Tapiro d'Oro

premio satirico ideato da Striscia la Notizia

Il Tapiro d'Oro è un premio televisivo satirico ideato nel 1996 da Antonio Ricci, per la sua trasmissione Striscia la notizia.

Il Tapiro d'Oro

Il premioModifica

Consiste in una rappresentazione dorata dell'omonimo mammifero sudamericano e del sud est asiatico, costruito in polistirene e poggiato su una base in polistirolo con una targhetta riportante il nome Tapiro d'Oro. Viene consegnato dall'inviato del programma Valerio Staffelli (noto come tapiroforo) a personaggi dello spettacolo, della politica, dello sport e di qualsiasi ambito nazionale e non, che abbiano motivo di sentirsi attapirati, cioè degni di ricevere il Tapiro.

Questo attapiramento consiste nell'essere stati protagonisti di qualche vicenda assurda, nell'essere stati danneggiati da terzi o nell'essere stati coinvolti in qualche episodio spiacevole. È un premio che divide, in quanto alcuni accettano di buon grado il tapiro, mentre altri reagiscono negativamente.

Staffelli, dal 1996 a fine 2020, ha consegnato oltre 1300 Tapiri, tra cui quelli a Enrico Cuccia, Reinhold Messner, Fabrizio Del Noce, Fiorello, Vittorio Sgarbi, Mike Bongiorno (che spaccò il Tapiro lanciandolo per terra, e poi, settimane dopo, si scusò pubblicamente per l'accaduto e dichiarò ironicamente di volere un altro Tapiro) e Roberto Benigni (il cinquecentesimo). Nel 2009 Staffelli ha stilato e presentato una classifica dei 20 più famosi tapiri consegnati. Sul "podio" si sono classificati terzo Adriano Celentano, secondo Mike Bongiorno e primo Fiorello ("vincitore" finora di 25 tapiri). Ad oggi, stagione 2020/2021, il personaggio televisivo più "attapirato" è Belén Rodríguez con ben 30 tapiri, al secondo posto c'è Fiorello.

Altri "premi"Modifica

Dall'edizione 2004-2005 fino a quella del 2007-2008 di Striscia la notizia, oltre al Tapiro d'Oro c'è stato il Gongolo di Platino, ovvero il premio opposto, di cui era insignito chi compiva buone azioni o gesti lusinghieri o in generale ai personaggi noti che avevano motivo per essere di buon umore. Il Gongolo veniva consegnato da Patrick Ray Pugliese.

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione