Apri il menu principale

Template:Incidente/man

< Template:Incidente

Il template {{Incidente}} serve per riassumere le informazioni riguardo ad un particolare evento dannoso imprevisto (una strage, un attacco terroristico, un incidente industriale, un disastro naturale).

NON utilizzare questo sinottico quando ne esiste uno più specifico per il tipo di evento in esame:

ParametriModifica

Per utilizzarlo basta copiare e incollare il seguente schema:


  • titolo - Titolo del template. Automaticamente viene inserito il titolo della pagina, compilare quindi solo se è necessario che venga sintetizzato perché risulta troppo prolisso.
  • immagine - Un'immagine che raffiguri l'evento. Solo il nome del file senza il tag [[Immagine:]]
  • didascalia - Una descrizione dell'immagine.
  • evento - Il tipo di evento in modo generico. Inserire uno dei seguenti valori: "attentato", "strage"/"massacro" (a seconda delle fonti e quando non è specificato nulla di più preciso), "incendio"/"esplosione", "naufragio", "incidente ferroviario", "disastro naturale" (che include alluvioni, frane, valanghe), "disastro ambientale" (che include i disastri petroliferi e industriali), "incidente nucleare" e "cedimento strutturale". Se dopo aver visionato questa tabella, non si è sicuri della tipologia di evento o si ha qualche dubbio, chiedere chiarimenti nella pagina di discussione del template; nonostante ne sia consigliata la compilazione, il campo può anche essere omesso.
  • tipo - Il tipo di evento in modo specifico (esempio: "evento=disastro natuale", "tipo=alluvione"; "evento=incidente ferroviario", tipo=collisione"). Sotto è presente l'elenco con varie opzioni per i diversi tipi di eventi, che si consiglia di visionare.
  • scala ines - Solo per nel caso si tratti di incidente nucleare o radiologico, il livello di scala INES dell'incidente: dev'essere inserito solo un numero compreso da 0 a 7, a seconda del livello corrispondente, senza ulteriori scritte o precisazioni (esempio: "scala ines=4"). Nel caso non sia conosciuto, inserire "no".
  • data - Data in cui è avvenuto l'evento (esempio: 2 agosto 1980; i mesi vanno sempre minuscoli). Se l'evento impiega più giorni, omettere questo parametro e compilare "data-inizio" e "data-fine".
  • data-inizio e data-fine - Data in cui l'evento ha avuto inizio e data in cui ha avuto fine (esempio: "data-inizio=24 maggio 2009, "data-fine=27 maggio 2009"); se le due date coincidono, usare "data" e cancellare questi parametri. Devono essere compilati entrambi.
  • ora - Ora in cui è avvenuto l'evento nel formato 24 ore hh:mm (esempio: 20:23). Se l'evento impiega un lasso di tempo prolungato e sono conosciute le ore di inizio e di fine, omettere questo parametro e compilare "ora-inizio" e "ora-fine" o solo uno dei due.
  • ora-inizio e ora-fine - Ora in cui l'evento ha avuto inizio e ora in cui ha avuto fine (esempio: "ora-inizio=22:12, "ora-fine=23:14"), indipendentemente se l'orario è riferito ad un singolo giorno o a giorni diversi: in quest'ultimo caso, se compilati correttamenti i parametri "data-inizio" e "data-fine", "ora-inizio" è associato con "data-inizio" e "ora-fine" è associato a "data-fine"; è accettabile anche la compilazione di uno dei due parametri nel caso si conoscesse solo l'orario di inizio o quello di fine, purché si tratti di giorni diversi.
  • fuso orario - Il fuso orario con cui vengono indicate le ore nei parametri legati all'ora ("ora", "ora-inizio"/"ora-fine"). Va inserito preferibilmente in formato UTC (qui l'elenco dei fusi orari UTC), senza parentesi quadre poiché il wikilink è inserito automaticamente (esempio: "fuso orario=UTC+4"). Si ricorda che i fusi orari UTC di un luogo variano quando è in vigore l'ora legale piuttosto che quella solare.
  • nazione - Stato in cui si è verificato l'evento, usare il codice ISO 3166-1 alpha-3 (qui l'elenco dei codici) senza inserire link o template, se avvenuto in acque internazionali inserire "no". Se l'evento è avvenuto in più stati, indicare in questo parametro lo stato maggiormente colpito o il primo in ordine alfabetico, per gli altri utilizzare "altre nazioni". Se l'evento è avvenuto in uno stato che non esiste più —o che semplicemente ha cambiato banidera— inserire il nome dello stato dell'epoca (qui l'elenco degli inserimenti possibili) senza il tag "Template:" e senza parentesi graffe.
  • altre nazioni - Altre nazioni colpite direttamente dall'evento, in ordine alfabetico se più di uno, inserendo all'interno di parentesi graffe il codice ISO 3166-1 alpha-3 (qui l'elenco dei codici) e separate da <br/> (esempio: {{FRA}}<br/>{{ESP}}). Compilando questo parametro, il parametro "nazione" non deve essere lasciato vuoto, né compilato con "no", ma lì andrà inserito o lo stato più colpito o il primo in ordine alfabetico degli stati colpiti.
  • divamm1 - La divisione amministrativa di primo livello nella quale si è verificato l'evento (esempio: in Italia le regioni, negli Stati Uniti gli stati federati), preferibilmente utilizzando i codici presenti in questa categoria (e sottocategorie) all'interno di parentesi graffe. Se divisione amministrativa non è presente nella categoria prima linkata, la divisione amministrativa di primo livello andrà inserita tra parentesi quadre con il nome completo. Se l'evento ha coinvolto più nazioni, non compilare. Non compilare nemmeno se l'elenco risulterebbe troppo lungo. Se avvenuto in più divisioni amministrative di primo livello, separarle con <br/>. Nel caso poi, durante l'anteprima, si nota che il template dà come risultato "divisione 1" (anziché "regione", per esempio), rimuovere le informazioni e integrarle in "luogo".
  • divamm2 - La divisione amministrativa di secondo livello in cui si è verificato l'evento (esempio: in Italia le province, in alcuni stati sono invece le città). Va inserito all'interno di parentesi quadre o all'interno di parentesi graffe se la divisione in questione è tra i codici presenti in questa categoria (e sottocategorie). Per non rendere il template troppo corposo, tuttavia, si consiglia di compilare questo campo solo se non viene compilato "divamm3". Nel caso poi, durante l'anteprima, si nota che il template dà come risultato "divisione 2" (anziché "provincia", per esempio), rimuovere le informazioni e integrarle in "luogo".
  • divamm3, divamm4 e divamm5 - Inserire (solo uno) quello dei tre più corretto per indicare la città o il comune tra parentesi quadre (per determinati stati alcune città vanno in "divamm2") in cui si è avvenuto l'evento. Per verificare quale usare (se divamm3 piuttosto che divamm5) cliccare qui dove apparirà un elenco; cliccare lo stato (indicato in sigla) e consultare l'elenco "singolare": il numero affianco al termine corretto sarà quello da affiancare a "divamm" (esempio: il template con inserito "nazione=ITA" restituirà comune compilando "divamm3", inserendo "nazione=FRA", comune verrà restituito compilando "divamm5"). Se i comuni o loro analoghi coinvolti sono più di uno vanno separati da <br/>, ma se risultano essere più di 4 o 5 è preferibile lasciare il parametro vuoto. Nel caso poi, durante l'anteprima, si nota che il template dà come risultato, per esempio, "divisione 3" (anziché "comune" o "municipalità"), rimuovere le informazioni e integrarle in "luogo".
  • luogo - Nel caso in cui il parametro "divamm3" sia compilato, indicare il luogo specifico in cui si è verificato l'evento (esempio: "divamm3=New York", luogo="Manhattan"), se ha una voce dedicata, inserire questo tra parentesi quadre. Nel caso, invece, dove l'evento coinvolga un'ampia area geografica, e "divamm3" è stato omesso, è possibile indicare un'area geografica (esempio: "divamm1=California", "luogo=Contea di Orange<br/>Contea di Los Angeles".
  • lat e long - le coordinate del luogo, dove lat. è la latitudine e long è la longitudine. Vanno inserite in formato decimale, se omesse vengono prese da Wikidata.
  • coord_titolo - Compilare con "no" nel raro caso in cui siano indicate più coordinate nella stessa pagina, per evitarne la sovrapposizione, altrimenti lasciare vuoto.
  • infrastruttura - Il nome dell'infrastruttura nella quale si verifica l'evento, con eventuale wikilink (esempio: ferrovia Torino-Genova, Via del Corso). Va bene anche per indicare eventuali edifici.
  • tipo massa d'acqua e nome massa d'acqua- Solo per i naufragi. Non è possibile compilarne solo uno dei due parametri: compilarli entrambi oppure lasciarli bianchi entrambi. Il parametro "tipo massa d'acqua" va compilato solo con uno dei seguenti valori: "oceano", "mare", "fiume", "lago" o "canale", senza wikilink. Il parametro "nome massa d'acqua" va compilato con il nome del valore inserito in "tipo massa d'acqua" (esempio: "tipo massa d'acqua=oceano", "nome massa d'acqua=[[Oceano Atlantico]]". Questo parametro dev'essere un'aggiunta a luogo e non una sostituzione. In caso di dubbi, lasciare entrambi vuoti.
  • arma e arma2 - In caso di attentati o eventi che coinvolgono armi, inserire il nome proprio dell'arma utilizzata tra parentesi quadre. Se sono utilizzate più armi, compilare "arma2", altrimenti lasciarlo vuoto. Il parametro "arma2 ", se necessita di essere compilato con più di un'arma, si devono elencare separandole con <br/>.
  • mezzo coinvolto e mezzo coinvolto2 - In caso l'evento in questione coinvolga un mezzo di trasporto, inserire il modello del mezzo o il nome proprio (esempio treno: Minuetto, esempio naufragio: Costa Concordia) tra parentesi quadre. Se sono coinvolti più mezzi, compilare "mezzo coinvolto2", altrimenti lasciarlo vuoto. Il parametro "mezzo coinvolto2 ", se necessita di essere compilato con più di un mezzo, si devono elencare separandoli con <br/>, tuttavia se i mezzi coinvolti sono numerosi è meglio non compilare affatto il parametro. Per gli incidenti ferroviari, se il treno è un convoglio, non elencare i vari modelli di carrozza o motrice che ne fanno parte; si può inserire anche il numero di treno se conosciuto (esempio: "mezzo coinvolto=Minuetto (Treno Regionale 1234)"). Il parametro può essere sfrutta anche per inserire il modello del mezzo protagonista di un attacco con veicolo-ariete (esempio: "arma=veicolo ariete", "mezzo coinvolto=Renault Master").
  • comandante e comandante2 - In caso l'evento in questione sia un naufragio o coinvolga un mezzo dove alla guida c'è una figura chiamata comandante, inserirne il nome. Se più di uno perché più mezzi coinvolti, usare "comandante2" e inserire tra parentesi e in piccolo (esempio: <small>(Nomenave)</small>) a quale mezzo appartiene.
  • obiettivo e obiettivo2 - Se presenti, indicare l'obiettivo o gli obiettivi dell'esecutore.
  • responsabili - I responsabili dell'attentato o dell'incidente. Vista l'ambiguità del campo, si consiglia di saltarlo se non c'è la certezza assoluta.
  • motivazione - Parametro alternativo a "causa": cosa ha spinto i responsabili a compiere l'attentato. Vista l'ambiguità del campo, si consiglia di saltarlo se non c'è la certezza assoluta. Se le cause non sono imputabili a una persone o a un gesto volontario, utilizzare il parametri sottostanti "causa"/"causa2" e lasciare questo bianco.
  • causa e causa2 - Parametro alternativo a motivazione: indicare la causa involontaria dell'evento, se l'autore è una persona e il gesto scaturito da volontarietà, usare "motivazione". Se sono utilizzate più armi, compilare "arma2", altrimenti lasciarlo vuoto. Il parametro "causa2 ", se necessita di essere compilato con più di una causa, queste si devono elencare separandole con <br/>.
  • vittime - Il numero di morti. Volendo è possibile dividere le persone in categorie (esempio: "vittime=4<br/>3 poliziotti<br/>1 civile"). Se non compilato, viene compilato automaticamente da Wikidata, se lì presente.
  • feriti - Il numero di feriti. Se non compilato, viene compilato automaticamente da Wikidata, se lì presente.
  • dispersi - Il numero di dispersi. Se non compilato, viene compilato automaticamente da Wikidata, se lì presente.
  • sopravvissuti - Il numero di sopravvissuti se l'incidente avviene in un mezzo di trasporto o in un contesto dove il dato è rilevante.
  • sfollati - Il numero di sfollati a seguito di un evento.
  • evacuati - Il numero degli evacuati.
  • beni distrutti - I beni distrutti dall'evento, se presenti (esempio: "beni distrutti=103 case<br/>34 automobili". Se però la voce riguarda l'incendio di un edificio, non riportare qui il nome dell'edificio, ma piuttosto il numero di altre abitazioni dove si è propagato il fuoco.
  • area coinvolta - Estensione dell'area coinvolta, da usare solo per i seguenti eventi: disastro ambientale, disastro naturale, incendio, incidente nucleare. Va inserito il numero accompagnato dall'unità di misura. A seconda del tipo di "evento" inserito, verrà visualizzato un parametro diverso: per incendio verrà visualizzato area bruciata, per incidente nucleare e disastro ambientale verrà visualizzato "area inquinata". Sebbene sia sconsigliato usare il parametro per naufragi e attentati, il valore dato sarà rispettivamente "area inquinata" e "area distrutta"; per gli altri eventi e nel caso il parametro sia vuoto, si visualizza "area coinvolta".
  • danni - L'ammontare dei danni materiali. Specificare anche la valuta.
  • nome mappa - Se inserite le coordinate, è possibile far comparire automaticamente la mappa inserendo il nome di quest'ultima. In questa categoria (e relative sottocategorie) è presente l'elenco delle mappe, ma nel parametro dev'essere inserito solo ciò che è scritto dopo "/" (esempio: per la mappa del Sudafrica, riportata nella categoria come Template:Mappa di localizzazione/ZAF, dovrò compilare "nome mappa=ZAF"). Se l'evento è avvenuto in più luoghi, non compilare il parametro.
  • mappa - Se presente una mappa in formato file, inserirne il nome senza il tag [[Immagine:]] e dunque senza parentesi quadre.
  • didascalia mappa - Se si ritene necessario, una breve descrizione della mappa.

(legenda colori)

{{Incidente
|titolo = 
|immagine = 
|didascalia = 
|evento = <!-- Vedi istruzioni per compilare correttamente -->
|tipo = 
|scala ines = <!-- Solo in caso di incidente nucleare -->
|data = <!-- Se l'evento ricade su più giorni, usare "data-inizio" -->
|data-inizio = <!-- Non compilare se l'evento ricade su un giorno; compilare anche "data-fine" -->
|data-fine = <!-- Compilare solo se compilato il parametro "data-inizio" -->
|ora = <!-- Se l'evento avviene entro orari conosciuti, usare "ora-inizio" -->
|ora-inizio = <!-- Compilare anche "ora-fine" -->
|ora-fine = <!-- Compilare anche "ora-inizio" -->
|fuso orario = <!-- Da considerare solo se vengono compilati i parametri "ora" o "ora-inizio" -->
|nazione = 
|altre nazioni = 
|divamm1 = 
|divamm2 = 
|divamm3 = 
|divamm4 = 
|divamm5 = 
|luogo = 
|lat = 
|long = 
|coord_titolo = 
|infrastruttura = 
|tipo massa d'acqua = <!-- leggere le istruzioni -->
|nome massa d'acqua = <!-- leggere le istruzioni -->
|arma = 
|arma2 = 
|mezzo coinvolto = 
|mezzo coinvolto2 = 
|comandante = 
|comandante2 = 
|obiettivo = 
|obiettivo2 = 
|responsabili = 
|motivazione = 
|causa = 
|causa2 = 
|vittime = 
|feriti = 
|dispersi = 
|sopravvissuti = 
|sfollati = 
|evacuati = 
|beni distrutti = 
|area coinvolta = 
|danni = 
|nome mappa = 
|mappa = 
|didascalia mappa = 
}}


Parametri "evento" e "tipo"Modifica

Poiché il template può essere utilizzato per una svariata serie di incidenti, il parametro "evento" può essere compilato in svariati modi, che permettono di distinguerlo dal parametro "tipo", poiché quest'ultimo è opportuno venga compilato più specificatamente, in relazione all'incidente oggetto della voce. Entrambi i parametri non sono obbligatori, ed è possibile lasciarne vuoto uno piuttosto che l'altro, ma è preferibile compilarli entrambi (dove possibile) o semmai tralasciare il parametro "tipo" (eccezioni sono presenti nei casi sotto).

In quanto il parametro "evento" permette l'inserimento di un solo valore, si invita a indicare la causa principale dell'evento in oggetto (se un edificio crolla a seguito di un incendio al suo interno, l'evento sarà "incendio"; se un edificio crolla a seguito di un'alluvione, ma la pagina è dedicata al crollo dell'edificio, l'evento sarà "cedimento strutturale").

Nella tabella sottostante, a sono disponibili in ordine alfabetico alcuni esempi. Attenzione: non confondere "tipo" con "causa" e/o "motivazione": questi ultimi due, generalmente, sono ciò che provacono quel tipo di evento. Esempio: "evento=disastro naturale", "tipo=alluvione", "causa=piogge torrenziali".

Evento Tipo
(elenco non esaustivo)
Pagina di esempio
Attentato
Attentato di Toronto del 23 aprile 2018
Cedimento strutturale
  • Abbattimento accidentale
  • Abbattimento volontario
  • Cedimento improvviso
N.D.
Disastro ambientale
Disastri nucleari costituiscono eventi a sé stanti
N.D.
Disastro naturale N.D.
Incendio
Esplosione(da utilizzare per cause naturali o laddove non sia possibile utilizzare "incendio", "attentato" o altro)
  • Incendio accidentale
  • Incendio boschivo
  • Incendio doloso
  • Incendio edificio
  • Incendio industriale
  • altro
N.D.
Incidente ferroviario
  • Collisione
  • Deragliamento
  • Incendio
  • Incidente a persone causato da materiale rotabile in movimento
  • Incidente al passaggio a livello
Gli attentati costituiscono eventi a sé stanti
N.D.
Incidente nucleare
  • Diffusione di scorie orfane
  • Errore umano
  • Guasto all'impianto
  • Incidente di criticità
  • Incidente di trasporto
  • Meltdown nucleare
Disastro di Černobyl'
Naufragio
  • Attacco pirata/terroristico
  • Avaria
  • Collisione
  • Errore di navigazione
  • Falla
  • Incagliamento/Arenamento
  • Incendio (valutare se utilizzare "evento=incendio" sia più appropriato)
  • Instabilità
Naufragio della Costa Concordia
Strage (da utilizzare laddove non sia indicato dalle fonti come attentato)
Massacro/Eccidio (si invita a utilizzare "strage")
Omicidio
Massacro al Virginia Polytechnic Institute
È possibile comunque utilizzare qualsiasi altro termine, nel parametro "evento", che si ritiene appropriato al caso, anche se non in elenco. Tuttavia il termine deve avere una pagina su Wikipedia, poiché nel parametro è automaticamente inserito il wikilink. Se si opta per aggiungere un nuovo "evento" (non elencato sopra), si è pregati di comunicarlo nella pagina di discussione del template (qui linkata). Si ricorda ancora che, nonostante ne sia preferibile una compilazione, non è obbligatorio compilare il parametro.