Temisto (astronomia)

satellite naturale di Giove
Temisto
(Giove XVIII)
Themisto.jpg
Satellite diGiove
Scoperta30 settembre 1975
ScopritoriCharles Kowal
Elizabeth Roemer
Parametri orbitali
(all'epoca J2000)
Semiasse maggiore7 391 650 km
Perigiovio5 909 000 km
Apogiovio8 874 300 km
Circonf. orbitale45 972 400 km
Periodo orbitale129,82761 giorni
(0,3554 anni)
Velocità orbitale3 379 m/s (min)
4 098 m/s (media)
5 074 m/s (max)
Inclinazione
sull'eclittica
45,81°
Inclinazione rispetto
all'equat. di Giove
13,865°
Eccentricità0,2006
Dati fisici
Diametro medio~8 km
Superficie~2 × 108
Volume~2,7 × 1011
Massa
6,89 × 1014 kg
Densità media2,6 × 103 kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie~0,0029 m/s²
Velocità di fuga~4,8 m/s
Temperatura
superficiale
~124 K (media)
Pressione atm.nulla
Albedo0,04
Dati osservativi
Magnitudine app.21

Temisto (Θεμιστώ in lingua greca) è un satellite naturale minore del pianeta Giove.

Cenni storiciModifica

Temisto fu individuato per la prima volta da Charles Kowal e Elizabeth Roemer il 30 settembre 1975, quando ricevette la designazione provvisoria S/1975 J 1. Non fu tuttavia possibile effettuare sufficienti osservazioni per stabilirne l'orbita, e si persero le tracce dell'oggetto.

Nel 2000 venne scoperto da Scott Sheppard, David Jewitt, Yanga Fernández e Eugene Magnier quello che sembrava un nuovo satellite di Giove, che ricevette la designazione provvisoria S/2000 J 1. Ben presto si comprese che si trattava dello stesso oggetto del 1975.

Nel 2002 il satellite è stato ufficialmente battezzato come Temisto, una donna della mitologia greca.

Parametri orbitaliModifica

L'orbita di Temisto è insolita, perché il satellite orbita quasi a metà strada tra il gruppo dei satelliti medicei e il gruppo di Imalia, composto da satelliti irregolari in moto progrado attorno al gigante gassoso.

Altri progettiModifica

  Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare