Apri il menu principale

Terkel in Trouble

film di animazione del 2004 diretto da Kresten Vestbjerg Andersen, Thorbjørn Christoffersen, Stefan Fjeldmark
Terkel in Trouble
Terkel 007.JPG
Terkel (a destra) con il migliore amico Jason
Titolo originaleTerkel i Knibe
Lingua originaledanese
Paese di produzioneDanimarca
Anno2004
Durata77 min
Genereanimazione, commedia, musicale
RegiaKresten Vestbjerg Andersen, Thorbjørn Christoffersen, Stefan Fjeldmark
SoggettoAnders Matthesen (serial radio)
SceneggiaturaMette Heeno
ProduttoreTrine Heidegaard, Thomas Heinesen
Distribuzione in italianoMoviemax
MontaggioPer Risager, Mikael R. Ryelund, Martin Wichmann
MusicheBo Rasmussen
SfondiLine Mathilde Bjerring
Doppiatori originali
  • Anders Matthesen: Terkel, Leon, Beatrix, Rita, Stewart, Jason, Arne (Narratore), Gunnar, Sten, Saki, Doris, Silas
Doppiatori italiani
Premi

Terkel in Trouble (Terkel i Knibe) è un film d'animazione danese del 2004 diretto da Kresten Vestbjerg Andersen, Thorbjørn Christoffersen e Stefan Fjeldmark.

Il film è basato su una serie radiofonica dallo stesso titolo andata in onda in Danimarca sul canale Børneradio; per i suoi linguaggi estremamente volgari e i contenuti adulti è indirizzato a un pubblico maturo (in Italia, in cui il film è uscito nel 2006, la visione è stata vietata ai minori di 14 anni).

L'adattamento italiano ha visto la partecipazione dei membri del gruppo Elio e le Storie Tese al doppiaggio e alla colonna sonora; la canzone Banane giganti è uscita anche come singolo e videoclip (ma il gruppo ha usato lo pseudonimo de "I Los The Peparors").

TramaModifica

Arne racconta la storia di Terkel, un bambino che frequenta la 1° media. Vive in una famiglia dove il padre Leon e la madre Beatrix continuano a discutere su tutto. Inoltre, non sopporta la sua sorellina, Rita. Nella sua classe ci sono due bulletti, Sten e Saki, che prendono in giro Doris, la cicciona della classe. Poi c'è Jason, il migliore amico di Terkel, che va sempre in giro con la sua spranga di ferro. Terkel ha un nuovo insegnante, supplente dell'altra professoressa, morta investita. Il suo nome è Gunnar, un uomo che si dimostra un vero amante degli animali. I problemi per Terkel cominciano quando Stewart, lo zio, picchia a sangue Sten e Saki, che iniziano a chiamare Terkel “torturatore di animali” o “pappagallo”. Per ingraziare Sten e Saki, Terkel prende in giro Doris, che, sconsolata, si butta giù dalla finestra, suicidandosi. Terkel è spaventato dai sensi di colpa, e riceve delle minacce da un individuo sconosciuto. All'inizio crede siano Sten e Saki, poi inizia a diffidare anche di Jason, quando scopre che Doris era sua sorella. Gunnar organizza per la classe una gita in campeggio nei boschi, e Terkel nella notte riceve un SMS minatorio da Jason. Spaventato chiama Gunnar, con il quale si allontana per fuggire. In quest'occasione viene a scoprire che Gunnar quella sera aveva preso in prestito il cellulare di Jason: i messaggi di morte erano di Gunnar stesso, che voleva uccidere Terkel per aver schiacciato accidentalmente giorni prima un ragnetto, sedendovisi sopra. Ma arriva Jason che salva l'amico con la spranga di ferro, colpendo in testa Gunnar, e vissero di nuovo amici.

RiconoscimentiModifica

Oltre ai premi citati in tabella, il film ha ottenuto una nomination al Robert Festival 2005 come "migliore sceneggiatura (adattamento)" e una ai Bodil Awards 2005 come "miglior film danese".

CuriositàModifica

I titoli di testa del film sono un omaggio ai titoli di testa di Seven (1995) di David Fincher.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema