Sydney Sibilia

regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano

Sydney Sibilia (Salerno, 19 novembre 1981) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

BiografiaModifica

Sibilia inizia a realizzare cortometraggi insieme all'amico Fabio Ferro nella natia Salerno. Nel 2007 si trasferisce a Roma e gira gli spot per le campagne pubblicitarie per il canale Fox Crime e il programma Cambio Cane, passando poi a campagne più importanti quali quelle per Wind con Giorgio Panariello (2014 e 2015).

Nel frattempo realizza Oggi gira così (2010) un cortometraggio scritto con Valerio Attanasio e prodotto da Ascent Film, che ottiene numerosi riconoscimenti, tra cui il premio Siae come miglior sceneggiatura. [1]

Sempre con Valerio Attanasio scrive il soggetto e la sceneggiatura della sua opera prima Smetto quando voglio. Il film, prodotto dalla Fandango di Domenico Procacci, dalla Ascent Film di Andrea Paris e Matteo Rovere e da Rai Cinema, viene distribuito nelle sale cinematografiche nel febbraio 2014[2][3], riscuotendo un successo sorprendente. Il film viene presentato a festival nazionali e internazionali (fra cui il London Film Festival e il Reykjavik International Film Festival con il titolo I Can Quit Whenever I Want) ottenendo dodici candidature ai David di Donatello 2014 e vincendo numerosi premi nazionali e internazionali, fra i quali il Nastro d'argento per Miglior Produttore e il Ciak d'Oro a Sydney Sibilia come Rivelazione dell'anno.

Nel frattempo continua la sua attività di regista di spot pubblicitari, girando la campagna Wind con Fiorello (2015, 2016, 2017, 2018) [4] e fonda insieme a Matteo Rovere la casa di produzione Groenlandia.

Il 2 febbraio 2017 esce nei cinema il secondo atto, Smetto quando voglio - Masterclass prodotto da Groenlandia, Fandango e Rai Cinema; il 30 novembre 2017 esce l'ultimo capitolo, Smetto quando voglio - Ad honorem.[5]

Nel 2018 gira la campagna pubblicitaria per Fiat Panda con protagonista Fabio Rovazzi e quindi, sempre con protagonista Fabio Rovazzi, per Wind [6].

Il 9 dicembre 2020 Netflix distribuisce il suo nuovo film L'incredibile storia dell'Isola delle Rose,[7] ispirato alla storia dell'Isola delle Rose.[8]

FilmografiaModifica

RegistaModifica

Spot pubblicitari

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

  • L'ombra della chiave inglese (1998)
  • Marzo (2004)
  • Cachaça (2005)
  • Iris Blu (2005)
  • Noemi (2007)
  • Oggi gira così (2010)
  • Io sì, tu no (2017)

SceneggiatoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

  • Zio Gianni - serie TV, 4 episodi (1x8-10, 1x16) (2014)

ProduttoreModifica

RiconoscimentiModifica

David di Donatello
Nastro d'argento
  • 2014 - Nomination Migliore commedia per Smetto quando voglio
  • 2014 - Nomination Migliore regista esordiente per Smetto quando voglio
Ciak d'oro
  • 2014 - Rivelazione dell'anno per Smetto quando voglio
  • 2014 - Nomination Migliore sceneggiatura per Smetto quando voglio
Globi d'oro
  • 2014 - Migliore commedia per Smetto quando voglio
  • 2014 - Nomination Miglior film per Smetto quando voglio

NoteModifica

  1. ^ SemiColonWeb, 17:09 - La Cittadella del Corto: i premi, su news.cinecitta.com. URL consultato il 18 aprile 2021.
  2. ^ Smetto quando voglio: una generazione di ricercati da 110 e lode, su movieplayer.it. URL consultato il 12 febbraio 2014.
  3. ^ Week-end Top20 Italia del 07/02/2014, su mymovies.it. URL consultato il 12 febbraio 2014.
  4. ^ Editorbrand01, Wind avvia la campagna estiva con Fiorello per la nuova All Inclusive. Alla regia Sydney Sibilia, su Brand News, 11 giugno 2014. URL consultato il 18 aprile 2021.
  5. ^ Smetto quando voglio diventa action comedy - Film, su ANSA.it, 24 gennaio 2017. URL consultato il 18 aprile 2021.
  6. ^ Wind, on air lo spot con Fabio Rovazzi e con la figlia Paoletta, su www.engage.it. URL consultato il 18 aprile 2021.
  7. ^ "L'incredibile storia dell'Isola delle Rose" è il nuovo film italiano di Netflix, su TV Sorrisi e Canzoni, 1º ottobre 2019. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  8. ^ L' Isola e le rose, su Rizzoli Libri. URL consultato l'11 ottobre 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315524171 · ISNI (EN0000 0004 4774 4584 · WorldCat Identities (ENviaf-315524171