Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Suad (disambigua).

Suad (1958) è una scrittrice palestinese (il nome è uno pseudonimo) autrice del libro autobiografico Bruciata viva. Vissuta nell'infanzia in un piccolo paese della Cisgiordania, non le venne permesso di andare a scuola, e dovette a lungo eseguire solo duri lavori domestici. All'età di diciotto anni, per una gravidanza di un amore clandestino, venne condannata a morte dal padre. Il cognato le versò addosso una tanica di benzina e le diede fuoco, ma Suad non morì, e riuscì anche a partorire il figlio. Salvata da una organizzazione umanitaria europea, fuggì in Europa.

Scrisse allora il libro autobiografico Bruciata viva (edito in Italia da Piemme), 300.000 copie vendute in Francia. Durante le conferenze Suad mantiene il volto coperto da una maschera e non vuole essere riconosciuta[1].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN263321659 · ISNI (EN0000 0003 8213 7184 · BNF (FRcb14474994g (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie