Susanna Mälkki

Susanna Mälkki (Helsinki, 13 marzo 1969) è una direttrice d'orchestra e violoncellista finlandese.

Susanna Mälkki
18.IX - Susanna Mälkki cropped.jpg
Susanna Mälkki conducting the Ensemble InterContemporain
NazionalitàFinlandia Finlandia
(Helsinki)
GenereMusica contemporanea
Periodo di attività musicale1994 – in attività
Strumentovioloncello
Etichetta
Gruppi attualiOrchestra Filarmonica di Los Angeles
Sito ufficiale

Primi anniModifica

Mälkki si è formata come violoncellista come allieva di Hannu Kiiski, e in seguito ha studiato direzione d'orchestra con Jorma Panula,[1] nonché Eri Klas e Leif Segerstam, alla Sibelius Academy. Ha anche studiato alla Royal Academy of Music di Londra.[2] Ha partecipato a un laboratorio di Sibelius Academy Conductor alla Carnegie Hall nel 1998, sotto la supervisione di Panula e Esa-Pekka Salonen.[3]

CarrieraModifica

Nel 1994 Mälkki ha vinto il 1º premio al Concorso Nazionale di Violoncello di Turku. Dal 1995 al 1998 era primo violoncello dell’Orchestra Sinfonica di Göteborg. Lasciò la sua posizione di Göteborg per dedicarsi alla direzione d'orchestra. Dal 2002 al 2005 è stata direttore musicale dell'Orchestra Sinfonica di Stavanger.[4] Il suo debutto con l'Ensemble InterContemporain (EIC) avvenne nel mese di agosto del 2004, in un programma di Harrison Birtwistle al Festival di Lucerna. Diventò direttore musicale della EIC nel 2006, prima donna a ricoprire l'incarico e rimase direttore musicale della EIC fino al 2013.[5] Continua a mantenere una residenza a Parigi.[6] Nel maggio 2013 è stata nominata Direttore Ospite Principale della Gulbenkian Orchestra con un contratto iniziale di 3 anni, in vigore da luglio 2013.[7] Nel settembre 2014 Mälkki è stata nominata prossimo Direttore Principale della Orchestra Filarmonica di Helsinki, con validità dall'autunno 2016,[8] prima donna ad essere nominato a questo posto.

Mälkki è nota come una specialista in musica contemporanea.[9][10][11] Il suo lavoro nella musica contemporanea comprende numerose prime mondiali e produzioni operistiche, come condurre la prima finlandese Powder Her Face di Thomas Adès nel 1999, che indusse la Adès ad invitare la Mälkki ad essere sua assistente per ulteriori produzioni di questa opera nel Regno Unito, nell'Almeida Theatre, dove, come osservò, "ho terminato lo svolgimento di alcune delle produzioni".[1] Ha diretto la prima mondiale dell'opera di Luca Francesconi "Quartett" alla Scala di Milano nel 2011, diventando la prima donna a dirigere una produzione d'opera nella storia della casa.

Al di fuori dell'Europa, Mälkki fatto il suo debutto dirigendo in Nuova Zelanda nel novembre 2006 con la New Zealand Symphony Orchestra.[12][13] Il suo debutto dirigendo in Nord America fu nel febbraio 2007 con la Saint Louis Symphony Orchestra.[14] Il suo debutto alla BBC Proms fu nel luglio 2007, guidando la London Sinfonietta.[15][16] In primo luogo ha diretto da ospite la Los Angeles Philharmonic nel 2010. Nel mese di aprile 2016 l'orchestra ha annunciato la sua nomina come suo prossimo direttore ospite principale, con effetto dalla stagione 2017-2018, con un contratto iniziale di 3 anni.[17] È il primo direttore donna a essere nominato come direttore ospite principale della Filarmonica di Los Angeles.

RegistrazioniModifica

Mälkki ha registrato due opere di Stuart MacRae per l'etichetta NMC, Two Scenes from the Death of Count Ugolino e Motus.[18] Con l'EIC, lei ha diretto registrazioni di musiche di Bruno Mantovani, Luca Francesconi, Philippe Manoury, Michael Jarrell, Pierre Jodlowski, e Yann Robin, tutto per l'etichetta Kairos.

NoteModifica

  1. ^ a b Charlotte Higgins, In a class of her own, in The Guardian, 22 marzo 2001. URL consultato il 19 gennaio 2007.
  2. ^ Andrew Clark, "Idealist with a determined streak." Financial Times, 1 March 2005.
  3. ^ Allan Kozinn, Critic's Notebook: Gestures, Nods and Eyebrows to Inspire Conductors, in New York Times, 27 febbraio 1998. URL consultato il 19 gennaio 2007.
  4. ^ Allan Kozinn, Arts, Briefly": "On the Conductorial Front, in New York Times, 11 giugno 2005. URL consultato il 19 gennaio 2007.
  5. ^ "Matthias Pintscher est nommé Directeur musical de l'Ensemble intercontemporain" / "Matthias Pintscher appointed Music Director of the Ensemble intercontemporain" (Press Release). Ensemble InterContemporain, 22 June 2012.
  6. ^ Guy Dammann, Interview: Finnish conductor Susanna Mälkki, in Financial Times, 6 febbraio 2005. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  7. ^ Susanna Mälkki Appointed Principal Guest Conductor of Orquestra Gulbenkian, Gulbenkian Música, 29 maggio 2013. URL consultato il 30 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  8. ^ Susanna Mälkki appointed Chief Conductor of the Helsinki Philharmonic Orchestra, Helsinki Philharmonic Orchestra, 1º settembre 2014. URL consultato il 1º settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2014).
  9. ^ Andrew Clements, BCMG/Malkki (CBSO Centre, Birmingham), in The Guardian, 27 marzo 2001. URL consultato il 19 gennaio 2007.
  10. ^ Alfred Hickling, Gribbin premiere (All Saints Church, Newcastle), in The Guardian, 1º febbraio 2002. URL consultato il 19 gennaio 2007.
  11. ^ Rian Evans, BCMG/Malkki (CBSO Centre, Birmingham), in The Guardian, 8 marzo 2005. URL consultato il 19 gennaio 2007.
  12. ^ Dart, William, Instinctive desire to bring out beauty, in The New Zealand Herald, 8 novembre 2006. URL consultato il 15 novembre 2011.
  13. ^ Garth Wilshere, Review of NZSO, conductor Susanna Mälkki, violin soloist Vadim Repin, Michael Fowler Centre. Capital Times, 8 November 2006. Archiviato il 28 settembre 2007 in Internet Archive.
  14. ^ Sarah Bryan Miller, "Orchestra sails through a nautical theme". St. Louis Post-Dispatch, 4 February 2007.
  15. ^ Andrew Clements, London Sinfonietta/Malkki (review of Prom 25, 2007), in The Guardian, 2 agosto 2007. URL consultato il 3 agosto 2007.
  16. ^ Ivan Hewett, BBC Proms review: Epic density and scope (XML), in Telegraph, 1º agosto 2007. URL consultato il 4 agosto 2007.
  17. ^ The Los Angeles Philharmonic Association Appoints Susanna Mälkki As Principal Guest Conductor, Los Angeles Philharmonic, 6 aprile 2016. URL consultato l'8 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 10 aprile 2016).
  18. ^ Andrew Clements, MacRae: Violin Concerto; Two Scenes From the Death of Count Ugolino; Motus, etc, Tetzlaff/ BBCSSO/ Volkov/ Lixenberg/ Birmingham Contemporary Music Group/ Malkki, in The Guardian, 31 agosto 2006. URL consultato il 3 agosto 2007.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN103254634 · ISNI (EN0000 0000 8009 6487 · LCCN (ENno2007051713 · GND (DE132851520 · BNF (FRcb162216208 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2007051713