Terry Funk

wrestler e attore statunitense
Terry Funk
Terry Funk.jpg
NomeTerrance Funk
Ring nameTerry Funk
Chainsaw Charlie
Dr Knows It All
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
NascitaHammond
30 giugno 1944
Residenza dichiarataAmarillo
Altezza dichiarata185 cm
Peso dichiarato112 kg
Debutto9 dicembre 1965
Progetto Wrestling

Terrance "Terry" Funk (Hammond, 30 giugno 1944) è un ex wrestler e attore statunitense.

Figlio di Dory Funk e fratello di Dory Funk Jr., entrambi wrestler, nel corso della sua carriera ha lottato in molte delle più importanti federazioni del mondo, tra cui la All Japan Pro Wrestling (AJPW), la Extreme Championship Wrestling (ECW), la World Championship Wrestling (WCW) e la World Wrestling Federation/Entertainment (WWF/E). Funk è inoltre una leggenda del wrestling soprattutto nel genere "Hardcore".

CarrieraModifica

Inizi in NWA (anni sessanta-ottanta)Modifica

 
Terry Funk nel 1975

Funk iniziò la sua carriera nel wrestling nel 1965, lavorando insieme a suo padre Dory Funk Sr. nella National Wrestling Alliance (NWA) in Texas. Lui e il fratello, Dory Funk Jr., riscossero ben presto ottimi riscontri di pubblico diventando lottatori quotati alla fine del decennio. Nel 1975, Terry sconfisse Jack Brisco per il titolo NWA World Heavyweight Championship. Iniziò quindi un regno titolato di 14 mesi che terminò a Toronto quando Funk venne sconfitto da "Handsome" Harley Race, che vinse la cintura per la seconda volta.

World Wrestling Federation (1985-1986)Modifica

Terry Funk debuttò nella World Wrestling Federation (WWF) nel 1985. Nel suo primo incontro non solo sconfisse Aldo Marino, ma assalì anche l'annunciatore Mel Phillips. Quindi Funk passò a far coppia con suo fratello Dory (chiamato "Hoss" Funk) e Jimmy Jack Funk (Jesse Barr), nella storyline anche lui un altro dei fratelli Funk. Il loro manager era Jimmy Hart. All'epoca, Terry ebbe una violenta rivalità con Junkyard Dog che portò a un match tra Terry Funk & Hoss Funk e la coppia Tito Santana & Junkyard Dog a WrestleMania 2.[1] Poi ebbe una rivalità per il titolo mondiale contro Hulk Hogan e il feud finì in un violentissimo match, perso da Funk nonostante egli avesse colpito Hogan prima con una poltrona e una trave, poi con un Texas Piledriver sui dei gradoni seguito da un altro su un tavolo dei commentatori.

Ritorno alla National Wrestling AllianceModifica

Nel 1989, Funk ritornò in NWA e si unì alla J-Tex Corporation. Iniziò un feud con Ric Flair, che aveva battuto Ricky Steamboat a WrestleWar vincendo la cintura di NWA World Heavyweight Champion poco tempo prima. Funk, che era uno dei tre giudici del main event, sfidò Flair a un match titolato. Flair rifiutò, affermando che Funk "passava troppo tempo a Hollywood" invece di concentrarsi sul wrestling. Funk allora assalì Flair colpendolo con un piledrive effettuato sul tavolo a bordo ring. La mossa mise fuori gioco il campione fino a Great American Bash dove affrontò Funk assetato di vendetta. Flair vinse il match, ma subito dopo venne aggredito da Gary Hart e The Great Muta. Sting corse in aiuto di Flair e i due si scontrarono con Funk & Muta verso la fine dello show. Funk restò infortunato nella contesa, ma tornò per continuare il suo feud con Ric Flair. I due allora lottarono in un "I Quit" Match a Clash of the Champions, perso da Funk. Un momento cruciale del feud si ebbe quando Funk cercò di soffocare Flair in diretta televisiva con una busta di plastica dopo che Ric e Sting avevano sconfitto Muta & Dick Slater a Clash of the Champions. Dopo la sconfitta a Clash of Champions contro Flair, Terry strinse la mano al campione, e venne attaccato dal gruppo di Gary Hart. Dopo una breve parentesi come commentatore, Funk lasciò nuovamente la federazione.

World Championship Wrestling (1994)Modifica

Nel 1994, Funk riapparve nella World Championship Wrestling come membro della stable heel "Stud Stable" capeggiata da Colonel Robert Parker.[2] Insieme a Bunkhouse Buck, Arn Anderson & Meng, la stable focalizzò la propria attenzione su avversari quali Dusty e Dustin Rhodes, ma anche Nasty Boys, feud che culminò in un War Games Match svoltosi a Fall Brawl.

Extreme Championship Wrestling (1994–1997)Modifica

Nel 1994 debutta in ECW dove rimarrà fino al 1997, diventando uno dei punti cardine della federazione.

Nella seconda parte della sua carriera, Funk modificò il proprio stile di combattimento passando da un tradizionale stile di combattimento del sud degli Stati Uniti ad uno stile più violento ispirato all'hardcore wrestling. Nel 1994, dopo un'apparizione speciale con Tully Blanchard nella World Championship Wrestling (WCW) a Slamboree, Funk promise di aiutare l'emergente Eastern Championship Wrestling (in seguito rinominata Extreme Championship Wrestling o semplicemente ECW) portando il suo talento e la sua esperienza nella federazione, appena staccatasi dall'NWA. Il 16 luglio, Terry & Dory Funk persero un Barbed Wire Match contro i Public Enemy. In ECW Funk ebbe svariati feud con wrestler come Cactus Jack, "The Franchise" Shane Douglas, The Sandman, Sabu, e Tommy Dreamer.

Il 20 agosto 1995, la IWA Japan tenne un torneo King of the Death Match a Kawasaki, in Giappone. Nel famigerato torneo in questione, Funk lottò in tre match di estrema violenza che inclusero scale, puntine da disegno, e filo spinato. Nella finale, egli perse contro Mick Foley (Cactus Jack), in un pericolosissimo incontro "Exploding Ring, C4 Explosive, Barbed Wire Match".

Inoltre Funk elevò l'ECW facendo da trascinatore del primo pay-per-view della federazione, Barely Legal svoltosi il 13 aprile 1997, e vincendo il titolo ECW Championship battendo Raven. Quella stessa serata, prima di vincere la cintura, Funk sconfisse The Sandman e Stevie Richards in un Triple Threat match, che gli garantì il match per il titolo contro Raven. Successivamente venne sconfitto da Sabu in un Barbed Wire Match a Born to Be Wired perdendo il titolo di campione ECW. Per il particolare match erano state appositamente sostituite le normali corde del ring con del filo spinato. Nel settembre dello stesso anno, si tenne lo show "WrestleFest - 50 Years of Funk" celebrativo della carriera di Terry e di suo fratello Dory. Terry perse contro l'allora WWF World Heavyweight Champion Bret Hart nel main event della serata. Tuttavia, prima del match, il proprietario dell'ECW Paul Heyman introdusse Terry con la cintura ECW alla vita, proclamandolo "campione mondiale ECW a vita" per l'enorme contributo dato alla federazione. Ricevuto il titolo onorifico, Funk dichiara di volersi ritirare dall'attività di lottatore a causa degli innumerevoli infortuni rimediati in carriera.

World Wrestling Federation (1998)Modifica

Il ritiro dal ring di Funk dura però solo tre mesi in quanto ricomincia a combattere in compagnie minori del circuito indipendente. Poco tempo dopo, torna in WWF. All'inizio del 1998 combatte come Chainsaw Charlie con la gimmick di un pazzo tagliaboschi ispirato a Leatherface, personaggio del film Non aprite quella porta. Dapprima ha un feud con Mick Foley, ma in seguito inizia a combattere in coppia con lui. Il duo si scontra con i New Age Outlaws a WrestleMania XIV, in un match con in palio il World Tag Team Championship in un Dumpster Match. Funk & Foley riescono a vincere le cinture di campioni di coppia.[3] I titoli furono rimessi in palio la sera successiva a Raw in uno Steel Cage Match a causa di una irregolarità riscontrata nell'incontro della sera precedente. Gli Outlaws riconquistarono le cinture. Chainsaw Charlie ebbe quindi un Falls Count Anywhere Match con l'ex partner Foley, che lo sconfisse.

Egli lasciò la WWF in estate quando Foley assunse la gimmick di Mankind in un feud con The Undertaker. In questo periodo Funk annunciò nuovamente il suo ritiro, ma solo per breve tempo. L'ultimo match in WWF ebbe luogo in un incontro di coppia a Fully Loaded, dove in coppia con Bradshaw lottò contro Scorpio & Faarooq.[4]

Ritorno in ECW e WCW (1998–2000)Modifica

Torna in WCW dopo questo match dove rimane fino al 2000. Funk, tuttavia, si ammala ed annuncia per l'ennesima volta il suo ritiro dai combattimenti.

Torna a combattere nella World Championship Wrestling nel 2000, vincendo la cintura WCW Hardcore Championship per tre volte (record imbattuto della compagnia) e il titolo WCW United States Heavyweight Championship per la seconda volta in carriera. Diventa inoltre WCW Commissioner e, per breve tempo leader della stable Old Age Outlaws che ha un feud con l'nWo.

Circuito indipendente (2002-2006)Modifica

 
Funk nel settembre 2013

Dal 2002 al 2004, Funk lottò regolarmente nella Ring of Honor Wrestling e nella Major League Wrestling. Ebbe diversi scontri con CM Punk, gli Extreme Horsemen (Steve Corino, C.W. Anderson, Justin Credible & Simon Diamond) in match a stipulazione speciale molto violenti come No Ropes Barbed Wire Death Match, e 5 vs 5 WarGames Match. Nel novembre 2004, Funk lottò nella federazione inglese FWA partecipando allo show annuale British Uprising. In squadra con Paul Burchill e Paul Travell, con manager "The Twisted Genius" Dean Ayass, affrontò The Triad, con manager Greg Lambert, in un 6-Men Tag Team Match. Il team di Funk prevalse davanti a un pubblico di 2,000 persone al Coventry Skydome.

Il 18 febbraio 2004, Funk ha lottato nella TNA dove lui e Raven sconfissero Julio Dinero & CM Punk.

Nel 2005, Funk ricevette l'offerta da parte della World Wrestling Entertainment di partecipare alla prima edizione dello show speciale di reunion della ECW denominato One Night Stand, ma egli rifiutò preferendo lo show Hardcore Homecoming prodotto da Shane Douglas. A Hardcore Homecoming, Funk perse un Three-Way Barbed Wire Match con Sabu.

Ritorno in WWE e sporadiche apparizioni (2006-presente)Modifica

 
Terry & Dory Funk alla cerimonia di introduzione nella WWE Hall of Fame del 2009.

Nel 2006 torna in WWE come parte della rinata ECW, e al ppv ECW One Night Stand lotta con Tommy Dreamer perdendo contro Edge e Mick Foley in uno dei match più violenti e sanguinosi di sempre.[5] A metà dell'incontro, Foley infortuna l'occhio sinistro di Funk colpendolo con del filo spinato, e Funk viene portato nel backstage. Egli ritorna a sorpresa a combattere nel match con una benda insanguinata sull'occhio per colpire Foley con una spranga di legno incendiata con attorcigliato sopra del filo spinato.[5]

Durante la puntata del 16 febbraio 2009 di Raw, viene annunciata introduzione nella WWE Hall of Fame di Terry e Dory Funk Jr. I due sono stati presentati da Dusty Rhodes.

Il 15 ottobre 2011, Funk viene sconfitto dall'amico di vecchia data e protégé Tommy Dreamer all'evento AWE Night of Legends. In una intervista post-match rilasciata il giorno dopo dichiara di ritenere questo il suo ultimo match.

Il 12 gennaio 2013, Funk annuncia ufficialmente il suo ennesimo ritiro dal ring all'età di 68 anni,[6] tuttavia, pochi mesi dopo tornerà a combattere ancora.

Il 27 ottobre 2013 torna a lottare nella All Japan Pro Wrestling, in coppia con Dory in un tag team match, scontrandosi con Masanobu Fuchi e Osamu Nishimura in una contesa terminata in pareggio per limite di tempo dopo venti minuti.[7]

Nella puntata di Raw del 21 marzo 2016 compare in un breve segmento donando a Dean Ambrose una motosega per il suo match a WrestleMania 32 contro Brock Lesnar. La motosega era un riferimento alla sua precedente gimmick di Chainsaw Charlie.

Il 17 settembre 2016, Funk annuncia nuovamente il suo ritiro allo show House of Hardcore 17.[8]

Torna sul ring il 22 settembre 2017, nella federazione Big Time Wrestling dove insieme ai The Rock 'n' Roll Express in un six-man tag team match, sconfigge Doug Gilbert, Jerry Lawler e Brian Christopher (figlio di Lawler) per squalifica.[9]

Nel wrestlingModifica

Mosse finaliModifica

Mosse caratteristicheModifica

ManagerModifica

Musiche d'ingressoModifica

Titoli e riconoscimentiModifica

All Japan Pro Wrestling

Extreme Championship Wrestling

World Championship Wrestling / Jim Crockett Promotions

National Wrestling Alliance

United States Wrestling Association

World Wrestling Federation/Entertainment

Pro Wrestling Illustrated

  • 22º tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (1991)
  • 22º tra i 500 migliori wrestler singoli nella "PWI Years" (2003)

Professional Wrestling Hall of Fame and Museum

1 Funk è stato nominato ECW World Heavyweight Champion a vita da Paul Heyman nel 1997 per il contributo dato alla ECW ed al mondo del wrestling in generale.

FilmografiaModifica

DiscografiaModifica

  • Great Texan (1984)

NoteModifica

  1. ^ Powell, John, WrestleMania 2: Caged Heat, SLAM! Wrestling. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  2. ^ a b Stud Stable, Online World of Wrestling. URL consultato l'8 settembre 2009.
  3. ^ Powell, John, Austin wins WWF World Title at WrestleMania, SLAM! Wrestling, 30 marzo 1998. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  4. ^ Powell, John, Austin and Taker win tag team gold, SLAM! Wrestling, 27 luglio 1998. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  5. ^ a b Elliott, Brian, ECW resurrected at PPV, SLAM! Wrestling, 12 giugno 2006. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  6. ^ Terry Funk Officially Retires, su gerweck.net. URL consultato il 12 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2013).
  7. ^ (JA) Anniversary Tour, in All Japan Pro Wrestling. URL consultato il 27 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 29 ottobre 2013).
  8. ^ http://411mania.com/wrestling/terry-funk-dealing-with-health-issues-off-of-tonights-house-of-hardcore-show/
  9. ^ Mike Johnson, Terry Funk returns to the ring, chaos ensues, in Pro Wrestling Insider, 23 settembre 2017. URL consultato il 23 settembre 2017.
  10. ^ Jimmy Hart profile, Online World of Wrestling. URL consultato il 4 settembre 2009.
  11. ^ Matt Mackinder, Sir Oliver Humperdink recalls career of yesteryear, SLAM! Wrestling, 17 gennaio 2008. URL consultato il 4 aprile 2008.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN28875491 · ISNI (EN0000 0000 3796 5544 · LCCN (ENn2001026497 · NDL (ENJA00657277 · WorldCat Identities (ENlccn-n2001026497