Apri il menu principale

Sue Lyon

attrice statunitense
Sue Lyon nel film L'investigatore (1967)

Suellyn "Sue" Lyon (Davenport, 10 luglio 1946[1]) è un'attrice statunitense, conosciuta principalmente per aver interpretato il personaggio di Lolita nell'omonimo film diretto da Stanley Kubrick nel 1962.

BiografiaModifica

Ultima di cinque figli, il padre muore pochi mesi dopo la sua nascita e lascia la famiglia in una grave situazione economica che spingerà nel 1958 la vedova Sue Karr Lyon a trasferirsi in California, nei dintorni di Los Angeles; in questa città la giovane Suellyn muove i primi precoci passi nel mondo dello spettacolo, prima posando come modella per un catalogo della catena di grandi magazzini J. C. Penney, quindi partecipando come attrice bambina con piccoli ruoli alle serie televisive Dennis la minaccia e Letter to Loretta[2].

Sul set di quest'ultimo show, la giovane viene notata dal regista Stanley Kubrick, che la propone nella produzione del film Lolita (1962) per il ruolo da protagonista accanto a James Mason e Shelley Winters: dopo un colloquio tenuto con lo stesso regista e con il produttore James B. Harris, e con il benestare di Vladimir Nabokov, autore del romanzo e della sceneggiatura da cui la pellicola era tratta, la quattordicenne Lyon viene ingaggiata, battendo così la concorrenza di ben altre 800 aspiranti.

Il ruolo di Lolita la trasforma subito in una promettente stellina, consentendole di interpretare altri ruoli di giovane tentatrice, piuttosto conturbante e audace per l'epoca, come in La notte dell'iguana (1964) di John Huston, Missione in Manciuria (1966) di John Ford, L'investigatore (1967) di Gordon Douglas e Carta che vince, carta che perde (1967) di Irvin Kershner, tutti film in cui la Lyon ha l'opportunità di recitare accanto a famosi attori. Tuttavia alla fine di quel decennio, e superata l'adolescenza, il successo si affievolisce e il cinema tende rapidamente a dimenticarla, relegandola soprattutto al ricordo del famoso film di Kubrick e anche di quello di Huston. Saltuariamente attiva sulle scene, dopo essere apparsa in qualche produzione televisiva minore e nel film horror Alligator (1980) di Lewis Teague, che non riscuote un grande successo, l'attrice si ritira definitivamente dal mondo dello spettacolo e dalle apparizioni in pubblico.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Arsenico e vecchi merletti (Arsenic and Old Lace), regia di Robert Scheerer – film TV (1969)
  • Le donne preferiscono il vedovo (But I Don't Want to Get Married!), regia di Jerry Paris – film TV (1970)
  • Smash-Up on Interstate 5, regia di John Llewellyn Moxey – film TV (1976)
  • Don't Push, I'll Charge When I'm Ready, regia di Nathaniel Lande – film TV (1977)

Doppiatrici italianeModifica

DiscografiaModifica

Nel 1962, in seguito all'uscita del film Lolita, la MGM Records pubblicò oltre alla classica colonna sonora in versione LP, un singolo 45 giri contenente sul lato A la traccia Lolita Ya Ya, peraltro già presente nel Long playing, e sul lato B l'inedita Turn Off the Moon. Entrambe le canzoni furono incise da Sue Lyon.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Sue Lyon - biography, IMDb.com, 2013. URL consultato il 22 febbraio 2013.
  2. ^ Dye, Child and Youth Actors, p. 137

BibliografiaModifica

  • (EN) David Dye, Child and Youth Actors: Filmography of Their Entire Careers, 1914-1985. Jefferson, NC: McFarland & Co., 1988, p. 137.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN41448058 · ISNI (EN0000 0001 0598 0966 · LCCN (ENno97058568 · GND (DE173569188 · BNF (FRcb138968950 (data) · WorldCat Identities (ENno97-058568