Apri il menu principale
Audio console at Studio di Fonologia Musicale RAI di Milano.jpg
La consolle di suoni (1968)
e telecomando per magnetofoni
Synthesizer at Studio di Fonologia Musicale RAI di Milano.jpg
Sintetizzatore (1968)

Lo Studio di fonologia musicale di Radio Milano fu aperto in corso Sempione a Milano dal 1955 al 1983 su idea di Luciano Berio e Bruno Maderna, per esperimenti sia di musica concreta, sia di musica elettronica, seguendo l'esempio dei centri di Parigi e di Colonia[1].
Lo studio divenne così il "terzo polo" europeo di esperimenti di musica contemporanea con apparecchiature elettroniche[2]. Dal 2008 si trova esposto in una sala del Museo degli strumenti musicali di Milano, con l'assetto che le apparecchiature avevano nel 1968.

NoteModifica

  1. ^ Figura fondamentale all'interno dello studio è quella del Tecnico del Suono Marino Zuccheri. Giovanni Belletti, Studio di fonologia musicale di Radio Milano - Tecnologia e Tecnica: Alfredo Lietti e Marino Zuccheri (PDF), Centro di sonologia computazionale, Dipartimento di ingegneria dell'informazione, Università degli Studi di Padova (csc.dei.unipd.it), 28 febbraio 2007 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2010 10:48).
  2. ^ Lo studio di fonologia RAI di Milano - C'erano una volta 9 oscillatori, su Web Archive (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica