Stuck - The Chronicles of David Rea

Stuck - The Chronicles of David Rea
Stuck.jpg
Screenshot della sigla
PaeseItalia
Anno2012
Formatowebserie
Generedrammatico
Stagioni1
Webisodi10
Durata11-13 min
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
RegiaIvan Silvestrini
SoggettoIvan Silvestrini
SceneggiaturaIvan Silvestrini
Interpreti e personaggi
MusicheAlessandro Santucci, Valentino Orciuolo
CostumiSara D'angelo
ProduttoreThere You Go
Prima visione
Dal25 marzo 2012
Alin corso
DistributoreYouTube
Facebook
stucktheblog.blogspot.it

«Where did you get stuck?»

(STUCK)

Stuck - The Chronicles of David Rea è una webserie italiana girata interamente in lingua inglese (con possibilità di aggiungere sottotitoli in italiano).

La serie, girata a Roma, è stata preceduta nel novembre 2011 da un prologo on line. Il primo episodio è stato reso disponibile il 25 marzo 2012 e, nel giro di due settimane, ha totalizzato oltre 25.000 contatti, di cui il 65,9% proveniente dagli Stati Uniti, il 31,3% dall'Italia e il restante 2,8% da altre nazioni, segno che la scelta di produrre la serie in lingua inglese è stata vincente.[1]

Nel ruolo del protagonista David Rea: Riccardo Sardonè, già noto al pubblico per il film Scusa ma ti chiamo amore e la nona e decima serie di Incantesimo. Nel cast anche Ivana Lotito, Stefano Masciolini, Vincenzo Alfieri, Valentina Izumi, Gaia Scodellaro, Mark Lawrence e Carla Cassola e Giulio Pampiglione come guest star.[2]

TramaModifica

La serie narra delle tortuose vicende dell'emotional trainer David Rea impegnato, in ogni episodio, a sbloccare un cliente affetto da qualche strano problema.[3]

EpisodiModifica

Titolo Pubblicazione
0 Prologue 29 novembre 2011
1 The Observer Effect 25 marzo 2012
2 Sex does not exist 2 maggio 2012
3 Reproduction is something serious 16 maggio 2012
4 Electra complex party 30 maggio 2012
5 To defend the Weak 13 giugno 2012
6 Men don't change 27 giugno 2012
7 Countdown to Extinction 3 ottobre 2012
8 The annunciation 17 ottobre 2012
9 STEP 9 24 gennaio 2013
10 Learning to dance 6 febbraio 2013

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica