Apri il menu principale

Tago

fiume della Spagna e del Portogallo
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il comune delle Filippine, vedi Tago (Surigao del Sur).
Tago
Ponte Vasco da Gama.jpg
Il ponte Vasco da Gama a Lisbona
StatiSpagna Spagna
Portogallo Portogallo
Lunghezza1 008 km
Portata media450 m³/s
Bacino idrografico82 500 km²
Altitudine sorgente1 593 m s.l.m.
NasceSierra de Albarracín
SfociaOceano Atlantico presso Lisbona
Mappa del fiume

Il Tago (Tajo in spagnolo e Tejo in portoghese) è il fiume più lungo della Penisola iberica, che attraversa con un corso di circa 1008 km di cui 716 percorsi in Spagna e 292 in Portogallo.

Indice

EtimologiaModifica

Il fiume era già conosciuto dai romani con il nome latino di Tagus. L'origine è incerta: studi locali lo associano all'albero di tasso (tejo in lingua spagnola).[1] La tradizione classica faceva sì che il nome fosse interpretato (probabilmente con un procedimento paretimologico) col significato di "solco, gola, scanalatura"[2] (come se il fiume tagliasse in due la Penisola iberica).

PercorsoModifica

Nasce in territorio spagnolo nella Sierra de Albarracín e sfocia nell'oceano Atlantico presso Lisbona. Le sue acque raggiungono l'oceano attraverso un canale, dopo 1007 km. Nel suo percorso attraversa le città spagnole di Aranjuez e Toledo e quelle portoghesi di Abrantes, Santarém e Lisbona. Spettacolari i ponti che attraversano il Tago a nord e a sud di Lisbona. A nord il ponte Vasco da Gama attraversa l'estuario del Tago per una lunghezza di ben 18 km. A sud, il ponte 25 de Abril (costruito sotto la dittatura di Salazar portandone il nome, fu così ribattezzato dopo la rivoluzione dei garofani) sovrasta la città e il quartiere Alcântara. Il Tago è interessato dalla più grande opera di ingegneria idraulica della Spagna, il Trasvase Tajo-Segura, un travaso di acque che collega il Tago ad altri corsi d'acqua, come il Segura, realizzato per irrigare l'arida regione di Castiglia-La Mancia; quest'opera ha permesso la nascita del gruppo di riserve idriche del Mar de Castilla[3].

 
Il Tago presso Toledo.


NoteModifica

  1. ^ (ES) Guillermo García Pérez, Toponimia del Tejo, in Cuadernos de etnologia de Guadalajara, nº 36, Guadalajara, Institución provincial de cultura «Marqués de Santillana», 2004, pp. 83-93.
  2. ^ Atlas of True Names: Europe, Lubecca, Kalimedia.
  3. ^ Mar de Castilla, dove l'acqua oggi è un miraggio, su National Geographic Italia. URL consultato il 27 novembre 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN243468519 · GND (DE4105749-1