Apri il menu principale

Targhe d'immatricolazione dei Paesi Bassi

Auto della Polizia dei Paesi Bassi con targa ordinaria per autoveicoli
Targa posteriore di un'auto riservata alla famiglia reale

Le targhe d'immatricolazione dei Paesi Bassi, di cui esistono diversi tipi, dal 1978 hanno nella maggior parte dei casi un fondo giallo riflettente con combinazione alfanumerica a caratteri neri. Nella parte sinistra è posizionata una banda blu con in alto le dodici stelle gialle dell'Unione Europea ed in basso la sigla automobilistica internazionale NL di colore bianco. Dal momento che la targa identifica non il proprietario ma il veicolo, essa rimane legata a quest'ultimo anche in caso di vendita.
Le targhe attualmente in uso non sono legate in alcun modo alla provenienza, ma approssimativamente si può risalire al periodo di prima immatricolazione del veicolo.

CronologiaModifica

Dal 1905 al 1951Modifica

 
Auto con targa della provincia dell'Olanda Meridionale (H) in una foto del 1931

Dal 1905 al 1951 le targhe olandesi erano nere con caratteri bianchi. Erano costituite da una o due lettere indicanti la provincia ed un numero separati da un trattino.

Dal 1951 ad oggiModifica

A partire dal 1951 le targhe emesse, eccettuate alcune provvisorie, non hanno più indicato la provincia. Sono tuttora composte da una sequenza alfanumerica di sei caratteri separati a due a due da trattini[1], senza alcun significato specifico. Gli schemi delle targhe che si sono succeduti negli anni sono stati i seguenti[2]:

Formato e numerazione Serie Data di introduzione per tipologia di veicoli Note
             
  1 1951 1951 1951 1951 1963 1963 In questa serie la seconda lettera è riservata a specifici tipi di veicoli (autovetture D, G, K, P, T e X, moto E, H, L, R, U e Z, veicoli commerciali ed autobus di larghezza inferiore a 2,20m A, F, J, N, S e V, veicoli commerciali ed autobus di larghezza superiore a 2,20m B); veicoli commerciali ed autobus avevano la targa col fondo di colore grigio. Queste targhe sono ancora in uso per auto, moto e mezzi commerciali d'epoca d'importazione, ma non mantengono la codifica della seconda lettera. Dall'introduzione della banda europea NL, tutti i proprietari di veicoli d'epoca di età superiore ai 40 anni possono scegliere se mantenere il vecchio formato o utilizzare quello nuovo. La lettera Y è assegnata alle barche a motore.
  2 1965 1974 1977 Queste targhe sono ancora in uso per auto d'epoca di importazione. Dall'introduzione della banda europea NL, tutti i proprietari, incluse le nuove emissioni per veicoli d'epoca, possono scegliere se mantenere il vecchio formato o utilizzare quello nuovo. La lettera Y è riservata all'immatricolazione di barche a motore.
  3 1973 1977 1983 Nel 1976 e nel 1977 il colore blu era leggermente più chiaro ed i caratteri usati diversi. A partire dal 1978, tutte le nuove targhe emesse in questa serie assumono la colorazione della serie 4. Dall'introduzione della banda europea NL, tutti proprietari possono scegliere se mantenere il vecchio formato o utilizzare quello nuovo. La lettera Y è riservata alle youngtimer, ossia ad automobili di età superiore ai 15 ed inferiore a 40 anni.
  4 1978 1980 1980 1988 1988 Da questa serie la prima lettera è riservata a specifici tipi di veicoli (rimorchi W, semirimorchi O, veicoli commerciali fino a 3.5t V, veicoli commerciali oltre 3.5t B, moto M, autovetture D, F, G, H, J, K, L, N, P, R, S, T, X, Y e Z) e, al fine di evitare, allo stesso tempo, errori di lettura della targa e combinazioni con un significato sensato, dopo la prima lettera, viene vietato l'utilizzo di alcune di esse (A, C, E, I, O, Q, W). Questa serie è attualmente in uso sui semirimorchi (OX-99-XX). A partire dal 1999, tutte le nuove targhe emesse in questa serie assumono la colorazione della serie 6. Dopo l'introduzione della banda europea NL, tutte le targhe di questa serie, eccetto alcuni casi particolari, sono state sostituite con quelle di nuovo formato.
  5 1991 1999 1994 1994 2000   A partire da questa serie, la lettera Y viene utilizzata solo per la registrazione di imbarcazioni a motore e conseguentemente non più usata né come prima lettera per le autovetture né come lettera successiva per gli altri tipi di veicoli. Dal 1999 tutte le nuove targhe emesse in questa serie assumono la colorazione della serie 6. Dopo l'introduzione della banda europea NL, tutte le targhe di questa serie, eccetto alcuni casi particolari, sono state sostituite con quelle di nuovo formato.
  6 1999 2011 1998 2008   Nuovo carattere, bordo nero, banda europea NL e sistema anticontraffazione. Questa serie è attualmente in uso sui motocicli (99-MX-XX) e sui rimorchi (99-WX-XX).
  7 2008   2005 2012 2006     Questa serie è attualmente in uso per veicoli commerciali >3.5t (99-BXX-9). Da questa serie le prime lettere D ed F sono state riservate ai ciclomotori.
  8 2013     2009     Le prime lettere di questa serie possono essere solamente K, S, T, X e Z e la serie V per veicoli commerciali <3.5t; tutte le altre lettere sono riservate alle targhe temporanee da esportazione.
  9 2015   2006   2012    
  10 2019   2008   2016     Questa serie è attualmente in uso per le autovetture (G-999-XX).
  11     2015   2019     Questa serie è attualmente in uso per ciclomotori (DXX-99-X e FXX-99-X). Questa serie è attualmente anche in uso per i veicoli commerciali <3.5t (da VBB-01-B fino a VZZ-99-Z incluso)[3].
  12               Questa serie 12 non è ancora in uso.
  13               Questa serie 13 è attualmente in uso per veicoli agricoli con targa di transito o autoveicoli da esportazione (da 0-GV-001 a 9-GV-999); la lettera Y è assegnata alle barche a motore.
  14               Questa serie 14 non è ancora in uso.

Sistema in usoModifica

Le targhe possono essere di diversi colori ed in tre diversi formati: quello su un'unica riga (520 × 110 mm), quello su doppia linea (340 × 210 mm) e quello americano (310 × 110 mm); inoltre la placca anteriore e posteriore non devono avere necessariamente le stesse dimensioni. Altri formati specifici sono quelli per ciclomotori e quelli per motocicli (210 × 143 mm). Solo le targhe con fondo giallo, che sono comunque la stragrande maggioranza, riportano la banda europea con la sigla internazionale NL. Le targhe con formato americano, anche se con fondo giallo, sono prive della banda sopra specificata. Sono vietate le seguenti combinazioni di lettere:

  • GVD, abbreviazione di Godverdomme, un'espressione blasfema in olandese;
  • KKK, sigla del movimento razzista Ku Klux Klan;
  • LPF, acronimo del partito politico (attivo fino al 2008) Lijst Pim Fortuyn;
  • NSB, sigla del Nationaal-Socialistische Beweging (Movimento Nazional-Socialista dei Paesi Bassi);
  • PKK, sigla del Partîya Karkerén Kurdîstan (Partito dei Lavoratori del Kurdistan);
  • PSV, squadra di calcio di Eindhoven;
  • PVV, acronimo del Partij voor de Vrijheid (Partito per la Libertà);
  • VVD, acronimo del Volkspartij voor Vrijheid en Democratie (Partito per la Libertà e Democrazia) a partire da sidecode 8;
  • SA, sigla delle Sturmabteilung naziste;
  • SD, sigla del Sicherheitsdienst (Servizio Segreto della Germania nazista), anche nelle combinazioni a tre lettere GSD, HSD, JSD ecc. fino e compreso ZSD, e SDBSDZ; DSD-01-B fino e compreso DSD-99-Z (e VSD-01-B fino e compreso VSD-99-Z); DxS-01-D fino e compreso DxS-99-D, VxS-01-D fino e compreso VxS-99-D, x = B fino e compreso Z;
  • SS, sigla delle Schutzstaffeln naziste, anche nelle combinazioni a tre lettere GSS, HSS, JSS ecc. fino e compreso ZSS, e SSBSSZ; DSS-01-B fino e compreso DSS-99-Z (e VSS-01-B fino e compreso VSS-99-Z); DxS-01-S fino e compreso DxS-99-S, VxS-01-S fino e compreso VxS-99-S, x = B fino e compreso Z;
  • TBS, lettere aventi il significato di Terbeschikkingstelling (trattamento sanitario obbligatorio).

Nonostante il divieto, nel mese di novembre del 2010, a causa di un errore, circa un centinaio di targhe con la sigla NSB sono state emesse e successivamente ritirate[4].

Le targhe vengono prodotte esclusivamente da soggetti privati autorizzati. L'RDW (Rijksdienst voor het Wegverkeer), l'autorità responsabile per i trasporti stradali nei Paesi Bassi, rimane comunque responsabile per la gestione del pubblico registro e l'emissione dei documenti di proprietà e di circolazione del veicolo[5].

Libretto di circolazione con microchipModifica

 
Libretto di circolazione (fronte) in uso dal 2014

Dal 1º gennaio 2014 nei Paesi Bassi il libretto di circolazione (kentekenbewijs) è plastificato, in formato carta di credito. Questa card e la patente di guida (che è delle stesse dimensioni) sono gli unici documenti che un conducente deve portare con sé ogniqualvolta guidi un veicolo in questo Stato. La carta, di colore verde, è identica per ogni categoria di automezzo, differiscono solamente le informazioni dettagliate riguardanti il veicolo a cui è abbinata, contenute in un microchip. Tutte le immatricolazioni emesse anteriormente alla data sopra specificata rimangono valide finché la vettura non cambia proprietario o fino a quando il proprietario non richieda l'emissione di documenti di immatricolazione sostitutivi. Mentre in precedenza si richiedeva il cosiddetto "certificato di trasferimento" (un documento separato che veniva rilasciato contestualmente all'immatricolazione) per vendere un veicolo, dal 2014 l'overschrijvingsbewijs è stato sostituito da un codice. Basta dunque avere con sé la card ed il codice corretto per poter vendere un autoveicolo o motoveicolo, anche se non si è più in possesso della lettera originale (che viene consegnata al proprietario in concomitanza con la nuova immatricolazione) indicante il codice.

AutovettureModifica

  Targa su un'unica linea          Targa su due linee         Targa con formato americano

Le targhe attualmente emesse per questa categoria di veicoli, fatta eccezione per quelli d'epoca o con formati speciali, fanno parte della serie 9 e devono essere applicate sia sulla parte anteriore che su quella posteriore del veicolo. Di questa categoria fanno parte anche i quad, i sidecar ed i motocicli a tre ruote come il Piaggio MP3; in questi casi la targa deve essere applicata solo sul lato posteriore del veicolo.

TaxiModifica

 
La targa è azzurra con caratteri neri e senza banda blu; è assegnata sia ai taxi che alle vetture adibite a noleggio con conducente. Il numero di registrazione è indipendente dall'uso che viene fatto del veicolo (privato o taxi), quello che cambia è il colore della targa; ad esempio un veicolo prima adibito ad uso privato e successivamente a taxi, in fase di cambio di destinazione, dovrà, pur mantenendo lo stesso numero di targa, averne una nuova di colore diverso.

Auto d'epocaModifica

 
Targa su due linee apposta su una Siata-Ford cabriolet oldtimer

  Oldtimer          Youngtimer

La targa è blu scura con caratteri bianchi senza banda azzurra con il simbolo dell'Unione Europea e la sigla internazionale NL; è destinata alle auto d'epoca d'importazione, che si distinguono in oldtimer (ante 1973) e youngtimer (1973–1977). Le prime utilizzano la serie 1 con le combinazioni DE, DH, DL, DM, DR, AE, AH, AL, AM, AR e DZ, mentre le seconde la serie 3 con le combinazioni YA, YB e YD. Le auto invece risalenti alle stesse epoche ma originariamente immatricolate nei Paesi Bassi conservano la vecchia targa. È facoltà del proprietario richiedere la targa gialla con la banda blu europea e la sigla internazionale NL.

MotocicliModifica

 
Le targhe attualmente emesse per questa categoria di veicoli, fatta eccezione per quelli d'epoca o con formati speciali, fanno parte della serie 8, riportano come prima lettera della sequenza la M e devono essere applicate solo sul lato posteriore del veicolo.

Motocicli d'epocaModifica

 
La targa è blu scura con caratteri bianchi senza banda europea NL ed è destinata alle moto d'epoca d'importazione immatricolate fino al 1977. Le moto d'epoca utilizzano la serie 1 con le combinazioni AM e DM. Le moto invece risalenti alla stessa epoca ma originariamente immatricolate nei Paesi Bassi conservano la vecchia targa. È facoltà del proprietario richiedere la targa gialla con banda europea NL.

Ciclomotori e quadricicli leggeriModifica

Le targhe attualmente emesse per queste categorie di veicoli fanno parte della serie 11, senza trattini di separazione tra lettere e numeri, riportano come prima lettera della sequenza la D o la F e devono essere applicate solo sul lato posteriore del veicolo. Non sono previste targhe speciali.

Ciclomotori con velocità limitata a 25 km/hModifica

  Targa quadrata          Targa lunga
La targa è celeste con caratteri bianchi e senza banda europea NL. I ciclomotori con velocità limitata a 25 km/h sono guidabili senza casco ed autorizzati a circolare anche sulle piste ciclabili.

Quadricicli leggeri e ciclomotori con velocità limitata a 45 km/hModifica

  Targa quadrata          Targa lunga
La targa è gialla con caratteri neri e sprovvista della banda europea NL. I ciclomotori con velocità limitata a 45 km/h sono guidabili con il casco ed autorizzati a circolare solo sulle strade aperte al traffico motorizzato.

Veicoli ad uso commercialeModifica

I veicoli ad uso commerciale, fatta eccezione per quelli d'epoca e con targhe speciali, riportano come prima lettera della sequenza la V se di massa inferiore a 3,5t, la B se di massa superiore a 3,5t e devono essere applicate sia sulla parte anteriore che su quella posteriore del veicolo.

Veicoli ad uso commerciale con massa <3,5tModifica

 
Dal 2019 le targhe emesse per questa categoria di veicoli fanno parte della serie 11 (es.: VXX-99-X). Vi rientrano anche le autovetture aziendali ad uso promiscuo.

Veicoli ad uso commerciale con massa >3,5tModifica

 
Dal 2012 le targhe emesse per questa categoria di veicoli fanno parte della serie 7. Vi rientrano anche gli autobus.

Veicoli d'epoca ad uso commercialeModifica

 
La targa è di colore blu scuro con caratteri bianchi senza banda europea NL ed è destinata ai veicoli commerciali d'epoca d'importazione immatricolati fino al 1977. I veicoli commerciali utilizzano la serie 1 con la combinazione BE. Quelli invece risalenti alla stessa epoca ma originariamente immatricolati nei Paesi Bassi conservano la vecchia targa. È facoltà del proprietario richiedere la targa gialla con banda europea NL.

RimorchiModifica

I rimorchi riportano una targa ripetitrice della targa della motrice o veicolo trattore se di massa inferiore a 750 kg oppure una targa propria se di massa superiore a 750 kg; entrambe devono essere applicate solo sulla parte posteriore del veicolo.

Rimorchi con massa <750kgModifica

 
La targa è bianca con caratteri neri senza banda europea NL. Questa targa è utilizzata, oltre che sui piccoli rimorchi di massa <750 kg, anche nel caso di targa coperta da un portabagagli o un portabiciclette e nel caso di rimorchi o semirimorchi registrati all'estero che, in accordo con la normativa nazionale del Paese di registrazione del rimorchio o semirimorchio stesso, necessitano di targa ripetitrice.

Rimorchi con massa >750kgModifica

 
Le targhe attualmente emesse per questa categoria di veicoli, fatta eccezione per con targhe speciali, fanno parte della serie 6 e riportano come prima lettera della sequenza la W. Di questa categoria fanno parte anche le roulotte.

SemirimorchiModifica

 
Le targhe attualmente emesse per questa categoria di veicoli, eccettuati quelli con targhe speciali, fanno parte della serie 4, riportano come prima lettera della sequenza la O (iniziale di Oplegger, cioè "semirimorchio" in olandese) e devono essere applicate solo sulla parte posteriore del veicolo.

DuplicatiModifica

Lo smarrimento o la distruzione delle targhe comporta l'emissione di un duplicato che riporta gli stessi numeri e lettere della registrazione originale. Lo smarrimento o la distruzione di solo una delle due targhe, qualora siano entrambe previste, comporta il ritiro della targa superstite e l'emissione del duplicato della coppia di targhe.

Piastre temporaneeModifica

 
La targa è bianca con caratteri neri senza banda europea NL e riporta, oltre al numero di targa originale, due piccole cifre ruotate di 90° in senso antiorario riportanti il successivo mese di scadenza.

Targhe definitiveModifica

 
La targa riporta, oltre alla sequenza alfanumerica originale, una piccola cifra sopra il primo trattino. Essa indica il numero di duplicato della targa stessa.

Targhe e sigle specialiModifica

Le targhe di veicoli di proprietà di alcune categorie di persone od organizzazioni internazionali, di veicoli specifici o immatricolati per tempi ridotti, hanno un formato differente da quelle standard secondo il seguente schema:

Targa Formato Descrizione
  AA, seguito da due o tre cifre Veicoli in servizio presso la famiglia reale.
BO-99-99 BO, serie 1 e 3 Rimorchi immatricolati in Paesi esteri dove non necessitano di una targa propria e che devono essere agganciati ad una motrice o veicolo trattore olandese.
  KL, KN, KO, KP, KR, KS, KT, KU, KV, KX, KY, KZ, KA, serie 1 e KL, KZ, KP, serie 3 Veicoli ufficiali dell'esercito (Koninklijke Landmacht). Le vecchie targhe senza la banda europea non sono state sostituite e sono sempre in circolazione. Questo tipo di targa, anche se sempre in uso, non viene più rilasciato.
  KM, serie 1 Veicoli ufficiali della marina militare (Koninklijke Marine). Le vecchie targhe senza la banda europea non sono state sostituite e sono sempre in circolazione. Questo tipo di targa, anche se sempre in uso, non viene più rilasciato.
  LM, serie 1 Veicoli ufficiali dell'aeronautica militare (Koninklijke Luchtmacht). Le vecchie targhe senza la banda europea non sono state sostituite e sono sempre in circolazione.
  KV, serie 1 Veicoli ufficiali dei Koninklijke Marechaussee, un corpo di polizia militare con compiti molto simili a quelli dei Carabinieri italiani. Le vecchie targhe senza la banda europea non sono state sostituite e sono sempre in circolazione. Questo tipo di targa, anche se sempre in uso, non viene più rilasciato.
  DM, serie 7, 9 e 10 (solo le prime due lettere fisse) A partire dal 2014, automezzi ufficiali delle forze armate, indipendentemente dalla forza armata di appartenenza del veicolo.
  RC, serie 1 Veicoli ufficiali della base NATO JFCBs presso Brunssum. RC deriva dal francese Région Centrale e risale a quando, prima del 1967, il quartier generale era in Francia. Le vecchie targhe senza banda europea e sprovviste dei trattini di separazione, non sono state sostituite e sono sempre in circolazione.
  AF, serie 5 Veicoli di proprietà del personale assegnato al comando NATO JFCBs. Le lettere AF derivano dal vecchio nome del comando (AFCENT). Questa targa non viene più rilasciata dai primi anni Duemila per motivi di sicurezza.
 

 
SC, serie 3

C, una lettera, quattro cifre, serie 1
Veicoli civili della base militare degli Stati Uniti, la 254th BSB (Base Support Battalion). La base è localizzata presso Schinnen, da cui le lettere SC. La targa è di tipo vecchio, antecedente al 1999, senza cornice nera, provvista di banda europea senza però l'indicativo nazionale NL. Sopra il primo trattino è riportata una stella e le prime due cifre denotano l'anno di emissione.

Dal 1980 al 2005 le targhe dei veicoli delle forze armate statunitensi seguivano la serie 1 con prima lettera sempre C, che precedeva una seconda lettera. Non vi erano trattini ma, a separazione tra le due lettere e le quattro cifre, vi era una stella.

  Due lettere, tre cifre, lettera N; caratteri bianchi di tipo tedesco su fondo nero Veicoli di proprietà del personale militare dei Paesi Bassi di stanza in Germania. La lettera N è distintiva dei Paesi Bassi e sta per Nederlands. La banda NL non è obbligatoria.
  Due lettere, due cifre, lettera D; caratteri gialli su fondo nero[6] Veicoli di proprietà del personale militare della Germania di stanza nei Paesi Bassi. La lettera D dopo le cifre è distintiva della Germania e sta per Duitsland.
  FH, HA e HF, serie 1, 2 e 3; fondo di colore verde e senza banda europea NL Targa-prova utilizzata da meccanici e concessionari. Le lettere HA stanno per Handelaren, che in olandese significa "commercianti". Esistono anche le combinazioni HC[7] per i ciclomotori e OA per i rimorchi.
  CD, serie 1 e 3 Veicoli di proprietà di entità diplomatiche o persone con status diplomatico. CD deriva dal francese Corps Diplomatique.
  CDJ, seguito da due/tre cifre Veicoli di proprietà di giudici e personale diplomatico presso la Corte internazionale di giustizia.
 

 
BN e GN, serie 1, 2 e 3[8] Veicoli in esenzione di imposte per cittadini stranieri. la sigla BN deriva da Buitenlander in Nederland ("straniero nei Paesi Bassi") e GN da Geen Nederlander ("non dei Paesi Bassi"). A seconda della numerazione si ha una diversa tipologia di esenzione:
  • 00-01 - 69-99 veicoli registrati a condizione di trasferimento all'estero entro un tempo prefissato
  • 70-00 - 88-99 veicoli di proprietà di personale non diplomatico in servizio presso ambasciate, consolati e organizzazioni internazionali
  • 89-00 - 89-99 casi particolari da determinarsi di volta in volta con decisione del Ministero delle Finanze
  • 90-00 - 99-99 veicoli esenti da imposte che non rientrano nei casi precedenti.
  Sequenza alfanumerica come nelle serie 8 e 13 ma con un solo trattino a separare i primi tre caratteri dai secondi tre; fondo di colore bianco e senza banda europea NL</small. Targhe temporanee da esportazione con validità 14 giorni. Le lettere GV stanno per Grensverkeer, cioè "transito tra confini". A differenza di quanto accade in altri Paesi per la medesima tipologia di targhe, queste placche non riportano esplicitamente la data di scadenza, ma è comunque possibile ricavare (dal secondo, terzo e quarto carattere) la data di emissione delle stesse e, aggiungendovici quindi 14 giorni, la data di scadenza.
2° carattere, sempre una lettera,
anno di rilascio, si ripete ogni 10 anni
  • B 1990, 2000, 2010...
  • D 1991, 2001, 2011...
  • F 1992, 2002, 2012...
  • G 1993, 2003, 2013...
  • H 1994, 2004, 2014...
  • J 1995, 2005, 2015...
  • M 1996, 2006, 2016...
  • N 1997, 2007, 2017...
  • P 1998, 2008, 2018...
  • R 1999, 2009, 2019...
3° carattere, sempre una lettera,
mese di rilascio
  • B gennaio
  • D febbraio
  • F marzo
  • G aprile
  • H maggio
  • J giugno
  • M luglio
  • N agosto
  • P settembre
  • R ottobre
  • T novembre
  • V dicembre
4° carattere, lettera o numero,
giorno di rilascio
  • 1 1
  • 2 2
  • 3 3
  • 4 4
  • 5 5
  • 6 6
  • 7 7
  • 8 8
  • 9 9
  • 0 10
  • B 11
  • C 12
  • D 13
  • F 14
  • G 15
  • H 16
  • I 17
  • J 18
  • K 19
  • L 20
  • M 21
  • N 22
  • Q 23
  • P 24
  • R 25
  • S 26
  • T 27
  • V 28
  • W 29
  • X 30
  • Z 31
  Una lettera, due cifre, due ulteriori cifre; fondo di colore bianco e senza banda europea NL[9] La numerazione da 00-01 a 23-99 indica targhe con validità 30 giorni. La numerazione da 24-00 a 99-99 indica invece targhe con validità di un solo giorno, apposte per effettuare la revisione e per il percorso da dove si trova il veicolo al centro di revisione e viceversa, pertanto le piastre del secondo tipo specificato non sono valide al di fuori dei Paesi Bassi. Fatta eccezione per le lettere W e X, il primo carattere si riferisce alla provincia dove il veicolo è stato immatricolato temporaneamente, secondo il seguente schema:
F-99-99 Lettera F, due cifre e due ulteriori cifre; fondo di colore bianco e senza banda europea NL Immatricolazioni temporanee di un giorno valide solo per effettuare la revisione e per il percorso da dove si trova il veicolo al centro di revisione e viceversa. Queste targhe non sono valide al di fuori dei Paesi Bassi.
  Lettera Z, due cifre e due ulteriori cifre; fondo di colore bianco e senza banda europea NL[11] Immatricolazioni temporanee per veicoli che si trovano all'estero per transito o importazione nei Paesi Bassi.
  GV, serie 1, 2 e 3[12] Veicoli agricoli non immatricolati per legge nei Paesi Bassi, ma che hanno necessità di passare il confine. La targa viene emessa su richiesta del proprietario. GV deriva da Grensverkeer (cioè "lavoro frontaliero").
ZM-99-99 ZM, ZF e NM, serie 1 Motocicli d'epoca
  ZZ, serie 1 e 2

Serie 2

00-03-ZZ - 03-73-ZZ

10-00-ZZ e 10-01-ZZ

20-00-ZZ - 22-30-ZZ

(14 giugno 2019)

Veicoli speciali che non necessitano di revisione periodica, quali autogrù di portata elevata o filobus.

Isole BESModifica

Le Isole BES (o Paesi Bassi caraibici) Bonaire, Saba e Sint Eustatius, integrate nei Paesi Bassi dopo la dissoluzione delle Antille Olandesi (10 ottobre 2010), sono municipalità speciali dei Paesi Bassi. In quanto tali hanno deroghe su diverse materie rispetto alle province continentali. Una di queste riguarda le regole di circolazione stradale e conseguentemente anche le targhe. Queste sono di formato "americano" 6 × 12 pollici (15,24 × 30,48 cm), di fondo diverso per ciascuna isola e riportano il nome dell'isola per esteso con il relativo motto. Il motto di Bonaire è Divers paradise, quello di Saba The unspoiled queen, mentre quello di Sint Eustatius è The historic gem. Le targhe ordinarie per le autovetture iniziano con la lettera B per Bonaire, S per Saba ed E per Sint Eustatius; quelle per i camion iniziano tutte con la lettera V. Targhe con lettere diverse assegnate a ciascuna isola vengono emesse per taxi, auto a noleggio, vetture governative e autobus.[13] Ogni lettera è seguita da un numero che avanza progressivamente a partire da 1.

  Targa di Bonaire          Targa di Saba          Targa di Sint Eustatius

NoteModifica

  1. ^ Le targhe su doppia linea recano un unico trattino che separa i due gruppi di cifre e/o lettere della riga inferiore.
  2. ^ (NL) Uitleg over de cijfers en letters op de kentekenplaat, RDW - Pubblico Registro Automobilistico dei Paesi Bassi. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  3. ^ https://www.rdw.nl/zakelijk/nieuws/2019/start-nieuwe-kentekencombinatie-lichte-bedrijfswagens
  4. ^ Olanda, vietate le targhe con riferimenti al nazismo, su it.peacereporter.net. URL consultato il 1º marzo 2015.
  5. ^ (NL) Sito web ufficiale dell'RDW, su rdw.nl. URL consultato il 21 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2014).
  6. ^ Da alcuni anni la prima delle due lettere che precedono le cifre è una G, cfr. http://www.europlates.eu/license-plates/europe/netherlands.htm
  7. ^ Targhe provvisorie dello stesso tipo ma con combinazione HH, la cui emissione è terminata il 31/10/2005, erano assegnate ai ciclomotori da esportare all'estero.
  8. ^ (NL) Regeling BN- en GN-kentekens en -kentekenbewijzen, su wetten.overheid.nl. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  9. ^ (NL) Eendagskentekenbewijs, su rdw.nl. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  10. ^ http://plaque.free.fr/eur/nl/nl.pdf
  11. ^ (NL) Doorvoerkentekenbewijs, su rdw.nl. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  12. ^ (NL) Grensverkeerkenteken, su rdw.nl. URL consultato il 3 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2014).
  13. ^ (EN) Neil Parker e John Weeks, Registration Plates of the World, 4ª ed., Yeovil, United Kingdom, L J Print Group, 2004, pp. 416-418, ISBN 0-9502735-7-0.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica