di Flumeri per confluire nella S.S. 90 in agro di Ariano Irpino, venne aperta al transito alla fine del XX secolo. La funzione di questa breve arteria è quella di assicurare i collegamenti con l'area industriale di Valle Ufita.

NoteModifica

  1. ^ a b c ANAS
  2. ^ Giampiero Galasso, Grottaminarda - Storia, arte, immagini, Avellino, De Angelis Editore, 2001, p. 15, ISBN 88-86218-32-X.

Voci correlateModifica