Apri il menu principale

StoriaModifica

Nei documenti antichi l'odierno borgo di Testana è citato come "Arbore", molto probabilmente dal nome del torrente Arbora che qui scorre nella valle assieme al Recco.

La frazione storicamente seguirà le vicende del comune capoluogo, Avegno, quest'ultimo citato già nel XIII secolo[2] e che il suo territorio diverrà signoria feudale della famiglia Malaspina.

Soggetto territorialmente alla municipalità di Uscio, nel capitaneato di Recco e quindi nei domini della Repubblica di Genova, solamente con la dominazione napoleonica del Primo Impero francese (1797-1815) il borgo di Testana andrà a costituire il nuovo ente municipale di Avegno seguendone le sorti storiche come frazione riconosciuta anche dallo statuto comunale assieme alle località principali di Salto e Vescina.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

La locale chiesa parrocchiale è dedicata a santa Margherita d'Antiochia.

CulturaModifica

EventiModifica

Il 20 luglio ricorre la festività religiosa di santa Margherita d'Antiochia, patrona della frazione e titolare della parrocchia.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat al censimento 2001, su dawinci.istat.it. URL consultato l'11-7-2012.
  2. ^ Fonte dal sito del Comune di Avegno-paragrafo storia Archiviato il 6 febbraio 2012 in Internet Archive.

BibliografiaModifica

  • A. Schmuckher; S. Carbone, Avegno. Testana, Salto, Vexina. Storia e immagini di due valli, Genova, Alkaest, 1990.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Liguria