Apri il menu principale

Super 10 2005-2006

76º campionato italiano di rugby a 15 di prima divisione
Super 10 2005-2006
Logo della competizione
Competizione Super 10
Sport Rugby union pictogram.svg Rugby a 15
Edizione 76ª
Organizzatore Lega Italiana Rugby d’Eccellenza
Date dal 3 settembre 2005
al 27 maggio 2006
Luogo Italia Italia
Partecipanti 10
Formula girone unico + play-off
Sede finale Stadio Brianteo (Monza)
Risultati
Vincitore Benetton Treviso
(12º titolo)
Secondo Calvisano
Retrocessioni Veneziamestre
Statistiche
Miglior marcatore Italia Rima Wakarua (285)
Record mete Australia Brendan Williams (13)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg Super 10 2004-2005 Super 10 2006-2007 Right arrow.svg

Il Super 10 2005-06 fu il 76º campionato nazionale italiano di rugby a 15 di prima divisione.

Per esigenze di sponsorizzazione chiamato Findomestic Super 10, vide tra le novità di rilievo la qualificazione della relativamente nuova GRAN Parma (nata nel 1999 dall'unione delle prime squadre di Amatori Parma e Noceto) ai play-off[1].

La finale fu, per la quarta stagione consecutiva, tra Benetton Treviso e Calvisano; per quest'ultima si trattò, in particolare, della sesta gara-scudetto a seguire[2].

Disputatosi al Brianteo di Monza, l'ultimo atto del campionato vide prevalere Treviso che capitalizzò per tutta la gara la meta in apertura dell'inglese Stuart Legg, affidandosi poi ai calci di Andrea Marcato (12 punti per lui)[3], mentre Calvisano fece conto sui 12 punti marcati dal sudafricano Herkie Kruger (3 piazzati e un drop)[3]. Alla partita fece seguito un accenno di rissa che coinvolse il pilone argentino di Treviso, Hernán Mazino, e l'italiano Paolo Vaccari, in forza al Calvisano, all'ultimo incontro della sua carriera[3]; nella colluttazione che ne seguì riportò un infortunio anche il mediano di mischia trevigiano Alessandro Troncon, a sua volta alla sua ultima partita con il Benetton Treviso e in procinto di trasferirsi al Clermont in Francia[3].

Il Giudice Sportivo, in seguito, sanzionò Mazino con 13 mesi di squalifica[4] e condannò il Benetton Treviso a 2 000 euro di multa e due giornate di squalifica del campo; tutte le sanzioni non pecuniare decorsero dalla prima giornata del campionato successivo[4].

Con la vittoria in tale campionato il Benetton giunse a 12 scudetti; la società trevigiana staccò quindi Rovigo e Petrarca, rimaste a 11, e si impose come seconda assoluta nella classifica dei titoli vinti, a sei lunghezze di distanza dall'Amatori Milano, a quota 18.

A retrocedere in serie A fu invece il Veneziamestre[1].

Da segnalare, infine, il Parma, che vinse lo spareggio italo-celtico contro il Newport G.D.[5] e si qualificò per la prima volta alla Heineken Cup; fu la prima e a tutt'oggi unica volta che il campionato italiano espresse tre squadre nella massima rassegna rugbistica europea per club.

Squadre partecipanti e sponsorModifica

Club Sponsor Città Impianto interno
Amatori Catania Catania Stadio Santa Maria Goretti
L’Aquila Conad (grande distribuzione) L'Aquila Stadio Tommaso Fattori
Benetton Treviso Benetton (abbigliamento) Treviso Stadio di Monigo
Calvisano Ghial (alluminio e profilati) Calvisano (BS) Stadio San Michele
GRAN Parma SKG (climatizzazione auto) Parma Stadio Sergio Lanfranchi
Parma Overmach (meccanica) Parma Stadio Sergio Lanfranchi
Petrarca Carrera (abbigliamento) Padova Stadio Plebiscito
Rovigo Adriatic LNG (rigassificazione) Rovigo Stadio Mario Battaglini
Veneziamestre Casinò di Venezia Venezia Campo comunale di Favaro Veneto
Viadana Arix (pulizia della casa) Viadana (MN) Stadio Luigi Zaffanella

Stagione regolareModifica

RisultatiModifica

  1ª/10ª giornata  
32-14 Viadana - L'Aquila 9-14
18-33 Petrarca - Benetton Treviso 22-28
16-12 Calvisano - GRAN Parma 20-21
33-29 Parma - Rovigo 18-19
22-20 Veneziamestre - Amatori Catania 16-48
  4ª/13ª giornata  
20-14 Benetton Treviso - Viadana 21-14
51-7 Petrarca - Veneziamestre 12-26
38-3 Calvisano - Rovigo 20-17
21-19 GRAN Parma - Parma 31-24
29-28 L'Aquila - Amatori Catania 19-29
  7ª/16ª giornata  
8-21 Amatori Catania - Viadana 20-15
14-8 Rovigo - Petrarca 19-22
25-26 L'Aquila - Calvisano 7-55
26-18 GRAN Parma - Benetton Treviso 10-23
18-21 Veneziamestre - Parma 5-49
  2ª/11ª giornata  
36-42 GRAN Parma - Viadana 9-13
16-34 Petrarca - Calvisano 21-22
35-18 Amatori Catania - Rovigo 7-44
17-28 L'Aquila - Parma 27-37
57-7 Benetton Treviso - Veneziamestre 24-9
  5ª/14ª giornata  
31-33 Viadana - Petrarca 30-11
25-37 Amatori Catania - Calvisano 19-23
26-25 Rovigo - L'Aquila 27-52
21-23 Veneziamestre - GRAN Parma 20-17
22-33 Parma - Benetton Treviso 12-22
  8ª/17ª giornata  
36-13 Viadana - Veneziamestre 23-18
34-29 Petrarca - L'Aquila 23-14
25-29 Calvisano - Parma 15-17
38-15 GRAN Parma - Rovigo 37-22
55-7 Benetton Treviso - Amatori Catania 41-0
  3ª/12ª giornata  
33-10 Viadana - Calvisano 20-36
31-23 Parma - Petrarca 29-9
11-18 Rovigo - Benetton Treviso 13-17
20-26[6] Amatori Catania - GRAN Parma 26-32
13-20 Veneziamestre - L'Aquila 20-26
  6ª/15ª giornata  
54-31 Viadana - Rovigo 37-27
17-16 Petrarca - GRAN Parma 19-24
55-21 Calvisano - Veneziamestre 27-22
60-27 Parma - Amatori Catania 27-26
53-10 Benetton Treviso - L'Aquila 36-6
  9ª/18ª giornata  
25-19 Parma - Viadana 20-44
21-8 Amatori Catania - Petrarca 27-24
12-12 Calvisano - Benetton Treviso 20-45
20-25 Veneziamestre - Rovigo 28-19
26-36 L'Aquila - GRAN Parma 21-35

ClassificaModifica

Squadra G V N P PF PS B Pen Pt
  1. Benetton Treviso 18 16 1 1 556 233 323 8 0 74
  2. Parma 18 12 0 6 501 410 91 10 0 58
  3. Calvisano 18 12 1 5 491 365 126 8 0 58
  4. GRAN Parma 18 12 0 6 450 382 68 9 0 57
  5. Viadana 18 11 0 7 487 366 121 12 0 56
  6. Petrarca 18 6 0 12 371 438 -67 8 0 32
7. Rovigo 18 5 0 13 379 507 -128 8 0 28
8. Amatori Catania 18 6 0 12 396 517 -121 9 5 28
9. L’Aquila 18 5 0 13 381 547 -166 7 0 27
  10. Veneziamestre 18 4 0 14 306 553 -247 8 0 24

Spareggi per l'European Challenge Cup 2006-07Modifica

Viadana Viadana34 – 19Amatori CataniaStadio Luigi Zaffanella

Padova Petrarca41 – 22RovigoStadio Plebiscito

Fase a play-offModifica

                     
  4 GRAN Parma 23 5  
1 Benetton Treviso 31 38  
  Benetton Treviso 17
  Calvisano 12
3 Calvisano 34 16
  2 Parma 20 21  

FinaleModifica

Monza
27 maggio 2006
Benetton Treviso17 – 12CalvisanoStadio Brianteo (9 300 spett.)
Arbitro:  Carlo Damasco (Napoli)

VerdettiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Volpe, pag. 91.
  2. ^ Volpe, pag. 97.
  3. ^ a b c d Carlo Gobbi, Treviso, tricolore di testa, in Gazzetta dello Sport, 28 maggio 2006. URL consultato il 2 febbraio 2010.
  4. ^ a b Rissa scudetto: 13 mesi a Mazino, in TGcom, 31 maggio 2006. URL consultato il 2 febbraio 2010.
  5. ^ (EN) Parma win playoff against Dragons, su ercrugby.com. URL consultato il 30 luglio 2009.
  6. ^ Risultato omologato dal Giudice Sportivo, ma Amatori Catania penalizzato del punto di bonus a causa dell'impiego durante l'incontro di un giocatore sotto squalifica

BibliografiaModifica

  • Francesco Volpe, Paolo Pacitti, Rugby 2009, Roma, ZESI, 2008.
  Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby