Surtur (Marvel Comics)

Surtur
Universo Universo Marvel
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. ottobre 1963
1ª app. in Journey into Mistery vol.1 n.97
app. it. aprile 1971
app. it. in Il Mitico Thor Ed. Corno n.02
Interpretato da Clancy Brown
Abilità
  • immortalità
  • forza e resistenza sovrumane
  • controllo della magia
  • manipolazione del fuoco

Surtur è un personaggio dei fumetti pubblicati dalla Marvel Comics, è un demone appartenente alla mitologia scandinava. Nemico giurato di Thor.

Indice

BiografiaModifica

OriginiModifica

Surtur è un demone del fuoco nativo di Muspelheim, uno dei nove mondi della mitologia norrena, egli risiede alla fine del mondo in attesa del Ragnarok, quando ucciderà gli uomini e gli dei[1]. Al suo primo scontro con Odino, dopo aver formato una alleanza con i Troll e cercato di distruggere il mondo, fu imprigionato dal padre degli Dei all'interno della Terra; sperando di essere liberato inviò al suo carceriere un cavallo alato[2].

Era modernaModifica

Liberato da Loki, insieme al gigante delle tempeste Skagg invade la Terra dove viene contrastato dalle forze riunite di Odino, Thor e Balder; è proprio il tonante a fermarlo, intrappolandolo in un meteorite di metallo magnetico[3]. In seguito, la profetessa Volla predice che la liberazione di Surtur da parte di Loki sarà la causa finale del Ragnarok e della distruzione degli Dei norreni[4]. Evocato nuovamente sulla Terra dai Figli di Satannish, assieme al gigante Ymir attacca i Vendicatori, il Cavaliere Nero ed il Dottor Strange che riescono a sconfiggerlo mettendolo contro il suo alleato[5]. Surtur tenta di invadere Asgard durante il regno di Loki, causandone la caduta, ma è infine respinto e imprigionato[6]. Il demone riappare brandendo l'enorme spada Crepuscolo[7] e invia un'orda di demoni ad invadere la Terra, mentre gli eroi terrestri combattono gli invasori, in Asgard, Surtur sconfigge sia Thor che Odino; infine, Loki inganna il demone con un'illusione permettendo ad Odino di riprendersi ed immolarsi gettandosi con il nemico in una spaccatura dimensionale[8]. Dopo una lunga assenza, Odino torna ad Asgard, nessuno si accorge che il padre degli Dei è sotto il controllo di Surtur fino a che il demone non ricrea la sua forma fisica e attacca Thor che riesce a esiliarlo nel Mare della Notte Eterna[9].

RagnarokModifica

Scomparso nell'ultimo Ragnarok[10], il suo scheletro piomba su Asgard, brandendo ancora la spada Crepuscolo, sotto gli occhi attoniti di Beta Ray Bill[11]; in seguito alla resurrezione degli Dei norreni, è ritrovato da Thor in un limbo magico dove ogni giorno si ripete la sua battaglia con Odino[12]. Risorto, stipula un accordo con Loki e con un gruppo di esseri conosciuti come gli Dei di Manchester, al fine di deporre gli dei nativi delle isole britanniche[13]. Alla sua ultima apparizione dà alle fiamme l'albero Yggdrasil in preparazione del suo assalto ad Asgard[14].

Poteri e abilitàModifica

Surtur è un immenso e malevolo demone del fuoco, dotato di forza e resistenza di gran lunga superiori a quelle di Thor; ha la capacità di generare fiamme, di manipolare la materia, di levitare e di viaggiare tra le dimensioni; è vulnerabile al freddo intenso e può essere imprigionato da certi incantesimi magici o da altri esseri armati di poteri cosmici. Brandisce Crepuscolo, conosciuta anche come la Spada del Destino, composta di un metallo noto come scabrite che si trova solo nelle miniere del suo regno.

Altri mediaModifica

CinemaModifica

AnimazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ Journey into Mistery vol.1 n.97; edizione italiana: Thor & i Vendicatori n.128
  2. ^ Journey into Mistery vol.1 n.99; edizione italiana: Thor & i Vendicatori n.130
  3. ^ Journey into Mistery vol.1 n.104; edizione italiana: Marvel Masterworks n.10
  4. ^ The Mighty Thor vol.1 n.128; edizione italiana: Marvel Masterworks n.29
  5. ^ The Avengers vol.1 n.61; edizione italiana: Marvel Collection n.12
  6. ^ The Mighty Thor vol.1 n.176-177; edizione italiana: Il Mitico Thor Ed. Corno n.76-77
  7. ^ The Mighty Thor vol.1 n.337; edizione italiana: Super-Eroi: le grandi saghe n.40
  8. ^ The Mighty Thor vol.1 n.351-353; edizione italiana: Supereroi - Il Mito n.17
  9. ^ The Mighty Thor vol.1 n.399-400; edizione italiana: Il Mitico Thor Playpress n.38-39
  10. ^ The Mighty Thor vol.2 n.85; edizione italiana: Thor & i Vendicatori n.77
  11. ^ Stormbreaker: the saga of Beta Ray Bill n.85; edizione italiana: Thor & i Vendicatori n.83
  12. ^ Thor n.7-8; edizione italiana: Thor & i Vendicatori n.117-118
  13. ^ Journey into Mistery vol.1 n.641; edizione italiana: Thor & i Vendicatori n.166-167
  14. ^ The Mighty Thor vol.3 n.19; edizione italiana: Marvel Universe n.14
  Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics