Apri il menu principale

La testimonianza è uno dei mezzi di prova consistente nella dichiarazione resa da un soggetto su fatti dei quali abbia avuto conoscenza e che sono oggetto del giudizio in corso, ad esso ricollegabili o, comunque, rilevanti ai fini processuali.

Il soggetto che rende la dichiarazione è detto indifferentemente testimone o teste.

Il primo di questi due termini - testimone - può avere però anche un'altra accezione in ambito giuridico, denotando anche il soggetto che assiste alla formazione di un atto giuridico, ad esempio un atto pubblico, a scopo di futura prova (cosiddetto testimone ad actum o strumentale).

Nel mondoModifica

Diritto italianoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Testimonianza (ordinamento civile italiano) e Testimonianza (ordinamento penale italiano).

Nel diritto italiano la testimonianza è un istituto processuale dei rami civile e penale: nel primo caso è prevista e disciplinata dagli artt. 2721 e ss. c.c. e 244 e ss. c.p.c.; nel secondo dagli artt. 194 e ss.c.p.p..

Testimoniare è un dovere e non una facoltà: non vi si può sottrarre senza incorrere in un'apposita sanzione.

Altri progettiModifica

  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto