Tetragonostylops apthomasi

(Reindirizzamento da Tetragonostylops)

Tetragonostylops apthomasi è un mammifero estinto appartenente agli astrapoteri. Visse nel Paleocene superiore (circa 58 - 55 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Sudamerica.

Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Tetragonostylops
Immagine di Tetragonostylops apthomasi mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Astrapotheria
Famiglia Trigonostylopidae
Genere Tetragonostylops
Specie T. apthomasi

Descrizione modifica

Questo animale è noto solo per resti incompleti, che includono una mandibola ben conservata e un cranio frammentario, e non è quindi possibile ipotizzarne l'aspetto generale. Si suppone che, come tutti gli astrapoteri, anche Tetragonostylops fosse dotato di un corpo robusto e allungato, e di un cranio lungo e basso. Il cranio di questo animale doveva essere lungo circa 20 centimetri, e si suppone che l'intero corpo fosse lungo circa un metro. La mandibola di Tetragonostylops era forte e dotata di una sinfisi allungata e cilindrica; il condilo mandibolare era piuttosto elevato e il processo coronoide era alto ma non quanto quello dell'affine Trigonostylops. Un'altra differenza rispetto a quest'ultimo genere era data dalla forma dei molari, più squadrati (da qui il nome Tetragonostylops, "tetragono-" significa "quattro angoli") e dalla presenza di un canale infraorbitale (assente in Trigonostylops). I molari erano in ogni caso brachidonti (a corona bassa) come quelli di Trigonostylops, e i canini erano forti e grandi. Era inoltre presente un ampio diastema tra canini e premolari.

Classificazione modifica

I primi fossili di questo animale vennero scoperti nella zona di Itaboraì in Brasile, e vennero ascritti a una nuova specie del genere Trigonostylops (T. apthomasi) da Carlos de Paula Couto. Successivamente, lo stesso studioso riconobbe fondamentali differenze rispetto alle forme eoceniche di Trigonostylops e quindi istituì un nuovo genere, Tetragonostylops, per la forma paleocenica brasiliana. In ogni caso, nonostante l'antichità sembra che Tetragonostylops fosse più evoluto rispetto al suo parente più conosciuto, e che fosse forse ancestrale ad altri generi di astrapoteri come Albertogaudrya e Scaglia. Tetragonostylops e Trigonostylops sono considerati membri dei Trigonostylopidae, una famiglia probabilmente parafiletica di astrapoteri, comprendente forme via via più derivate.

Bibliografia modifica

  • C. de Paula Couto. 1952. Fossil mammals from the beginning of the Cenozoic in Brazil. Condylarthra, Litopterna, Xenungulata, and Astrapotheria. Bulletin of the American Museum of Natural History 99(6):355-394
  • C. de Paula Couto. 1963. Um Trigonostylopidae do Paleoceno do Brasil. Anais da Academia Brasileira de Ciencias 35(3):339-351
  • Soria, M. F. (1982). "Tetragonostylops apthomasi (Price y Paula Couto, 1950): su asignación a Astrapotheriidae (Mammalia; Astrapotheria)". Ameghiniana. 19 (3–4): 234–238.
  • Vallejo-Pareja, M. C.; Carrillo, J. D.; Moreno-Bernal, J. W.; Pardo-Jaramillo, M.; Rodriguez-Gonzalez, D. F.; Muñoz-Duran, J. (2015). "Hilarcotherium castanedaii, gen. et sp. nov., a new Miocene astrapothere (Mammalia, Astrapotheriidae) from the Upper Magdalena Valley, Colombia". Journal of Vertebrate Paleontology. 35 (2): e903960. doi:10.1080/02724634.2014.903960.