Apri il menu principale

Tarsis o Tharsis o anche Tarshish; è il nome di una città vicino al mare citata più volte nell'Antico Testamento. La sua reale corrispondenza è ancora oggi non ben definita ed è a volte associata a Tarso in Cilicia od a Tartesso in Spagna, Tharros in Sardegna oppure anche alla città di Galle in Sri Lanka. Uno degli episodi più conosciuti in cui viene citata è quando Giona fugge verso Tarsis invece di andare a Ninive come gli era stato ordinato.

« «Alzati, va' a Ninive la grande città e in essa proclama che la loro malizia è salita fino a me». 3 Giona però si mise in cammino per fuggire a Tarsis, lontano dal Signore. Scese a Giaffa, dove trovò una nave diretta a Tarsis. Pagato il prezzo del trasporto, s'imbarcò con loro per Tarsis, lontano dal Signore. »   (Giona 1,2-3)

Indice

Nell'Antico TestamentoModifica

Materie primeModifica

Tarsis è rinomata per:

GenealogieModifica

Secondo le genealogie dell'Antico Testamento, Tarsis è il nome di:

  • uno dei figli di Javan, insieme ad Elisa, quelli di Cipro e quelli di Rodi (secondo Genesi 10:4[2]). Javan a sua volta è figlio di Jafet e nipote di Noè;
  • una delle figlie di Grecia: Elisà, Tarsìs, quelli di Cipro e quelli di Rodi (secondo 1Cronache 1:7[3]). Grecia a sua volta è figlio di Jafet e nipote di Noè.

Javan è il nome biblico di Grecia, il cui fratello più famoso era Media[4]. Javan (Iavan) non è menzionato nelle genealogie di 1Cronache.

NoteModifica

Voci correlateModifica

  Portale Bibbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bibbia