Apri il menu principale

Il Subordinazionismo è la dottrina trinitaria che riteneva il Figlio (Gesù) fosse subordinato al Padre (Dio) e che lo Spirito Santo fosse subordinato ad entrambi. Su questo punto si creò una delle maggiori divergenze tra la Chiesa occidentale e quella orientale. Tale dottrina si sviluppò tra il II ed il III secolo per scomparire gradualmente dopo il Concilio di Nicea del 325. Tra coloro che in qualche modo la professarono o vi incorsero, sono da ricordare:

  • i docetisti, convinti che Cristo non avesse un corpo materiale;
  • i monarchianisti modali, che sostenevano che il Figlio fosse un modo in cui si manifesta il Padre;
  • i monarchianisti dinamici, che pensavano che Gesù fosse un uomo normale, adottato da Dio al momento del battesimo;
  • Origene Adamantio, che credeva che il Figlio fosse un attributo del pensiero del Padre;
  • Sant'Ippolito di Roma, convinto che Gesù fosse stato creato da Dio e che la sua essenza umana fosse subordinata a quella divina;
  • gli ariani, che pensavano che il Figlio non fosse consustanziale col Padre e che non fosse stato generato, ma creato.

Voci correlateModifica