Apri il menu principale
A.S.D.T.T. Brescia
Tennistavolo Table tennis pictogram.svg
Segni distintivi
Colori sociali Bianco-Azzurro-Blu
Simboli Leonessa
Dati societari
Città Brescia
Paese Italia Italia
Confederazione ETTU
Federazione Fitet
Campionato Serie A-2
Fondazione 1999
Presidente Francesco de Petra
Allenatore Grazioso Nobili
Impianto sportivo PalaCopernico
Palmarès
www.asttbrescia.it

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Tennistavolo Brescia (detta anche A.S.D.T.T. Brescia o Tennistavolo Brescia) nasce a Brescia il 14 settembre 1999 ad opera dei soci fondatori Francesco de Petra, Luigi Gaggia e Simone Spada.

Presidente del sodalizio viene nominato Francesco de Petra che ad oggi, dopo quasi 10 anni, ricopre ancora tale carica.[1]

La società seppur fondata nel 1999, incomincia la sua partecipazione ai campionati ufficiali Fitet solo nella stagione successiva, infatti nel campionato 2000/2001, risulta iscritta al campionato di livello regionale D-1. In pochi anni, con squadre via via rinnovate, riesce a raggiungere, nel 2006/2007, il massimo campionato italiano: la Serie A-1 maschile.[2] Dopo due stagioni di assestamento, nella stagione 2008/2009 la squadra lotta per i play-off scudetto.[3]

Il sodalizio bresciano annovera inoltre altre formazioni maschili nelle serie minori maschili e nella serie B femminile.[4]

Sino alla stagione 2008/2009 annoverava il giocatore italiano con il record di scudetti individuali, ben 10, Massimiliano Mondello, sostituito però nella stagione 2009/2010 da un altro ex nazionale assoluto, il mancino triestino Cristian Mersi. Il Capitano Ntaniel Tsiokas ha partecipato a tre Olimpiadi (Barcellona, Atlanta e Pechino). L'Associazione Sportiva Dilettantistica Tennistavolo Brescia è affiliata alla Federazione Italiana Tennistavolo (federazione facente parte del CONI) sin dalla sua costituzione (Codice 2529).

Dopo quattro anni nella massima serie del campionato italiano, dalla stagione agonistica 2010/11, per effetto di una riorganizzazione dei piani strategici dovuti alla crisi economica che ha colpito duramente il mondo sportivo, il sodalizio bresciano ha deciso di rinunciare alla serie A-1 Maschile, ripartendo così dalla terza divisione nazionale (la Serie B-1), tornando altresì a rinvigorire il settore giovanile.

Nella stagione 2011/2012 il club vince il campionato di Serie B-1 (Paolo Gusmini, Simone Cini, Pasquale Sanvitale e Francesco De Petra), tornando così in serie A-2 maschile.

Indice

Rosa attuale (Team Manager e Capitano)Modifica

  •   Simone Cini
  •   Nicola Di Fiore
  •   Paolo Gusmini
  • Szilard Gyorgy

CronistoriaModifica

  •   Stagione 2000/2001 Serie “D-1” Regionale: 1ª Classificata
  •   Stagione 2001/2002 Serie “C-1” Nazionale: 1ª Classificata
  •   Stagione 2002/2003 Serie “B-2” Nazionale: 1ª Classificata[5]
  •   Stagione 2003/2004 Serie “B-1” Nazionale: 1ª Classificata[6]
  •   Stagione 2004/2005 Serie “A-2” Nazionale: 3ª Classificata[7]
  •   Stagione 2005/2006 Serie “A-2” Nazionale: 1ª Classificata[8]
  •   Stagione 2006/2007 Serie “A-1” Nazionale: 8ª Classificata[2][9]
  •   Stagione 2007/2008 Serie “A-1” Nazionale: 6ª Classificata[10][11]
  •   Stagione 2008/2009 Serie “A-1” Nazionale: 3ª Classificata[3][12]
  •   Stagione 2009/2010 Serie “A-1” Nazionale: 6ª Classificata[13][14]
  •   Stagione 2010/2011 Serie “B-1” Nazionale: 5ª Classificata[15]
  •   Stagione 2011/2012 Serie “B-1” Nazionale: 1ª Classificata
  •   Stagione 2012/2013 Serie “A-2” Nazionale

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica