Tempio di Roma Italia

Tempio di Roma Italia
RomeTempleatSunset.jpg
StatoItalia Italia
RegioneLazio
LocalitàRoma
ReligioneMormonismo
OrdineChiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni
Consacrazione2019
FondatoreThomas S. Monson
ArchitettoHanno Luschin
Stile architettoniconeobarocco contemporaneo
Inizio costruzione23 ottobre 2008
Completamentodicembre 2018
Sito webSito ufficiale

Coordinate: 41°58′14.23″N 12°32′44.28″E / 41.970619°N 12.545632°E41.970619; 12.545632

Il Tempio di Roma Italia (in inglese: Rome Italy Temple) è il 162° tempio della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ed è situato a Roma nel quartiere di Castel Giubileo, in via di Settebagni n. 376.

Inaugurato il 14 gennaio 2019,[1] è il primo tempio mormone in Italia[2] e il 162° aperto nel mondo. La struttura include un centro di Palo (casa di riunione), un centro visitatori, un centro per la storia familiare, una foresteria e giardini, aperte al pubblico.[3]

Il complesso architettonico progettato dall'architetto statunitense Hanno Luschin è costato circa 60 milioni di euro,[4] interamente finanziati dalle decime versate dai fedeli alla Chiesa di Salt Lake City.

StoriaModifica

 
Visita del sindaco Gianni Alemanno al cantiere nel 2013

Alla fine degli anni 1990 la Chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni acquistò per 2,5 miliardi di lire[5] un terreno di circa 15 ettari sito nella periferia nord di Roma. Al centro della proprietà vi era una villetta degli anni 1920, in cui erano ospitati i missionari.[6]

L'anno successivo alla stipula dell'intesa tra il Governo italiano e la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni,[7] la costruzione del tempio di Roma venne annunciata il 4 ottobre 2008 da Thomas S. Monson, presidente della chiesa, durante una sessione della Conferenza Generale.[8] La posa della prima pietra avvenne il successivo 23 ottobre, con una cerimonia inaugurale presieduta da Thomas S. Monson.[9]

Il 25 marzo 2017 è stata installata sulla guglia orientale la statua dell'angelo Moroni, realizzata in vetroresina placcata d'oro, alta quattro metri e pesante 200 chilogrammi.[10] Il profeta Moroni è rappresentato mentre suona una tromba, che simboleggia la diffusione del Vangelo e l'annuncio della seconda venuta del Salvatore Gesù Cristo.

Il 14 gennaio 2019 il tempio di Roma è stato inaugurato dall'Anziano Massimo De Feo e nelle settimane successive è stato aperto al pubblico per le visite guidate, a cui hanno partecipato circa 40.000 persone.[11]

Dopo essere stato ricevuto in visita per la prima volta in Vaticano da Papa Francesco il giorno precedente, domenica 10 marzo 2019 il Profeta Russell M. Nelson, presidente della Chiesa, ha effettuato la dedicazione del Tempio con la cerimonia della posa della pietra angolare.

DescrizioneModifica

Il tempio di Roma, alto 18 metri con due guglie di oltre 42 e 48 metri e una superficie di circa 4.000 metri quadrati su tre livelli, è caratterizzato da un rivestimento grigio-bianco in granito sardo e dall'uso massiccio del marmo di Perlato Svevo proveniente da cave italiane, utilizzato in tutto l'edificio (pavimenti, pareti e controsoffitti). Alcuni intarsi sono stati realizzati con pietre provenienti da Italia, Spagna, Turchia e Brasile.[12]

Nel battistero è presente un grande altare, mentre il foyer è ispirato allo stile michelangelesco di piazza del Campidoglio a Roma: il motivo della piazza capitolina è infatti presente nelle decorazioni dei tappeti delle stanze celestiali e in quelle dedicate ai matrimoni. Sono state realizzate altresì opere d'arte, vetrate, modanature a corona e altri preziosi arredi e finiture.[12]

Presso il centro visitatori sono esposte le copie in marmo di Carrara del Christus dello scultore danese Bertel Thorvaldsen e dei dodici apostoli, alte tre metri ciascuna e ricreate a mano dallo scultore italiano Luciano Massari.[13]

NoteModifica

  1. ^ Roma, l'inaugurazione del tempio dei mormoni, in National Geographic Italia. URL consultato il 21 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2019).
  2. ^ Primo Tempio Mormone a Roma, in Spiritualità Religioni e Settarismi, giugno 2013. URL consultato il 19 gennaio 2019 (archiviato il 4 marzo 2016).
  3. ^ (EN) Rulon G. Facciolo, A Mormon St. Peter’s in Rome, in Daily Beast, settembre 2014. URL consultato il 19 gennaio 2019 (archiviato il 22 maggio 2017).
  4. ^ Giorgio Ponziano, L'ossigeno ce lo danno i mormoni, in ItaliaOggi, n. 24, 29 gennaio 2014, p. 13.
  5. ^ Arianna Di Cori, Roma, il grattacielo dei mormoni verso il taglio del nastro: "Un tempio sfarzosissimo, in La Repubblica, 26 gennaio 2018.
  6. ^ Tempio di Roma, su tempiomormoneroma.com. URL consultato il 22 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2019).
  7. ^ Intesa tra la Repubblica italiana e la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, 4 aprile 2007.
  8. ^ Destro, Il Nuovo Tempio Mormone è vicino al Vaticano, in Fondazione per il Meglio, luglio 2013. URL consultato il 19 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2016).
  9. ^ Rulon G. Facciolo, Entro la fine del 2014 il primo tempio mormone in Italia, in La Stampa, giugno 2013. URL consultato il 19 gennaio 2019 (archiviato il 28 ottobre 2016).
  10. ^ Lilli Garrone, Roma: il primo tempio mormone progettato nello Utah (Usa), in Corriere xella Sera, 18 aprile 2018. URL consultato il 21 gennaio 2019 (archiviato il 3 maggio 2018).
  11. ^ Angiola Codacci-Pisanelli, Disciplina, niente caffè e un po' d'omofobia: così i mormoni vogliono conquistare l'Italia, in L'Espresso, 21 marzo 2019.
  12. ^ a b Rome Italy Temple, su churchofjesuschristtemples.org.
  13. ^ Ryan Carreon, LDS visitors center in Rome to feature recreated Christus statue, su deseretnews.com, 27 ottobre 2012.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN8153530873148701168 · LCCN (ENno2018110974 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018110974