Apri il menu principale

Summertime (brano musicale)

(Reindirizzamento da Summertime (George Gershwin))
Summertime
Artista
Autore/iGeorge Gershwin, DuBose Heyward (testo), Ira Gershwin (testo)
GenereJazz
StileCanzone ABAB' in forma di ninna nanna
Tempo (bpm)da slow ballad (<80 bpm) a medium up (>160)
Esecuzioni notevoliJohn Coltrane, Maxine Sullivan, Ella Fitzgerald e Louis Armstrong, Billie Holiday, Chet Baker, Janis Joplin, Miles Davis, Mahalia Jackson
Data19 luglio 1935
EtichettaMark
NoteUno dei brani più noti e con più versioni del XX secolo
Campione audio
Summertime, 16 misure, sassofono tenore

Summertime è un'aria composta da George Gershwin per l'opera Porgy and Bess del 1935. Il testo è di DuBose Heyward e Ira Gershwin. La canzone è un popolare standard jazz in modo eolio.

OrigineModifica

Gershwin cominciò a comporre la canzone nel dicembre 1933, nell'intento di creare uno spiritual nello stile della musica folk afroamericana del periodo.[1][2] Il compositore e cantante Ucraino-Canadese Alexis Kochan ha avanzato l'ipotesi che la melodia possa essere stata ispirata da una Ninna nanna di origine Ucraina, Oi Khodyt Son Kolo Vikon (Un Sogno Passa Davanti alla Finestra), che Gershwin avrebbe ascoltato durante una esibizione a New York del Coro Nazionale Ucraino Oleksander Koshetz.[3]

Summertime fu inserita nell'opera Porgy and Bess che Gershwin stava musicando (nel febbraio del 1934 Gershwin aveva completato la partitura del libretto di DuBose Heyward e dedicò i 20 mesi successivi all'orchestrazione[4]) Nell'opera, la canzone è eseguita prima da Clara nell'atto I come una ninnananna, e poco dopo come contrappunto durante una partita a dadi. Viene ripresa nel secondo atto, sempre da Clara, e infine nel terzo atto da Bess che la canta per il bambino di Clara.

La prima registrazione della canzone fu fatta da Abbie Mitchell il 19 luglio 1935, con George Gershwin al pianoforte e alla direzione orchestrale (pubblicata nel disco: George Gershwin Conducts Excerpts form Porgy & Bess, Mark 56 667).

Il testoModifica

Si tratta di una tipica ninna nanna, in cui il cantante rassicura il bambino sul suo presente e futuro. La famosissima prima strofa recita:

(EN)

«Summertime, and the livin' is easy. Fish are jumping, and the cotton is high. Your dad is rich, and your mother good lookin', so hush little baby, don't you cry.»

(IT)

«Estate, la vita è facile. I pesci saltano e il cotone cresce alto. Tuo padre è ricco e tua madre è bella, perciò taci, bambinello, non piangere.»

(DuBose Heyward)

Analisi MusicaleModifica

Secondo il musicologo K. J. McElrath:[4]

"Gershwin ha coronato con grande successo l'intenzione che questo pezzo suonasse come una canzone popolare, rinforzando l'uso reiterato della scala pentatonica Do-Re-Mi-Sol-La nel contesto della tonalità di La minore e la lenta progressione armonica con suggestioni blues. Queste caratteristiche hanno reso "Summertime", per decenni, uno dei pezzi preferiti dei jazzisti, che l'hanno eseguita in una grandissima varietà di tempi e stili"

PopolaritàModifica

Il brano è divenuto uno tra i più popolari standard jazz ed è stato interpretato da un gran numero di artisti, sia in chiave jazz che in chiave rock, al punto da gareggiare con "Yesterday" dei Beatles per il titolo di canzone reinterpretata più volte. Un gruppo internazionale di collezionisti, chiamato "The Summertime Connection", sostiene di aver recensito 52.316 registrazioni differenti (al 1º febbraio 2016) e 77053 esibizioni pubbliche.[5]

La prima versione ad entrare in una classifica fu quella di Billie Holiday, del settembre del 1936, che raggiunse la dodicesima posizione[4]. Tra le molte registrazioni notevoli si ricordano quella di Louis Armstrong e Ella Fitzgerald (1957), Miles Davis (1958), Al Martino (1960), John Coltrane (1961), Janis Joplin (1968). Nel 1986 ("Billy Eckstine sing with Benny Carter") uscì la prima e unica incisione dopo oltre 45 anni di carriera e un centinaio di milioni di dischi venduti, di colui che il critico e storico della musica Dempsey Travis ha definito "The ballad singer of the century", cioè B.Eckstine.

La versione di maggior successo commerciale fu quella di Billy Stewart, decimo nella classifica Hot 100 di Billboard del 1966.

In Italiano è stata tradotta da Mario Panzeri ed eseguita da Johnny Dorelli nel 1961, con il titolo Summertime (Tempo D'Estate).

"Summertime" è stata tradotta ed eseguita in italiano da I Dalton.

Le maggiori interpretazioniModifica

ClassicaModifica

JazzModifica

RockModifica

Altre versioniModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Jazz: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di jazz