Apri il menu principale

Thalia Zedek

cantante e chitarrista statunitense
Thalia Zedek
Thalia Zedek live at the Buffalo Bar (London) on June 13th, 2013.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereIndie rock
Periodo di attività musicale1980 – in attività
Album pubblicati4

Thalia Zedek (Washington, 26 settembre 1961) è una cantante e chitarrista statunitense.

Cresciuta a Washington, dove completa le scuole superiori, si trasferisce nel 1979 a Boston dove si iscrive all'università. Qui inizia l'attività musicale entrando a far parte dapprima nelle White Women, poi nei Dangerous Birds con i quali pubblica un singolo di discreto successo. Ispirata da Patti Smith e alla ricerca di un suono più ruvido e diretto forma gli Uzi, il gruppo pubblica un solo EP Sleep Asylum prima di sciogliersi a causa di dissidi tra i componenti del gruppo.[1]

Thalia si trasferisce a New York dove diventa nel 1987 la cantante del gruppo no wave Live Skull con i quali pubblica 2 album.

Terminato il progetto Live Skull la Zedek che nel frattempo è diventata tossicodipendente[2] dall'eroina ritorna a Boston dove aiutata dai vecchi amici inizia un percorso di disintossicazione.

Assieme a Chris Brokaw forma i Come, gruppo alternative rock con venature blues.

Nel 1998 partecipa al Suffragette Sessions Tour delle Indigo Girls.[1]

L'attività del gruppo prosegue a pieno ritmo fino al 2001, anno in cui pubblica il primo album da solista Been Here and Gone, negli anni successivi pubblica 2 album a proprio nome.

Si dichiara orgogliosamente lesbica.[2]

Discografia[3]Modifica

AlbumModifica

Con gli UziModifica

  • 1986 - Sleep Asylum (Homestead Records)

Con i Live SkullModifica

  • 1988 - Dusted (Homestead Records)
  • 1989 - Positraction (Caroline Records)

Con i ComeModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Come (gruppo musicale statunitense) § Discografia.

Da solistaModifica

  • 2001 - Been Here and Gone (Matador Records)
  • 2004 - Hell Is In Hello (live)
  • 2004 - Trust Not Those in whom without Some Touch of Madness (Thrill Jockey)
  • 2008 - Liars and Prayers (Thrill Jockey)

NoteModifica

  1. ^ a b Thalia Zedek | AllMusic
  2. ^ a b Down dark alleys with Thalia Zedek | Metro.co.uk, su metro.co.uk. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2012).
  3. ^ Thalia Zedek | AllMusic

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN95556990 · ISNI (EN0000 0000 6802 1028 · GND (DE138950695 · BNF (FRcb166524239 (data) · WorldCat Identities (EN95556990