Territorio di Brescia

Il Territorio di Brescia era il nome della Provincia di Brescia durante il periodo di sottomissione alla Repubblica di Venezia, dal 1426 al 1797.

Il TerritorioModifica

Il Territorio esercitava in maniera diversa il potere sulla sua giurisdizione, dato che molti comuni, oltre alle valli e alla Riviera di Salò, godevano di autonomie anche molto estese.

Il Territorio era retto da un consiglio di 70 membri, che nominava tra gli altri due sindaci generali biennali, un massaro, un avvocato, un tesoriere e un rappresentante a Venezia.

A sua volta il Territorio si divideva in 21 quadre o reggimenti, e in un numero variabile di comuni intorno ai 170.[1]

NoteModifica