Teeteto (matematico)

matematico e filosofo greco antico

Teetèto (in greco antico: Θεαίτητος, Theáitētos; Atene, 415 a.C./413 a.C.369 a.C./368 a.C. circa) è stato un matematico e filosofo greco antico.

BiografiaModifica

Figlio di Eufronio di Sunio[1], dal quale ricevette in eredità un patrimonio considerevole che fu poi dilapidato da alcuni suoi amministratori[2], Teeteto fu discepolo del matematico Teodoro e scolaro di Platone; a lui è attribuita la dimostrazione e la costruzione dei cinque poliedri regolari e la scoperta di due di essi: l'ottaedro e l'icosaedro[3][4]. Egli contribuì anche alla teoria delle grandezze irrazionali[4][5][6]. Fu ferito negli scontri con i Tebani nel 369 a.C. durante la seconda invasione del Peloponneso, si ammalò[7] e morì poco tempo dopo[8]: ed è proprio il ritorno a casa di Teeteto morente che dà il via al celebre dialogo di Platone, il Teeteto.

Poliedri regolariModifica

I due poliedri regolari attribuiti a Teeteto sono l'ottaedro e l'icosaedro.

NoteModifica

  1. ^ Platone, 144 C.
  2. ^ Platone, 144 D.
  3. ^ Teeteto www.treccani.it URL consultato il 20-02-2012
  4. ^ a b (EN) George Johnston Allman, Greek Geometry from Thales to Euclid, Hodges, Figgis, & Company, 1889, p. 206.
  5. ^ Teeteto www.riflessioni.it URL consultato il 20-02-2012
  6. ^ Platone, 147 D.
  7. ^ Platone, 142 B.
  8. ^ Platone, Teeteto, a cura di A.M. Ioppolo, traduzione di M. Valgimigli, Roma-Bari, Laterza.

BibliografiaModifica

Fonti secondarie

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN29367789 · ISNI (EN0000 0000 5110 8522 · CERL cnp00404453 · LCCN (ENno2009006261 · GND (DE119176688 · WorldCat Identities (ENlccn-no2009006261