Apri il menu principale

Si definisce tensione continua quella differenza di potenziale derivata da un generatore o da un accumulatore (pila) che non subisce variazioni nel tempo. In questo caso, infatti, la tensione elettrica assume un valore indipendente dal tempo e sempre costante. Il moto delle cariche elettriche all'interno del circuito, cioè, avviene allo stesso modo indipendentemente dall'istante considerato perché le cariche sono sottoposte ad una forza che è indipendente dal tempo. Si determina, quindi, una situazione riconducibile al moto permanente.

Un esempio di tensione continua può essere quella che viene generata ai capi di una linea ferroviaria.

Un circuito elettrico sottoposto ad una tensione continua è attraversato da una corrente continua, anch'essa indipendente dal tempo.

Voci correlateModifica

  Portale Fisica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fisica