Apri il menu principale

Si chiama suono sintetico un suono prodotto elettronicamente sia per sintesi additiva sia sottrattiva.

Nel primo caso le componenti acustiche sono costruite per progressiva accumulazione a partire da un reale o ipotetico suono sinusoidale. Nel secondo caso si parte da un suono già esistente e lo si priva di alcune componenti. Tale suono "deprivato" può essere a sua volta sia elettronico sia di strumento acustico sia ancora "naturale", come accade per i campioni di suoni registrati e per la voce.

Le due sintesi, additiva e sottrattiva, possono cooperare insieme ai fini della definizione di un nuovo suono.