Apri il menu principale
Targa svedese con formato standard (520 × 111 mm) in uso dal 2019
Formato emesso dal 2014 al 2019

Le targhe d'immatricolazione svedesi vengono utilizzate per identificare i veicoli immatricolati nel Paese scandinavo.

Indice

CaratteristicheModifica

 
Grafica utilizzata dal 2010 al 31/12/2013 (con banda blu)
 
Formato 2002–31/12/2009 con banda blu e bollino di controllo
 
Formato 1994–31/12/2001 (480 × 111 mm) in plastica
 
Esempio di targa personalizzata

Le targhe automobilistiche in Svezia fino al 2019 erano composte da tre lettere sequenziali e, separate da uno spazio, tre cifre, del tipo AAA 000, in caratteri neri su sfondo bianco.
A causa del crescente numero di nuove immatricolazioni in Svezia e l'imminente esaurimento di tutte le combinazioni possibili, nel mese di maggio del 2015 la Transportstyrelsen, l'agenzia svedese per i trasporti, aveva pubblicato una proposta per l'emissione di targhe in cui la terza cifra venisse sostituita da una lettera, cioè al raggiungimento della targa ZZZ 999 della serie normale sarebbe seguita l'emissione di una nuova serie composta da tre lettere, due numeri e una lettera aggiuntiva (da AAA 01A a ZZZ 99Z escludendo la lettera O)[1]. Questa proposta di modifica è stata approvata dal governo il 16 febbraio 2017[2]. In tal modo il numero delle combinazioni possibili è più che triplicato, passando da 12,1 milioni a 38,9 milioni. Le nuove targhe sono state assegnate a partire dal 2019[3].
Il font utilizzato dal 2002 deriva dal DIN 1451, mentre dal 1994 a tutto il 2001 era usato l'Helvetica Bold.
Nello spazio tra le lettere e le cifre, dal 2002 al 2010, era incollato il bollino adesivo di controllo tecnico del veicolo (Kontrollmärkena), il cui colore indicava l'anno e il numero all'interno del rettangolo il mese in cui era stata effettuata la revisione. Il bollino certificava anche che il veicolo era stato assicurato.
A sinistra è posizionata la banda blu con le dodici stelle dell'Unione Europea e la sigla automobilistica internazionale S, introdotta come opzionale il 1º aprile 2003 e divenuta obbligatoria dal 2014, anno in cui è stata modificata la grafica rispetto a quella adottata dal 2010 a tutto il 2013.
Per quanto riguarda il materiale, dal 2002 le targhe svedesi sono di alluminio, come lo erano fino a tutto il 1983, mentre dal 1984 fino a tutto il 2001 erano di plastica.
Le targhe vengono assegnate su scala nazionale e non hanno alcun legame con la contea di immatricolazione. Si utilizzano tutte le lettere della lingua svedese tranne I, Q, V, Å, Ä e Ö.
Dal 25 novembre 1988 vengono emesse targhe personalizzate, con un minimo di due ed un massimo di sette caratteri (inclusi gli spazi)[4], che possono essere costituiti da sole lettere, anche con I, Q, V e segni diacritici; il loro costo è di 6000 corone svedesi, cioè circa 563 .

Combinazioni di lettere vietateModifica

Non sono usate le seguenti combinazioni: APA (che in svedese significa "scimmia"), ARG (= arrabbiato), BSS (acronimo di Bevara Sverige Svenskt, un movimento razzista attivo in Svezia dal 1979 al 1986), DUM (= "stupido"), ETA, FAN (= "demonio"), FEG (= "pollo"), FEL (= "errore"), FUL (= "brutto"), GAY, GHB, GUD (= "Dio"), HOR (= "fornicazione"), HOT, KGB, KKK, KUK-CUC-CUK-LEM (termini del registro colloquiale basso indicanti il "pene"), LAT (= "fannullone"), LSD, MAO, NRP, NSF (= Nationalsocialistisk Front, partito neonazista attivo in Svezia dal 1994 a novembre del 2008), NYD (sigla che sta per "Nuova Democrazia", in svedese Ny Demokrati, partito xenofobo scioltosi nel 2000), OND (= "vizioso"), PKK, SEX, SUP (abbreviazione di una bevanda scandinava ad alta gradazione alcolica), TBC, TOA (prime tre lettere della parola toalett), UFO, USA, XTC, XXL (acronimo di Extra Extra Large) e XXX.

Cambi di proprietàModifica

Chiunque acquisti un veicolo nuovo in Svezia, è tenuto a immatricolarlo. Dal momento che manca l'indicazione della provenienza nella targa, un cambio di residenza del proprietario o la vendita in un'altra contea di un veicolo usato non comporta cambiamenti nella targa stessa; ad ogni modo, i dati modificati riguardanti il proprietario devono essere comunicati tempestivamente. Solo in caso di rottamazione o trasferimento definitivo all'estero, la relativa targa viene ritirata. È anche possibile tracciare con precisione l'intera cronologia delle proprietà di un determinato veicolo.

Revisione dei veicoliModifica

La seguente tabella mostra quando il proprietario di un autoveicolo o motoveicolo immatricolato in Svezia è tenuto ad effettuarne la revisione. Il periodo dell'anno varia in base all'ultima cifra della targa.

Ultima cifra Mese della revisione Periodo dell'anno in cui effettuare la revisione
1 gennaio novembre - marzo
2 febbraio dicembre - aprile
3 marzo gennaio - maggio
4 aprile febbraio - giugno
5 luglio maggio - settembre
6 agosto giugno - ottobre
7 settembre luglio - novembre
8 ottobre agosto - dicembre
9 novembre settembre - gennaio
0 dicembre ottobre - febbraio

Varianti del formato standardModifica

 
Formato emesso dal 1º gennaio 2014
 
Formato (2010–31/12/2013) per motocicli e ciclomotori
 
Targa-prova per concessionari (2010–31/12/2013)
 
Piastra da esportazione
 
Targa di un taxi
 
Formato per automezzi dell'Esercito
 
Targa diplomatica: DL = Federazione Russa, B = veicolo di proprietà dell'ambasciata
  • I proprietari di autoveicoli con il vano targa posteriore di lunghezza limitata possono richiedere dal 1994 un formato americano, di 300 × 111 mm anziché 520 × 111 mm.
  • Il 1º gennaio 2014 è stato introdotto un ulteriore formato "corto", anch'esso di 300 × 111 mm, nel quale la spaziatura tra lettere e cifre si è ridotta notevolmente e la banda blu dell'UE occupa solo la metà superiore del margine sinistro; inoltre l'altezza dei caratteri è inferiore a quella delle targhe normali[5].
  • I piatti d'immatricolazione dei motocicli e dei ciclomotori seguono la numerazione di quelli degli autoveicoli, ma con caratteri disposti su doppia linea (lettere in alto e cifre in basso) e dimensioni di 170 × 150 mm (119 × 155 mm prima del 2014[6]).
  • Motoslitte e macchine agricole sono provviste delle sole piastre anteriori, che misurano 260 × 70 mm.
  • Le targhe di prova riservate ai proprietari di concessionarie, autosaloni e autorimesse per test drive hanno caratteri neri su sfondo verde acqua; dal 2014 si trova, a sinistra, la banda blu UE.
  • Le placche da esportazione si distinguono per cifre e lettere di colore bianco-argento in campo rosso e la data di scadenza della validità (giorno e mese sono allineati a sinistra, l'anno è posizionato in alto a destra).
  • Le targhe dei taxi sono riconoscibili per i caratteri neri su sfondo giallo e la lettera T a destra, di dimensioni ridotte, che già non è presente nelle targhe personalizzate e non verrà più impressa nella serie di prossima emissione del tipo AAA 01A.
  • Anche le targhe sostitutive hanno caratteri neri in campo giallo; a volte sono scritte a mano. Misurano 445 × 120 mm e vengono rilasciate dalla polizia in attesa che venga reimmatricolata la targa perduta o rubata.
  • Le targhe dell'automobile ufficiale del re hanno un formato normale ed un fondo bianco riflettente con al centro lo stemma di una corona nera.
  • Dal 2014 le targhe delle auto da rally e delle moto da corsa si differenziano da quelle ordinarie solamente per lo sfondo arancione riflettente. A partire dall'anno sopra specificato, l'unico formato usato per le automobili che partecipano a competizioni sportive è quello ridotto.
  • Le targhe degli automezzi militari continuano ad utilizzare formato e font antecedenti al 1973. La combinazione è esclusivamente numerica, composta da cinque o sei cifre di colore giallo in campo nero.
  • Le targhe diplomatiche, le cui dimensioni sono 480 × 110 mm, sono riconoscibili per i caratteri e il bordo neri su sfondo azzurro. Le prime due lettere identificano lo Stato della rappresentanza (ad esempio l'Italia ha il codice "CB") e sono state assegnate in ordine alfabetico utilizzando i nomi degli Stati o delle Organizzazioni internazionali in francese (da "AA" a "FW"[7]); sono seguite da tre cifre in successione progressiva da 001 e da un'altra lettera che indica se il veicolo è privato o no e lo status del proprietario, secondo il seguente schema:
Lettera Status
A Veicolo privato di un ambasciatore o capo del personale di un'ambasciata
B Veicolo di proprietà di un'ambasciata
C Veicolo privato di un diplomatico
D Veicolo privato del personale tecnico e amministrativo
E Veicolo di proprietà di un consolato (non onorario)
F Veicolo privato di un console (non onorario)
G Veicolo privato del personale accreditato presso un consolato
H Veicoli di proprietà di un'Organizzazione internazionale
I Veicolo privato del personale accreditato presso un'Organizzazione internazionale

Vecchio sistemaModifica

 
Vecchia targa (emessa prima del 1973) di un veicolo di Stoccolma città

Dal 1906 al 1973 venivano emesse targhe con la serie formata da una o due lettere ed un numero composto da un massimo di cinque cifre; le lettere indicavano la contea (län in svedese) nella quale il veicolo era stato registrato. Le piastre dei veicoli militari erano le uniche ad avere, come quelle attuali, solo cifre (non più di sei). Il sistema prevedeva, fatta eccezione per le sigle AC e BD, l'aggiunta di una seconda lettera nelle contee che avevano esaurito tutte le combinazioni possibili con cinque cifre una volta arrivati a A99999.
Queste targhe non furono più in uso dopo il 1973; tutti i proprietari di un veicolo, anche d'epoca, immatricolato prima dell'anno sopra specificato, dovettero reimmatricolarlo con il nuovo sistema.
Le sigle automobilistiche e le relative contee erano le seguenti[8]:

Sigla Contea Note
A, AA Stoccolma (Stockholm) città Dal 1969 incorporata nella contea di Stoccolma → AB
AB Contea di Stoccolma Dal 1969
AC Contea di Västerbotten
B, BA, BB Contea di Stoccolma Dal 1969 → AB
BD Contea di Norrbotten
C, CA Contea di Uppsala
D Contea di Södermanland
E, EA Contea di Östergötland
F, FA Contea di Jönköping
G Contea di Kronoberg
H Contea di Kalmar
I Contea di Gotland
K Contea di Blekinge
L, LA Contea di Kristianstad Dal 1997 parte della contea della Scania
M, MA, MB Contea di Malmö Dal 1997 parte della contea della Scania
N Contea di Halland
O, OA, OB Contea di Göteborg e Bohuslän Dal 1998 parte della contea di Västra Götaland
P, PA Contea di Älvsborg Dal 1998 parte della contea di Västra Götaland
R Contea di Skaraborg Dal 1998 parte della contea di Västra Götaland
S, SA Contea di Värmland
T, TA Contea di Örebro
U, UA Contea di Västmanland
W, WA Contea di Kopparberg Dal 1997 assume il nome attuale di contea di Dalarna
X, XA, XB Contea di Gävleborg
Y, YA Contea di Västernorrland
Z, ZA Contea di Jämtland

NoteModifica

  1. ^ https://teknikensvarld.se/sa-ser-sveriges-nya-registreringsskylt-ut-185256/
  2. ^ https://www.riksdagen.se/sv/dokument-lagar/dokument/svensk-forfattningssamling/forordning-2001650-om-vagtrafikregister_sfs-2001-650
  3. ^ https://www.transportstyrelsen.se/sv/Nyhetsarkiv/beslutat--nya-registreringsnummer-infors-under-2019/
  4. ^ Il limite massimo era di sei caratteri fino al 2004.
  5. ^ https://web.archive.org/web/20131010013639/http://www.transportstyrelsen.se/sv/Nyhetsarkiv/Sveriges-registreringsskyltar-forandras/
  6. ^ Questo formato era utilizzato anche da alcune automobili con l'alloggiamento per la targa posteriore ridotto e di forma quadrata.
  7. ^ Non vengono attualmente utilizzate le lettere I, O, Q, V, Å, Ä e Ö, né le combinazioni EW ed EZ, vd. https://www.transportstyrelsen.se/TSFS/TSFS%202010_112k.pdf.
  8. ^ (EN) Parker N. - Weeks J., Registration Plates of the World, Fourth Edition, Yeovil, Somerset, L J Print Group, United Kingdom 2004, pp. 542-543, ISBN 0-9502735-7-0.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica