Ligat ha'Al (pallacanestro)

(Reindirizzamento da Super League israeliana)
Ligat ha'Al
Winner-League-70.png
Altri nomiLigat Winner Sal
SportBasketball pictogram.svg Pallacanestro
TipoSquadre di club
FederazioneIBBA
PaeseIsraele Israele
OrganizzatoreIsraeli Basketball Super League Administration Ltd
TitoloCampione d'Israele
Partecipanti13
FormulaGirone all'italiana + Play-off
Retrocessione inLiga Leumit
Sito Internethttps://basket.co.il
Storia
Fondazione1953
Numero edizioni67
DetentoreMaccabi Tel Aviv
Record vittorieMaccabi Tel Aviv (54)
Ultima edizioneLigat ha'Al 2019-2020 (pallacanestro)
Edizione in corsoLigat ha'Al 2020-2021 (pallacanestro)

La Ligat ha'Al (in ebraico: ליגת העל?) è la massima serie del campionato israeliano di pallacanestro. Il nome della competizione viene solitamente abbreviato in BSL (Basketball Super League) oppure in ISBL (Israeli Basketball Super League). Per ragioni di sponsorizzazione, la competizione è chiamata anche Ligat Winner Sal (in ebraico: ליגת ווינר סל?), letteralmente Winner Sal League dove "Winner" è il nome del principale sponsor mentre "Sal" significa pallacanestro.

La competizione è organizzata dalla Israeli Basketball Super League Administration Ltd.[1]

StoriaModifica

La Ligat ha'Al è stata fondata nel 1954 e riuniva le migliori otto squadre israeliane di pallacanestro. Delle otto squadre che hanno fondato il campionato, solo quattro sono ancora oggi presenti e sono Maccabi Tel Aviv, Hapoel Tel Aviv, Hapoel Holon e Maccabi Haifa.

Dalla stagione 1975-1976, è stato richiesto a tutte le squadre partecipanti al campionato di ospitare le loro partite al chiuso e non più all'aperto.

Dalla sua fondazione, solo sette squadre hanno vinto il campionato, per la precisione il Maccabi Tel Aviv ha vinto 54 campionati, l'Hapoel Tel Aviv ha vinto 5 campionati (tutti negli anni sessanta), l'Hapoel Gilboa Galil ha vinto due campionati (uno nel 1993 e l'altro nel 2010), l'Hapoel Gerusalemme nel 2015 e nel 2017, l'Hapoel Holon nel 2008, il Maccabi Haifa nel 2013 ed il Maccabi Rishon LeZion nel 2016.

La Ligat ha'Al è conosciuta in Europa grazie ai successi delle proprie squadre nelle competizioni europee quali la EuroLeague, l'EuroCup e la FIBA EuroChallenge.

FormatoModifica

A partire dalla stagione 2020-2021, la competizione vedrà 13 partecipanti ed inizierà con una regular season composta da 26 giornate, dove le tredici squadre partecipanti si affronteranno in un girone all'italiana. Le migliori sei squadre si qualificheranno per il girone "alto" dove giocheranno 5 partite, mentre le altre sette squadre giocheranno 7 partite nel girone "basso". I punteggi ottenuti in entrambe le fasi verranno sommati, le sei squadre del girone "alto" e le due migliori del girone "basso" si affronteranno ai quarti di finale in una serie al meglio delle 5 gare. Gli accoppiamenti vengono decisi in base alla classifica finale. Le semifinali e la finale verranno invece giocate al meglio delle tre gare.[2]

Squadre partecipantiModifica

Squadra Città Colori sociali
Hapoel Be'er Sheva Be'er Sheva          
Hapoel Eilat Eilat          
Hapoel Gilboa Galil Gan Ner          
Hapoel Haifa Haifa          
Hapoel Holon Holon          
Hapoel Jerusalem Gerusalemme               
Hapoel Tel Aviv Tel Aviv               
Ironi Nahariya Nahariya          
Ironi Nes Ziona Ness Ziona          
Maccabi Haifa Haifa          
Maccabi Rishon LeZion Rishon LeZion          
Maccabi Tel Aviv Tel Aviv          

Collegamenti con l'NBAModifica

Durante gli anno ottanta ed i primi anni novanta, sono state giocate diverse partite amichevoli tra squadre israeliane e squadre NBA quali i Phoenix Suns, i Cleveland Cavaliers, gli Orlando Magic ed i Los Angeles Lakers; tutte le partite sono state giocate in Israele.

Il 16 ottobre 2005, il Maccabi Tel Aviv sconfisse i Toronto Raptors per 105-103 in un'amichevole giocata a Toronto; fu la prima vittoria di una squadra israeliana ed anche europea contro una squadra NBA in una gara disputata fuori dai confini europei.[3]

Nel corso degli ultimi anni, molti giocatori della Ligat ha'Al sono approdati poi in NBA. Nel 2009, Omri Casspi divenne il primo giocatore nato e cresciuto in Israele a sbarcare in NBA, firmando con i Sacramento Kings. Prima di lui, tre giocatori vennero scelti al draft NBA: Doron Sheffer (che giocò in NCAA con la maglia degli UConn Huskies), Yotam Halperin e Lior Eliyahu. Oded Kattash firmò un contratto con i New York Knicks, ma non giocò mai in NBA a causa del lockout della stagione 1998-99.

Il 25 giugno 2009, Omri Casspi venne chiamato come 23ª scelta assoluta dai Sacramento Kings al draft 2009; dopo di lui Gal Mekel venne scelto dai Dallas Mavericks al draft 2013. Nel 2016, Dragan Bender divenne il giocatore proveniente dal campionato israeliano con la più alta chiamata di sempre, venendo scelto in quarta posizione dai Phoenix Suns.[4] Altri giocatori che passarono invece dalla NBA alla Ligat sono stati Will Bynum, Anthony Parker, Roger Mason Jr., Eugene "Pooh" Jeter, Carlos Arroyo e Nate Robinson.

Nel 2016, Amar'e Stoudemire si ritirò dalla NBA, firmando ad agosto 2016 un contratto biennale con l'Hapoel Gerusalemme, squadra di cui era uno dei proprietari[5], squadra con cui vinse pochi mesi dopo la Coppa di Lega.[6] Stoudemire tornò in Israele per la stagione 2019-2020, vestendo la maglia del Maccabi Tel Aviv, squadra con cui vinse il campionato; venne inoltre nominato MVP della finale.[7]

Nel 2020, altri due giocatori israeliani si sono dichiarati per il draft, Deni Avdija del Maccabi Tel Aviv e Yam Madar dell'Hapeol Tel Aviv. Avdija è stato scelto al primo giro con la nona chiamata dai Washington Wizards[8], mentre Madar è stato scelto al secondo giro con la 47ª scelta assoluta dai Boston Celtics[9].

Giocatori ebrei americaniModifica

Nel 2011, la lega ha imposto un limite di quattro giocatori non israeliani per ogni squadra[10], così molti giocatori ebrei americani presero la cittadinanza israeliana utilizzando la legge del ritorno. In questo modo molti giocatori di origine israeliana poterono giocare nel campionato israeliano senza occupare i quattro posti dedicati agli stranieri.

Esempi di giocatori ebrei americani che hanno militato in Ligat ha'Al sono Jon Scheyer, Jordan Farmar, Sylven Landesberg, David Blu, Amar'e Stoudemire e Dan Grunfeld.

Vittorie per clubModifica

Squadra Città Vittorie Secondo posto
Maccabi Tel Aviv Tel Aviv 54 8
Hapoel Tel Aviv Tel Aviv 5 20
Hapoel Gerusalemme Gerusalemme 2 6
Hapoel Galil Elyon / Hapoel Gilboa Galil Elyon Kfar Blum 2 3
Maccabi Haifa Haifa 1 3
Hapoel Holon Holon 1 3
Maccabi Rishon LeZion Rishon LeZion 1 2
Hapoel Ramat Gan Ramat Gan 0 6
Ironi Ramat Gan Ramat Gan 0 3
Hapoel Gvat/Yagur Gvat 0 3
Hapoel Haifa Haifa 0 2
Hapoel Eilat Eilat 0 2
Elitzur Netanya Netanya 0 1
Maccabi Ironi Ra'anana Herzliya 0 1
Ironi Nahariya Nahariya 0 1
Maccabi Ashdod Ashdod 0 1

Albo d'oroModifica

Stagione Campione d'Israele Secondo posto Punteggio Formato
1953–54 Maccabi Tel Aviv Hapoel Holon Solo regular season
1954–55 Maccabi Tel Aviv Hapoel Holon
1955–56 Cancellata a causa della guerra
1956–57 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv Solo regular season
1957–58 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1958–59 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1959–60 Hapoel Tel Aviv Maccabi Tel Aviv
1960–61 Hapoel Tel Aviv Maccabi Tel Aviv
1961–62 Maccabi Tel Aviv Hapoel Haifa
1962–63 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1963–64 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1964–65 Hapoel Tel Aviv Hapoel Haifa
1965–66 Hapoel Tel Aviv Maccabi Tel Aviv
1966–67 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1967–68 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1968–69 Hapoel Tel Aviv Maccabi Tel Aviv
1969–70 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1970–71 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv
1971–72 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gvat/Yagur
1972–73 Maccabi Tel Aviv Ironi Ramat Gan
1973–74 Maccabi Tel Aviv Ironi Ramat Gan
1974–75 Maccabi Tel Aviv Hapoel Ramat Gan
1975–76 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gvat/Yagur
1976–77 Maccabi Tel Aviv Hapoel Ramat Gan
1977–78 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gvat/Yagur Mini-torneo con le sei migliori squadre
1978–79 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 2–0 Serie al meglio delle 5 gare
1979–80 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv Solo regular season
1980–81 Maccabi Tel Aviv Hapoel Ramat Gan
1981–82 Maccabi Tel Aviv Hapoel Ramat Gan Mini-torneo con le tre migliori squadre
1982–83 Maccabi Tel Aviv Hapoel Ramat Gan 2–0 Serie al meglio delle 3 gare
1983–84 Maccabi Tel Aviv Hapoel Ramat Gan 2–0
1984–85 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 2–1
1985–86 Maccabi Tel Aviv Maccabi Elitzur Netanya 2–0
1986–87 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 2–1
1987–88 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 2–1
1988–89 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 2–0
Stagione Campione d'Israele Secondo posto Punteggio Formato
1989–90 Maccabi Tel Aviv Hapoel Galil Elyon 3–0 Serie al meglio delle 5 gare
1990–91 Maccabi Tel Aviv Maccabi Rishon LeZion 3–1
1991–92 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 3–2
1992–93 Hapoel Galil Elyon Hapoel Tel Aviv 3–1
1993–94 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 3–0
1994–95 Maccabi Tel Aviv Hapoel Galil Elyon 3–0
1995–96 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gerusalemme 3–0
1996–97 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gerusalemme 3–0
1997–98 Maccabi Tel Aviv Hapoel Eilat 3–0
1998–99 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gerusalemme 3–1
1999–00 Maccabi Tel Aviv Maccabi Ra'anana 3–1
2000–01 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gerusalemme 3–0
2001–02 Maccabi Tel Aviv Ironi Ramat Gan 3–0
2002–03 Maccabi Tel Aviv Ironi Nahariya 3–0
2003–04 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 3–0
2004–05 Maccabi Tel Aviv Hapoel Tel Aviv 3–0
2005–06 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gerusalemme 96–66 Final Four
2006–07 Maccabi Tel Aviv Hapoel Gerusalemme 80–78
2007–08 Hapoel Holon Maccabi Tel Aviv 73–72
2008–09 Maccabi Tel Aviv Maccabi Haifa 85–72
2009–10 Gilboa/Galil Maccabi Tel Aviv 90–77
2010–11 Maccabi Tel Aviv Gilboa/Galil 91–64
2011–12 Maccabi Tel Aviv Maccabi Ashdod 83–63
2012–13 Maccabi Haifa Maccabi Tel Aviv 86–79 Gara unica
2013–14 Maccabi Tel Aviv Maccabi Haifa 81–77; 82–84 (dts) Andata e ritorno
2014–15 Hapoel Gerusalemme Hapoel Eilat 80–65; 88–68
2015–16 Maccabi Rishon LeZion Hapoel Gerusalemme 83–77 Final Four
2016–17 Hapoel Gerusalemme Maccabi Haifa 83–76
2017–18 Maccabi Tel Aviv Hapoel Holon 95–75
2018–19 Maccabi Tel Aviv Maccabi Rishon LeZion 89–75
2019–20 Maccabi Tel Aviv Maccabi Rishon LeZion 86–81
2020–21

RecordModifica

Il cestista che detiene il numero maggiore di edizioni vinte è:

Nome Club Vittorie Anni
  Miki Berkovich Maccabi Tel Aviv (16) 16 1971-1972, 1972-1973, 1973-1974, 1974-1975, 1976-1977, 1977-1978, 1978-1979, 1979-1980, 1980-1981, 1981-1982, 1982-1983, 1983-1984, 1984-1985, 1985-1986, 1986-1987, 1987-1988

L'allenatore che detiene il numero maggiore di edizioni vinte è:

Nome Club Vittorie Anni
  Yehoshua Rozin Maccabi Tel Aviv (12) 12 1953-1954, 1954-1955, 1956-1957, 1957-1958, 1958-1959, 1961-1962, 1962-1963, 1963-1964, 1966-1967, 1967-1968, 1972-1973, 1973-1974

PremiModifica

 
Lior Eliyahu, Ligat ha'Al MVP per due anni

Voci correlateModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) About us, in Winner League official site. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  2. ^ (HE) League Format, su basket.co.il. URL consultato il 18 dicembre 2020.
  3. ^ (EN) Raptors first in NBA to lose to Maccabi in 27 years, in ESPN, 16 ottobre 2005. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) Suns Select Dragan Bender with 4th Pick of 2016 NBA Draft, Phoenix Suns, 23 giugno 2016. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  5. ^ UFFICIALE: Amar’e Stoudemire all’Hapoel Gerusalemme fino al 2018: “Sono qui per vincere”, su Basketinside.com, 1º agosto 2016. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  6. ^ L'Hapoel Gerusalemme schianta il Maccabi Tel Aviv, primo titolo per Pianigiani e Stoudemire, in Sportando, 1º ottobre 2016. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  7. ^ Maccabi Tel Aviv campione d’Israele per il terzo anno di fila, Stoudemire MVP della finale, in Sportando, 28 luglio 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  8. ^ NBA Draft 2020: Deni Avdija vola a Washington, è la pick n.9, in Sportando, 19 novembre 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  9. ^ Tutto l’NBA Draft 2020: dalla scelta 1 alla 60 con le trades ufficiali, in Sportando, 19 novembre 2020. URL consultato il 21 dicembre 2020.
  10. ^ (EN) Arie Livnat, Basketball / League Administration Rings in Major Changes, in Haaretz, 7 giugno 2011. URL consultato il 21 dicembre 2020.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pallacanestro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pallacanestro