Apri il menu principale
Terceira Divisão
SportFootball pictogram.svg Calcio
PaesePortogallo Portogallo
OrganizzatoreFederazione calcistica del Portogallo
TitoloCampione di Terceira Divisão
Cadenzaannuale
Aperturaagosto
Partecipanti94
FormulaGirone all'italiana A/R
Fase de descida e Fase de subida
Promozione inSegunda Divisão
Retrocessione inCampionati distrettuali
Sito Internetfpf.pt
Storia
Fondazione1947
Soppressione2012
Ultimo vincitoreJoane
Cesarense
Viseu
Castelo Branco
CF Benfica
Farense
Lusitânia
Pontassolense

La Terceira Divisão è un livello estinto del campionato portoghese di calcio.

Fu inaugurata nella stagione 1947-1948, quando rappresentava il terzo livello nazionale, nel 1990-1991 divenne il quarto livello e, al termine della stagione 2011-2012, è stata abolita[1].

Il campionato aveva carattere non professionista ed era organizzato dalla FPF.

StrutturaModifica

Il campionato era strutturato in otto gironi, sette dei quali (Série A, B, C, D, E, F e Série Madeira) composti da 12 squadre e uno (Série Açores) da 10. Le prime sei classificate dei gironi continentali venivano poi a loro volta raggruppate in gironi, le vincitrici dei quali ottenevano la promozione in Segunda Divisão.

Le squadre campioni della Série Açores e della Série Madeira ottenevano l'automatica promozione nel caso in cui fossero meno di 6 squadre dalle rispettive zone a disputare il torneo di categoria superiore. In caso contrario, la squadra vincitrice della Série Madeira disputava uno spareggio con la formazione madeirense peggiore classificata di Segunda Divisão: la vincitrice dello spareggio disputava il campionato di Segunda e la perdente quello di Terceira Divisão. Similmente veniva disputata la Série Açores: dopo la prima fase le migliori quattro squadre classificate disputavano una seconda fase, la cui vincitrice accedeva alla categoria superiore solo nel caso in cui fossero meno di 6 le formazioni dell'arcipelago già impegnate, altrimenti veniva disputato uno spareggio con la peggiore classificata.

La retrocessione dalla Série Madeira e dalla Série Açores ai rispettivi campionati distrettuali veniva regolata come segue: se nessuna squadra retrocedeva dalla Segunda alla Terceira Divisão, venivano promosse due formazioni, nel caso di una retrocessione le promosse erano 3, con due retrocesse salivano a 4 e così via.

StoriaModifica

Fino alla stagione 1999-2000 le vincitrici dei diversi gironi disputavano una fase finale per l'assegnazione del titolo. A partire dal 2000-2001, con la sola eccezione della stagione 2001-2002, tutte le vincitrici dei gironi sono state proclamate campioni.

Albo d'oroModifica

Stagione Série A Série B Série C Série D Série E Série F Série Açores Série Madeira
2000-2001 Caçadores das Taipas Vila Real Oliveira do Hospital Castelo Branco Olivais e Moscavide Amora Lusitânia  
Stagione Série A Série B Série C Série D Série E Série F Série Açores Série Madeira
2002-2003 Bragança Lixa Estarreja Alcains Sintrense Pinhalnovense Santo António  
2003-2004 Valenciano Ribeirão Penalva do Castelo Castelo Branco Casa Pia Atlético Operário  
2004-2005 Sandinenses Aliados de Lordelo Nelas Portomosense Benfica B Silves Madalena  
2005-2006 Maria da Fonte Vila Meã União de Lamas Eléctrico Atlético Vendas Novas Lusitânia  
2006-2007 Valdevez Leça Anadia Caldas Caniçal Lagoa Angrense  
2007-2008 Mirandela Amarante Arouca Monsanto Oriental de Lisboa Mineiro Praiense  
2008-2009 Vieira Paredes Tondela Sertanense Camacha Louletano Vitória do Pico  
2009-2010 Macedo de Cavaleiros Oliveirense Anadia Coimbrões Casa Pia Juventude Évora Madalena Andorinha
2010-2011 Mirandela Amarante Cinfães Monsanto Caldas Vendas Novas Angrense Ribeira Brava
2011-2012 Joane Cesarense Viseu Castelo Branco CF Benfica Farense Lusitânia Pontassolense

Titoli per squadraModifica

NoteModifica

  1. ^ Guia Record de futebol 2012-13, p. 244.
  2. ^ Il campionato fu disputato regolarmente, ma non fu assegnato il titolo di campione. Le vincitrici dei gruppi erano Desportivo das Aves, Lusitânia Lourosa, Estarreja, Estrela de Portalegre, Montijo e Campinense.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio