Suicune

specie di Pokémon
Suicune
245 Suicune.png
UniversoPokémon
Nome orig.スイクン (Suikun)
Lingua orig.Giapponese
AutoreKen Sugimori
StudioGame Freak
EditoreNintendo
1ª app.21 novembre 1999
1ª app. inPokémon Oro e Argento (seconda generazione)
Voce orig.Kiyotaka Furushima (Pokémon: Il re delle illusioni Zoroark)

Suicune (スイクン?) è un Pokémon base della seconda generazione di tipo Acqua. Il suo numero identificativo Pokédex è 245.

Ideato dal team di designer della Game Freak, Suicune fa la sua prima apparizione nel 1999 nei videogiochi Pokémon Oro e Argento e compare inoltre nella maggior parte dei titoli successivi, in videogiochi spin-off, nei film, nel Pokémon Trading Card Game e nel merchandising derivato dalla serie.

Insieme a Raikou e Entei forma un trio di Pokémon leggendari chiamato "bestie leggendarie" (o "cani leggendari" o "felini leggendari").[1][2][3]

Suicune compare nella copertina del videogioco Pokémon Cristallo ed è uno dei protagonisti del lungometraggio Pokémon 4Ever.[4] In Pokémon Smeraldo l'Asso Spartaco possiede un esemplare del Pokémon. Un Suicune cromatico è inoltre presente nel film Pokémon: Il re delle illusioni Zoroark.

DescrizioneModifica

Il design del Pokémon è stato effettuato da Muneo Saitō[5] ed è considerato il più riuscito ed elegante del trio.[6][7] Nei giochi Suicune è stato resuscitato in tempi antichi da Ho-oh dopo essere perito nella distruzione della Torre d'Ottone e si dice rappresenti la pioggia che ha infine spento le fiamme.[8] Corre libero per il mondo come il vento del nord depurando gli specchi d'acqua al suo passaggio.[9]

ApparizioniModifica

VideogiochiModifica

Nei videogiochi Pokémon Oro e Argento è possibile catturare Suicune all'interno della regione di Johto dopo averlo incontrato per la prima volta all'interno della Torre Bruciata nei pressi di Amarantopoli. In Pokémon Cristallo sarà presente all'interno della Torre di Latta dopo aver ricevuto la Campana Chiara.

Nei remake Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver è possibile catturare Suicune nei pressi di Miramare. Come nei titoli della seconda generazione sarà disponibile dopo il primo incontro all'interno della Torre Bruciata. Al contrario degli altri due Pokémon leggendari Entei e Raikou, il Pokémon dovrà essere necessariamente incontrato in alcune località di Kanto e di Johto.[10]

In Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia Suicune è ottenibile a Kanto una volta sconfitta la Lega Pokémon se il protagonista sceglie come Pokémon iniziale Charmander.

Nel 2010 in Giappone è stato distribuito un esemplare di Suicune cromatico per i videogiochi Pokémon Diamante e Perla e Pokémon Platino. Tale Pokémon, se trasferito nei titoli Pokémon Nero e Bianco permette di catturare Zoroark all'interno del Bosco Smarrimento. Lo stesso Suicune è stato successivamente elargito negli Stati Uniti d'America ed in Europa.

In Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha è possibile catturare Suicune all'interno della Foresta Vergine se l'allenatore possiede almeno due Pokémon leggendari, uno dei quali deve essere Lugia o Ho-Oh.[11]

Suicune inoltre è presente in Pokémon Mystery Dungeon: Squadra rossa e Squadra blu è ottenibile all'interno del Campo Tramontana. È anche disponibile in Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori del tempo ed Esploratori dell'oscurità all'interno del Dedalo Finale.

AnimeModifica

 
Suicune

Suicune appare per la prima volta nel corso dell'episodio Un'iscrizione difficile (Don't Touch That 'Dile).[12] È inoltre presente in I campanelli rubati (For Ho-Oh the Bells Toll) ed in Due simpatiche ragazze (Drifloon On the Wind!).[13][14][15]

Il Pokémon leggendario è inoltre uno dei protagonisti del lungometraggio Pokémon 4Ever[16][17] e del sesto episodio di Pokémon Generazioni, Il ritorno.

NoteModifica

  1. ^ Bestie leggendarie da Pokémon Central Wiki
  2. ^ Cani Leggendari Archiviato il 4 settembre 2010 in Internet Archive. da Pokémon Energy
  3. ^ Pokémon Cristallo: Differenze tra Pokémon O/A/C Archiviato il 15 agosto 2010 in Internet Archive.
  4. ^ (EN) Scopri le star delle copertine dei giochi Pokémon!, su Nintendo, 23 settembre 2016.
  5. ^ (JA) 伝説ポケモンのイラストを手がける斉藤むねお、キャラデザ講座開講!, su kai-you.net, 1º maggio 2014. URL consultato il 6 maggio 2019.
  6. ^ (EN) Russ Boswell, Ranking All Legendary Pokémon From Worst To Best, su thegamer.com, 14 giugno 2017. URL consultato il 6 maggio 2019.
  7. ^ (EN) Joshua Yehl e Casey DeFreitas, 10 Best Legendary Pokemon, IGN, 5 marzo 2019. URL consultato il 6 maggio 2019.
  8. ^ (EN) Bobby Anhalt, 16 Best Legendary Pokémon, Ranked, su screenrant.com, 31 maggio 2017. URL consultato il 6 maggio 2019.
  9. ^ (EN) Suicune, su pokemondb.net. URL consultato il 30 aprile 2019.
  10. ^ (EN) Pokémon Heart Gold & Soul Silver - Legendary Pokémon da Serebii.net
  11. ^ (EN) Pokémon Omega Ruby & Alpha Sapphire - Legendary Pokémon da Serebii.net
  12. ^ (EN) Episode 119 - Dont Touch that Dile da Serebii.net
  13. ^ (EN) Episode 229 - For Ho-oh the Bells Toll da Serebii.net
  14. ^ (EN) Episode 496 - Drifloon in the Wind da Serebii.net
  15. ^ (EN) Suicune (anime) da Bulbapedia
  16. ^ (EN) Suicune (movie 4) da Bulbapedia
  17. ^ (EN) Celebi: Voice of the Forest da Serebii.net

BibliografiaModifica

  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 86, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 131, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 153, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 136, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 455, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 312, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 321, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon