Apri il menu principale

Targhe d'immatricolazione azere

CaratteristicheModifica

 
Placca d'immatricolazione posteriore su doppia linea

Dal 1994 sono generalmente composte dalla sigla automobilistica internazionale AZ di colore nero sotto la bandiera azera con i bordi orizzontali ondulati, due cifre che indicano la zona di immatricolazione, un trattino, due lettere (una sola nei motocicli), un secondo trattino ed altre tre cifre; le lineette non sono presenti nelle targhe su doppia riga. Fanno eccezione le macchine agricole, nelle cui piastre, pur avendo i caratteri disposti su due righe, un trattino separa l'unica lettera dal numero di tre cifre in basso.
Le dimensioni delle targhe sono conformi agli standard europei, con cifre e lettere nere su fondo bianco riflettente. Sul lato sinistro sono posizionate la bandiera dell'Azerbaigian e le lettere AZ.

Targhe con microchipModifica

 
Targa con microchip sotto la sigla internazionale "AZ" in rilievo

Alla fine del 2011 in Azerbaigian è stato introdotto un nuovo formato di targa in cui a sinistra la bandiera nazionale in alto è senza bordi ondulati, mentre in basso un microchip per l'identificazione elettronica del proprietario del veicolo è posizionato sotto la sigla internazionale AZ in rilievo.
I veicoli con targa su doppia linea hanno il microchip nell'angolo in alto a destra.

Codici numerici e zone di immatricolazione corrispondentiModifica

Le prime due cifre (eccetto "99") indicano il distretto o città in cui il veicolo è stato immatricolato secondo lo schema sotto elencato[1], mentre le due lettere e le successive tre cifre (LL-NNN) sono progressive (iniziale: AA-001, finale: ZZ-999). I distretti che in parte rientrano nel territorio della repubblica Nagorno-Karabakh e i numeri corrispondenti sono scritti in corsivo, mentre i numeri e i rispettivi distretti o città che fanno parte del Naxçıvan sono scritti in grassetto.

Varianti del formato standardModifica

 
Facsimile di targa di transito (04 = 2004, anno di validità)
 
Piatto d'immatricolazione di un autoveicolo adibito al trasporto pubblico o privato di passeggeri nella capitale
  • Targhe diplomatiche: sono riconoscibili per il colore rosso e le scritte bianche; le prime tre cifre dopo la sigla identificano lo Stato o l'organizzazione internazionale in base al seguente ordine numerico crescente[2]:
    001=Turchia, 002=Francia, 003=Iran, 004=Russia, 005=Regno Unito, 006=Stati Uniti, 007=Germania, 008=Cina, 009=Iraq, 010=Sudan, 011=Pakistan, 012=Egitto, 013=Nazioni Unite, 014=Slovacchia, 015=Grecia, 016=Israele, 017=Kazakistan, 018=Georgia, 019=Libia, 020=Ucraina, 021=Italia, 022=Kirghizistan, 023=Uzbekistan.
  • Targhe per proprietari di veicoli residenti all'estero: hanno i caratteri neri su fondo giallo.
  • Targhe provvisorie o di transito: sono composte da due lettere e tre cifre nere su fondo bianco; il numero di due cifre indicante l'anno di validità (es.: 17 = 2017), posizionato a destra, è preceduto da una fascia verde verticale al cui interno sono scritte le lettere AZ e TR rispettivamente sopra e sotto una lineetta orizzontale, entrambe a caratteri neri.
  • Targhe per veicoli adibiti al trasporto pubblico o privato di passeggeri: cifre e lettere sono bianche su fondo azzurro (o raramente blu).
  • Targhe per autocarri: nelle targhe anteriori hanno la bandiera nazionale e le lettere "AZ" a destra anziché a sinistra.

Sigle specialiModifica

 
Targa di una vettura del personale diplomatico (sigla "D") italiano, identificato dal numero "021"
 
Formato su una linea con sigla "H" per veicoli intestati a stranieri con residenza in Azerbaigian
 
Modello di formato per auto della Polizia Stradale di Baku
  • AA - Membri del Governo
  • AO - Esercito Azero (Azərbaycan Ordusu)
  • D (bianco su rosso) - Personale diplomatico (Diplomatik Heyət)
  • FK (bianco su rosso, da agosto 2015) - Console Onorario (Fəxri Konsul)
  • H (nero su giallo, lettera seguita da un numero di sei cifre) - Stranieri con residenza in Azerbaigian
  • HP - Polizia Militare (Hərbi Polis)
  • HT - Giustizia Militare (Hərbi Әdalət)
  • K (nero su giallo, lettera seguita da un numero di sei cifre) - Agenzie di stampa e media esteri (Korrespondent)
  • M (nero su giallo, lettera seguita da un numero di sei cifre) - Società estere (Mission)
  • MN - Ministero della Difesa (Müdafıə Nazirliyi)
  • P (nero su giallo, lettera seguita da un numero di sei cifre) - Delegazione straniera in procinto di lasciare definitivamente l'Azerbaigian[3]
  • PA - Amministrazione del Presidente (President Administration)
  • PM - Servizi Segreti del Presidente (President Mission)
  • SFR (bianco su rosso) - Ambasciatore (Səfır)
  • SQ - Truppe di Frontiera (Sərhəd Qoşunları)
  • T (bianco su rosso) - Staff tecnico accreditato presso un'ambasciata o un consolato (Texniki Xidməti)
  • XQ - Truppe di Marina (la Q sta per Qoşunları, in azero "truppe")
  • YP - Polizia Stradale (Yol Polisi)
  • ZL (piastra su doppia linea, L = lettera seriale a partire da "A") - Rimorchio[4]
  • ZL (targa su doppia linea, nero su giallo, L = lettera seriale a partire da "A") - Rimorchio intestato ad uno straniero
  • 0000 LL (targa su un'unica riga, nero su giallo, 0 = cifra, LL = lettere seriali iniziando da "AA") - Rimorchio intestato ad uno straniero

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Parker N. - Weeks J., Registration Plates of the World, Fourth Edition, L J Print Group, Yeovil, Somerset, United Kingdom 2004, pp. 74-75. ISBN 0-9502735-7-0

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica