Apri il menu principale

Suore di San Giuseppe di Cracovia

Le suore di San Giuseppe (in polacco Sióstry Świętego Józefa) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla C.S.S.J.[1]

Cenni storiciModifica

La congregazione fu fondata dal sacerdote Zygmunt Gorazdowski (1845-1920): per il servizio nel ricovero per mendicanti che aveva aperto a Leopoli, Gorazdowski fece giungere da Ternopol alcune terziarie francescane che il 17 febbraio 1884 presero l'abito religioso dando inizio all'istituto.[2]

Le suore presero servizio in altre opere avviate da Gorazdowski: una cucina popolare, un ricovero per malati cronici, un centro per l'infanzia abbandonata e le madri senza tetto, un internato per la gioventù femminile; la congregazione continuò a espandersi anche dopo la morte del fondatore e conobbe una grande fioritura nel periodo tra le due guerre mondiali. Dopo il 1946 le religiose dovettero abbandonare Leopoli e alcune case; la sede centrale fu trasferita a Tarnów.[2]

L'istituto, aggregato all'Ordine dei frati minori cappuccini, ricevette il pontificio decreto di lode il 1º aprile 1910 e le sue costituzioni furono approvate definitivamente il 3 agosto 1937.[2]

Attività e diffusioneModifica

Le suore all'assistenza ad anziani, disabili e ammalati, alla cura degli orfani, all'educazione dell'infanzia e della gioventù, alle opere parrocchiali e al lavoro nelle missioni.[2]

Sono presenti in Polonia, in Ucraina, in Brasile e in Africa (Camerun, Repubblica del Congo, Repubblica Democratica del Congo, Gabon);[3] la sede generalizia è a Cracovia.[1]

Alla fine del 2008 la congregazione contava 508 religiose in 71 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2010, p. 1663.
  2. ^ a b c d B. Noworolska, DIP, vol. VIII (1988), col. 578.
  3. ^ Historia Zgromadzenia, su jozefitki.pl. URL consultato il 30 dicembre 2012.

BibliografiaModifica

  • Annuario pontificio per l'anno 2010, Libreria editrice vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo