Apri il menu principale
Tezcatlipoca
Tezcatlipoca Rosso

Tezcatlipōca ("specchio fumante"), secondo la mitologia azteca e nahua, era il dio della notte, del nord e delle tentazioni. Possedeva uno specchio che sprigionava fumo ed uccideva i suoi nemici. Era l'antitesi ed il rivale di Quetzalcoatl. Era il dio della bellezza e della guerra.

Tezcatlipoca e Quetzalcoatl provengono dalle più antiche tradizioni azteche. Gli aztechi li assimilarono nella loro religione e li considerarono alla stessa stregua, due divinità gemelle. Erano uguali ed opposti. Perciò Tezcatlipoca fu chiamato "Tezcatlipoca Nero" e Quetzalcoatl "Tezcatlipoca Bianco".

I miti di TezcatlipocaModifica

La creazione della terraModifica

Secondo un racconto azteco sulla creazione, Quetzalcoatl e Tezcatlipoca unirono le loro forze per creare il mondo. C'era solo il mare ed il mostro della terra, Cipactli. Per attirarlo, Tezcatlipoca usò il suo piede come esca e Cicpactli lo mangiò. I due dei allora la catturarono, distorsero il suo corpo e lo usarono per modellare la terra. Successivamente crearono gli esseri umani.

Tezcatlipoca rapisce XochiquetzalModifica

Tezcatlipoca rapì Xochiquetzal, la dea dei fiori, perché sentiva di meritarla più del suo sposo Xochipilli. Si dice anche fosse sposo di Xilonen.

Tezcatlipoca, il fuoco e MixcoatlModifica

Come Mixcoatl, Tezcatlipoca inventò il fuoco, facendo ruotare i cieli sul loro asse, come un trapano. Anche Omacatl e Titlacauan erano aspetti di Tezcatlipoca.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN69724923 · LCCN (ENno2016085487 · GND (DE118756621 · WorldCat Identities (ENno2016-085487