Sultan bin Sayf II

Sultan bin Sayf II
Sultano di Mascate
In carica 1711 –
1718
Predecessore Sayf bin Sultan
Successore Sayf bin Sultan II
Morte 1718
Dinastia Āl Yaʿrib
Padre Sayf bin Sultan
Figli Sayyid Sayf
Religione Musulmano ibadita

Sultan bin Sayf II (in arabo: بلعرب بن سلطان اليعربي‎; ... – 1718), è stato sultano di Mascate dal 1711 al 1718.

Ascese al trono alla morte del padre.[1] Stabilì la sua capitale ad Al-Hazm, sulla strada che da Rustaq porta alla costa. Oggi è solo un villaggio anche se vi sono ancora i resti di una grande fortezza che costruì intorno al 1710 e che contiene la sua tomba.[2]

Inizialmente bloccò gli attacchi alle spedizioni mercantili britanniche e olandesi che erano stati avviati da suo padre. Questo per evitare contrattacchi ai danni dei commerci dell'Oman. Successivamente, gli omaniti attaccò solamente i bastimenti portoghesi e persiani.

Sotto di lui iniziarono le tensioni tra le tribù degli Azd e dei Nizariy che poi si divisero nelle fazioni di Hinawiy e Ghafiry. Questi nuovi gruppi svolsero un ruolo importante nelle successive lotte per il potere dinastico.

Morì nel 1718 e gli succedette il figlio dodicenne Sayf. Gli ulama preferirono chiamare a succedergli suo fratello Muhanna che presto venne sostituito da suo cugino Ya'arab bin Bel'arab, che poi dovette abdicare a favore di Sayf. Questa successione incerta provocò una guerra civile.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Thomas 2011, p. 222.
  2. ^ JPM Guides 2000, p. 85.

BibliografiaModifica