Telamone dell'Olympeion

modello scultoreo antropomorfo a tredici elementi sovrapposti
Telamone dell'Olympeion
Thelemon - Museo Archeologico Regionale - Agrigento - Italy 2015.JPG
Autoresconosciuto
Data480-470 a.C.
Materialecalcarenite
Altezza765 cm
Ubicazionemuseo archeologico regionale, Agrigento

Il Telamone dell'Olympeion è un telamone in calcarenite, databile tra il 480 e il 470 a.C. ed è una delle colossali statue che facevano parte dell'enorme tempio di Zeus ad Akragas e della cui funzione non si è a tutt'oggi certi. È conservato presso il museo archeologico regionale di Agrigento[1], insieme ai resti degli altri tre telamoni ritrovati durante gli scavi del 1928.

Il colossale Telamone - ricomposto nel 1825[senza fonte] - è addossato alla parete di fondo della sala "Cavallari": conservato insieme a tre teste di altri Telamoni. (Nella sala vi è anche un plastico con l'ipotesi di ricostruzione del tempio).

La statua è alta 7,65 metri ed è la più grande dell'antichità in Sicilia e tra le più grandi dell'intera arte greca.

Una riproduzione in tufo del suddetto Telamone è adagiata per terra tra le rovine del tempio [2].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • AA VV, La valle dei templi di Agrigento, Agrigento, Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi Agrigento, 2008. ISBN non esistente

Voci correlateModifica