Apri il menu principale

Teodorico III d'Olanda

Teodorico III
Thierry III de Hollande.png
Teodorico, da una raffigurazione del XVI secolo
Conte d'Olanda
Stemma
In carica 993 circa –
1039
Predecessore Arnolfo[1]
Successore Teodorico IV[1]
Nascita 981/90
Morte 27 maggio 1039)
Sepoltura abbazia di Egmond
Casa reale Gerulfingi
Padre Arnolfo[1]
Madre Liutgarda di Lussemburgo[1]
Consorte Otelinda di Sassonia
Figli Teodorico
Fiorenzo e
Bertrada
Religione Cattolico

Teodorico III d'Olanda, in olandese Dirk III van Holland (981/9027 maggio 1039), fu il quinto (secondo gli Annales Egmundani, fu il quarto[2]) Conte d'Olanda dal 993 alla sua morte.

OrigineModifica

Secondo il capitolo nº 37 della Chronologia Johannes de Beke era il figlio primogenito del quarto Conte d'Olanda, Arnolfo e della moglie, Liutgarda di Lussemburgo[3] ( 965/70 – dopo il 1005), figlia di Sigfrido, primo conte di Lussemburgo (infatti secondo la Thietmari Merseburgensis episcopi Chronicon Liutgarda è citata come sorella di Cunegonda (Liudgardae sororis reginae)[4], che, come ci conferma, il monaco e cronista, Rodolfo il Glabro, aveva sposato il re di Germania e futuro Imperatore del Sacro Romano Impero, Enrico II[5], figlia di Sigfrido di Lussemburgo[5]; il matrimonio tra Cunegonda ed Enrico II, viene confermato anche dall'Annalista Saxo[6]) e di Edvige (domina Hedewich comitissa, mater Chunigundis imperatricis), come ci conferma la Vitæ Heinrici et Cunegundis Imperatores Preface[7], che secondo la GENEALOGY.EU era Edvige di Nordgau[8], figlia di Eberardo IV, conte di Nordgau[8].
Arnolfo d'Olanda, secondo il documento nº 33a della Chronologia Johannes de Beke era il figlio primogenito del terzo Conte d'Olanda, Teodorico II e della moglie (come confermano gli Annales Egmundani, la moglie di Teodorico II si chiamava Hildegarda[2])[9], Hildegarda di Fiandra, come confermano sia la Caroli Magni Progenies a pagina 138 (non consultata) sia le Europäische Stammtafeln[10], vol II, 5 (non consultate)[11].
Hildegarda di Fiandra ([prima del 933-10 aprile 990, sempre secondo le Europäische Stammtafeln, vol II, 5 (non consultate) era figlia del Conte di Fiandra, Arnolfo I, e della sua seconda moglie, Adele di Vermandois[12], ma, secondo alcuni storici, tra cui Gerhard Rösch, era figlia di Arnolfo I di Fiandra e della sua prima moglie di cui non si conoscono né il nome né gli ascendenti, citata sempre nelle Europäische Stammtafeln, vol II, 5 (non consultate)[12].

BiografiaModifica

 
"Questo è Teodorico, figlio del conte Arnolfo, e fu il quarto conte d'Olanda".

Secondo gli Annales Egmundani, Teodorico III era figlio di Arnolfo e succedette al padre come conte d'Olanda[13].
Il padre, Arnolfo morì nel 993, come confermano gli Annales Egmundani[13]; la Chronologia Johannes de Beke, nel capitolo 38b, narra gli avvenimenti inerenti alla sua morte avvenuta nella Frisia occidentale, precisando che si trovava nei pressi del villaggio di Winkel e morì il 18 settembre (XIIII kalendas octobris) 993 e che fu sepolto, vicino al padre Teodorico I, nell'abbazia di Egmond[14].
Gli succedette Teodorico, col titolo di conte d'Olanda Teodorico III[14].
Data la minor età di Teodorico, la madre Liutgarda, fu reggente della contea, che governò anche sfruttando l'importante parentela (era cognata del re di Germania e Imperatore del Sacro Romano Impero, Enrico II[5]); Teodorico III, infatti viene citato, assieme alla madre, Liutgarda, nel documento nº 102, datato 995, del Cartulaire de la ville de Gand, Chartes et documents T. I, Liber traditionum sancti Petri Blandiniensis, inerente ad una donazione per l'anima del padre[15].

Non si conosce la data esatta della morte di Liutgarda, comunque, nel maggio 1005, intervenne presso ill cognato, Enrico II, per fermare un tentativo di attacco navale da parte dei Frisoni, come ricordato dalla Thietmari Merseburgensis episcopi Chronicon[4].

Dopo questa data, Teodorico III governò da solo.
Teodorico aveva una roccaforte a Vlaardingen, nella zona dove il fiume Waal confluisce nella Mosa che, secondo la The Battle of Vlaardingen (1018), aveva sottratto al vescovo di Utrecht[16] e aveva imposto, senza il consenso dell'imperatore o del vescovo, un pedaggio alle navi che, lungo il fiume Waal, passavano per Tiel. Il vescovo di Utrecht, Adalboldo II o Etelboldo II, secondo la Thietmari Merseburgensis episcopi Chronicon, chiese l'aiuto dell'imperatore, Enrico II, che gli inviò delle truppe al comando di Goffredo di Lorena[17], che attaccarono Teodorico, qualificato come nipote dell'imperatrice (imperatricis nostrae nepotem, Thiedricum)[18]; Teodorico con l'aiuto dei Frisoni sconfisse l'esercito imperiale, che subì molte perdite[19] e anche il vescovo Adalboldo II e Goffredo di Lorena si salvarono a stento[19], e, sempre secondo la The Battle of Vlaardingen (1018), l'esercito imperiale sconfitto a Vlaardingen fuggì in preda al panico[16]. La battaglia tra Goffredo di Lorena e Teodorico viene riportata sia dagli Annales Perchenses[20], sia dagli Annales S. Iacobi Leodiensis[21], che dagli Annales Leodiense[22].
Questa vittoria fu una tappa importante nello sviluppo e l'indipendenza della contea d'Olanda.
I contrasti con i vescovi di Utrecht continuarono, come testimonia a pagina 154 il documento nº 169 del Kaiserkunden Einrich IV, datato 28 dicembre 1063, che ricorda alcuni dei territori contesi al vescovo di Utrecht da Teodorico III e, dopo di lui, dai figli, Teodorico IV, e, Fiorenzo I[23].

Secondo la Vita Meinwerci Episcopi Paderbornensis, Teodorico III (Thiederici Fresoniæ), viene citato come testimone di due donazioni, una, del 1024[24], ed una seconda del 1029[25].

Teodorico III morì nel 1039, come confermano gli Annales Egmundani[26], come conferma anche il capitolo nº 43 della Chronologia Johannes de Beke, che riporta che Teodorico fu inumato nell'abbazia di Egmond[27]. Anche la Beka's Egmondsch Necrologium, in Oppermann, O. (1933) Fontes Egmundenses a pagina 107, riporta l'anno ed il giorno della morte di Teodorico: 27 maggio 1039 (1039 VI Kal Iun) (non consultata)[28].
Gli succedette il figlio Teodorico[26], mentre secondo il capitolo nº 39a della Chronologia Johannes de Beke il figlio secondogenito, Fiorenzo, assumeva il titolo di conte della Frisia orientale[29].

DiscendenzaModifica

Teodorico III, sempre secondo il capitolo nº 39a della Chronologia Johannes de Beke aveva sposato la figlia del duca di Sassonia, Otelinda di Sassonia[29] († 1043/4), come confermano anche le Europäische Stammtafeln[10], vol II, 2 (non consultate) era la figlia di Bernardo I 973-1011 Margravio della Marca del Nord e conte di Haldensleben[28] e di Hildegarda di Stade ( † 1011). Otelinda viene citata come contessa d'Olanda dagli Annales Egmundani[2] ed il matrimonio tra Teodorico III e Otelinda viene confermato anche dal documento nº 88 del Oorkondenboek Holland[30]. La morte di Otelinda è riportata dagli Annales Egmundani, nel 1044[26], mentre il capitolo nº 43 della Chronologia Johannes de Beke, riporta che morì nel 1043[27]. Anche la Beka's Egmondsch Necrologium, in Oppermann, O. (1933) Fontes Egmundenses a pagina 107, riporta l'anno ed il giorno della morte di Teodorico: 9 marzo 1043 (1043 VII Id Mar) (non consultata)[28].
Teodorico III da Otelinda ebbe tre[31] (o quattro[28]) figli:

  • Teodorico[1] ( † 1049), che succedette al padre come conte d'Olanda[2];
  • Fiorenzo[1] (1025 - 1061), che succedette al fratello come conte d'Olanda[2].
  • Bertrada, come confermano le Europäische Stammtafeln[10], vol II, 2 (non consultate)[28], che, secondo l'Annalista Saxo, sposò Teodorico I conte di Katlenburg, figlio del conte Udo e della moglie Bertrada di Sassonia[32].
  • Suanilde, che, secondo l'Annalista Saxo, era sorella di Bertrada ed aveva sposato il conte di Looz[32].

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f (NL) Kroniek, pag 520
  2. ^ a b c d e (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, pag 444
  3. ^ (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 37, pag 71
  4. ^ a b (LA) Thietmari Merseburgensis episcopi Chronicon, liber VI, par. 19, pag 144, nota 13
  5. ^ a b c (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus VII, Rodulfi Glabri, Historiarum Libri Quinque, pag 62
  6. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus VI, Annalista Saxo, anno 1002, pag 649
  7. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus IV, Vitæ Heinrici et Cunegundis Imperatores Preface, pag 791
  8. ^ a b (EN) #ES Genealogy: Luxemburg 3 - Siegfried of Luxemburg
  9. ^ (LA) Chronologia Johannes de Bek, doc. 33a, pag 61
  10. ^ a b c Le Europäische Stammtafeln sono una raccolta di tavole genealogiche delle (più influenti) famiglie europee.
  11. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: conti d'Olanda - DIRK
  12. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : Nobiltà delle Fiandre-ARNOUL de Flandres
  13. ^ a b (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, pag 446
  14. ^ a b (LA) Chronologia Johannes de Bek, doc. 38b, pagg 71 -73
  15. ^ (LA) Cartulaire de la ville de Gand, Chartes et documents T. I, Liber traditionum sancti Petri Blandiniensis, doc. 102, pag 97
  16. ^ a b (EN) #ES The Battle of Vlaardingen (1018)
  17. ^ (LA) Thietmari Merseburgensis episcopi Chronicon, liber IX, par. 27, pagg 254 e 255, nota 13
  18. ^ (LA) Thietmari Merseburgensis episcopi Chronicon, liber IX, par. 27, pag 255, nota 1
  19. ^ a b (LA) Thietmari Merseburgensis episcopi Chronicon, liber IX, par. 27, pag 255
  20. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Perchenses, pag 601
  21. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales S. Iacobi Leodiensis, pag 638
  22. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus IV, Annales Leodienses, pag 18, colonna II
  23. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, Diplomatum regum et imperatorum germaniae, tomus VI, Heinrici IV. diplomata, doc. 169, pagg 152 - 155
  24. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XI, Vita Meinwerci Episcopi Paderbornensis, par 197, pagg 152 e 153
  25. ^ (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XI, Vita Meinwerci Episcopi Paderbornensis, par 202, pag 154
  26. ^ a b c (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus XVI, Annales Egmundani, pag 447
  27. ^ a b (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 43, pag 81
  28. ^ a b c d e (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: conti d'Olanda - DIRK
  29. ^ a b (LA) Chronologia Johannes de Bek, cap. 39a, pag 73
  30. ^ (LA) Oorkondenboek Holland, doc. 88, pag 182
  31. ^ (EN) #ES Genealogy: Holland 1 - Dirk III Hierosolymita
  32. ^ a b (LA) Monumenta Germanica Historica, tomus VI, Annalista Saxo, anno 1056, pag 691

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95429743 · GND (DE138805512 · CERL cnp01180210 · WorldCat Identities (EN95429743