Apri il menu principale

Suicidio assistito

aiuto medico e amministrativo portato a un soggetto che ha deciso di morire tramite suicidio
Dettaglio della Morte di Socrate di David. Un discepolo porge a Socrate una coppa di cicuta

Il suicidio assistito è l'aiuto medico e amministrativo portato a un soggetto che ha deciso di morire tramite suicidio.[1][2]

Differisce dall'eutanasia per il fatto che l'atto finale di togliersi la vita, somministrandosi le sostanze necessarie in modo autonomo e volontario, è compiuto interamente dal soggetto stesso e non da soggetti terzi, che si occupano di assistere la persona per gli altri aspetti: ricovero, preparazione delle sostanze e gestione tecnica/legale post mortem.[1][2]

Il tema è oggetto di forte dibattito internazionale, sia per questioni di natura religiosa sia per questioni di natura etica. In alcune nazioni, tra le quali il Belgio,[3] la Colombia,[4] il Lussemburgo,[5][6] i Paesi Bassi,[7] la Svizzera,[8] e gli stati dell'Oregon,[9] Washington,[10], Montana[11] e California[12] negli Stati Uniti, il suicidio assistito è permesso a patto del rispetto di condizioni che variano da ordinamento a ordinamento. Per esempio in Svizzera la persona che vuole accedere al suicidio assistito deve trovarsi in condizioni di "sofferenza inguaribile", essere adeguatamente informata sulle alternative, capace di intendere e di volere, ed è tassativamente vietata l'assistenza fornita con motivi di lucro o «egoistici».[2]

ItaliaModifica

La Corte costituzionale della Repubblica Italiana il 25 settembre 2019 ha espresso un parere rispetto alla illegittimità costituzionale dell'art 580 del Codice Penale, prevedendo una deroga all'applicazione dello stesso (non punibilità) in casi simili a quello posto in giudizio.[13][14][15]

NoteModifica

  1. ^ a b Franca Porciani, Può essere attiva, passiva e anche «suicidio assistito», Corriere della Sera, 25 aprile 2002
  2. ^ a b c Assistenza al suicidio a pochi metri dall'Italia
  3. ^ Adams M, Nys H, Comparative reflections on the Belgian Euthanasia Act 2002, in Med Law Rev, vol. 11, nº 3, 2003, pp. 353–76, DOI:10.1093/medlaw/11.3.353, PMID 16733879.
  4. ^ McDougall e Gorman
  5. ^ Theran Times
  6. ^ Il Lussemburgo legalizza l'eutanasia
  7. ^ Buiting H, van Delden J, Onwuteaka-Philpsen B, et al., Reporting of euthanasia and physician-assisted suicide in the Netherlands: descriptive study, in BMC Med Ethics, vol. 10, 2009, p. 18, DOI:10.1186/1472-6939-10-18, PMC 2781018, PMID 19860873.
  8. ^ Christian Schwarzenegger, Summers, Sarah J., Hearing with the Select Committee on the Assisted Dying for the Terminally Ill Bill (PDF), in House of Lords Hearings (Zürich, University of Zürich Faculty of Law), 3 febbraio 2005. URL consultato il 22 aprile 2011 (archiviato dall'url originale il 7 luglio 2011).(PDF)
  9. ^ Oregon Death with Dignity Act Archiviato il 29 giugno 2009 in Internet Archive.
  10. ^ "Washington Death with Dignity Act"
  11. ^ 2009 trial court ruling "Baxter vs Montana"
  12. ^ New York Times
  13. ^ La Consulta: è lecito l'aiuto al suicidio in casi come quello di dj Fabo. È polemica - Politica, su Agenzia ANSA, 25 settembre 2019. URL consultato il 25 settembre 2019.
  14. ^ Eutanasia, caso dj Fabo, storica sentenza della Corte Costituzionale: aiuto al suicidio non sempre punibile, su Repubblica.it, 25 settembre 2019. URL consultato il 25 settembre 2019.
  15. ^ Fine vita, Consulta: "Non punibile chi a certe condizioni agevola proposito di suicidio". Cappato esulta: "Da oggi siamo tutti più liberi", su Il Fatto Quotidiano, 25 settembre 2019. URL consultato il 25 settembre 2019.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàGND (DE4117232-2 · BNF (FRcb12571592v (data)
  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina