Apri il menu principale

Telepiù Satellite è stata una piattaforma televisiva per la televisione digitale satellitare. La piattaforma era a pagamento, destinata al mercato italiano e offerta da Telepiù.

Telepiù Satellite è stata la terza piattaforma televisiva a pagamento destinata al mercato italiano in ordine di tempo dopo TELE+ e DStv.

StoriaModifica

Telepiù Satellite nasce nel gennaio 1997 a seguito dell'uscita di Johann Rupert da Telepiù Spa (nell'agosto 1996 vende la Nethold, proprietaria del 45% di Telepiù Spa, alla francese Canal Plus): essendo Rupert proprietario dei diritti sul marchio DStv viene deciso di rinominare la piattaforma Telepiù Satellite; nel gennaio 1997 Telepiù Satellite offre, quindi, i canali televisivi TELE+1, TELE+2, TELE+3, Cartoon Network, Discovery Channel, MTV Europe, TMC, TMC2, BBC World e CNN International, 10 canali radio denominati DMX, e i canali televisivi di TELE+ Calcio, tutti ereditati da DStv.

Nella primavera del 1997 nasce TELE+ Formula1: quattro canali televisivi permettono di seguire i Gran Premi di Formula 1 da quattro diverse inquadrature, un quinto canale televisivo fornisce i rilevamenti cronometrici. Sempre in primavera vengono aggiunti i canali televisivi TELE+1 Plus, l'edizione italiana di Bloomberg Television, Hallmark, Bet On Jazz, Canale Meteo, Sei Milano e altri 10 canali radio al gruppo DMX.

Telepiù Satellite non durò neanche un anno: nel luglio 1997 la tedesca Kirch Media cede il suo 45% di Telepiù Spa a Canal Plus, Telepiù Spa diventa al 90% di Canal Plus e al 10% di Mediaset. In seguito a tale riassetto societario, Canal Plus, acquisita la maggioranza di Telepiù Spa, pianifica il rilancio di Telepiù Satellite per risollevare le sorti di Telepiù Spa in forte passivo: il 1º settembre 1997 Telepiù Satellite viene rinominata D+ e cessa quindi di esistere, quasi tutti i canali di Telepiù Satellite vengono ereditati da D+, alcuni sono anche rinominati mentre molti altri vengono aggiunti.

Voci correlateModifica