Substance

album dei Joy Division del 1988
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il videogioco della serie Metal Gear, vedi Metal Gear Solid 2: Substance.
Substance
ArtistaJoy Division
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione11 luglio 1988
Dischi1
Tracce10
GenerePost-punk
EtichettaFactory Records
Certificazioni
Dischi d'oroRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 100 000+)
Joy Division - cronologia
Album precedente
(1981)
Album successivo
(1990)
Logo
Logo del disco Substance

Substance è una raccolta di singoli della band inglese Joy Division.

Il discoModifica

Pubblicato l'11 luglio 1988, dall'etichetta discografica Factory Records, il disco raggiunse la posizione numero 7 nella classifica degli album più venduti in Inghilterra.[2] L'album raccoglie, tra gli altri, anche i quattro singoli (e conseguenti b-side) pubblicati dalla band, ma non apparsi su alcun album: Transmission, Komakino, Love Will Tear Us Apart e Atmosphere.

ArtworkModifica

Il designer Brett Wickens per la minimale copertina riprende il carattere tipografico New Alphabet creato dal grafico olandese Wim Crouwel nel 1967, facendolo così tornare in auge. Per una ragione estetica la parola visibile è in realtà "Subst1mce" anziché "Substance".[3] La copertina della versione del 1991 è ancora più essenziale: su sfondo nero campeggia solo la grande "s" verde del font New Alphabet.

TracceModifica

VinileModifica

  1. Warsaw – 2:25
  2. Leaders of Men – 2:35
  3. Digital – 2:50
  4. Autosuggestion – 6:08
  5. Transmission – 3:36
  6. She's Lost Control – 4:45
  7. Incubation – 2:52
  8. Dead Souls – 4:56
  9. Atmosphere – 4:10
  10. Love Will Tear Us Apart – 3:25

CD e cassettaModifica

  1. No Love Lost – 3:43
  2. Failures – 3:44
  3. Glass – 3:53
  4. From Safety to Where...? – 2:27
  5. Novelty – 4:00
  6. Komakino – 3:52
  7. These Days – 3:24

FormazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Substance, British Phonographic Industry. URL consultato il 2 gennaio 2019.
  2. ^ Joy Division chart su Official Charts
  3. ^ (EN) Brett Wickens, Saville Associates, su typophile.com, 2004. URL consultato il 18 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2011).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk