Apri il menu principale
Tauentzienstraße
Tauentzienstr from KaDeWe.jpg
Localizzazione
StatoGermania Germania
CittàBerlino
DistrettoTempelhof-Schöneberg, Charlottenburg-Wilmersdorf
QuartiereSchöneberg, Charlottenburg
Informazioni generali
Tipostrada urbana
Intitolazionea Friedrich Bogislav von Tauentzien
Collegamenti
InizioWittenbergplatz
FineBreitscheidplatz
Mappa
Mappa di localizzazione: Berlino
Tauentzienstraße
Tauentzienstraße

Coordinate: 52°30′08″N 13°20′27″E / 52.502222°N 13.340833°E52.502222; 13.340833

La Tauentzienstraße - dai berlinesi spesso chiamata der Tauentzien, il Tauentzien - è una strada nei quartieri berlinesi di Charlottenburg e Schöneberg. Collega le piazze Wittenbergplatz e Breitscheidplatz ed è considerata il prolungamento del Kurfürstendamm, con cui condivide la forte vocazione commerciale.

È parte del Generalszug ed è dedicata al generale prussiano Bogislav Friedrich Emanuel von Tauentzien.

La strada fu impostata, nella sua realizzazione, sul modello dei viali parigini. La striscia centrale, oggi adibita a superficie verde, serviva originariamente come spartitraffico e sede tramviaria.

È una delle strade più frequentate di Berlino, anche per lo shopping. Ai due estremi della strada sorgono due importanti edifici commerciali, il KaDeWe all'angolo con il Wittenbergplatz e l'Europa-Center all'angolo con il Breitscheidplatz.

Il fondale prospettico della strada è la Gedächtniskirche.

Nel 1987, in occasione del 750º anniversario di Berlino, all'interno della striscia verde centrale fu posta una scultura di Brigitte e Martin Matschinsky-Denninghoff. La scultura, chiamata proprio Berlin, simboleggiava la divisione della città; dopo la riunificazione è diventata quindi uno dei simboli della riunificazione di Berlino.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Sul lato destro:

Sul lato sinistro:

Sul parterre centrale:

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • (DE) Das neue Gesicht Berlins, Berlino, Arani Verlagsgesellschaft, 1957, ISBN non esistente.
  • (DE) AA.VV., Architekturführer Berlin, 6ª ed., Berlino, Dietrich Reimer Verlag, 2001, ISBN 3-496-01211-0.
  • (DE) Adrian von Buttlar, Kerstin Wittmann-Englert, Gabi Dolff-Bonekämper (a cura di), Baukunst der Nachkriegsmoderne. Architekturführer Berlin 1949–1979, Berlino, Dietrich Reimer Verlag, 2013, ISBN 978-3-496-01486-7.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Germania