The Boxer (film 1997)

film del 1997 diretto da Jim Sheridan
The Boxer
The Boxеr (film 1997).png
Una scena del film
Titolo originaleThe Boxer
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Irlanda
Anno1997
Durata113 min
Generedrammatico
RegiaJim Sheridan
SoggettoJim Sheridan e Terry George
SceneggiaturaJim Sheridan e Terry George
FotografiaChris Menges
MontaggioClive Barrett e Gerry Hambling
MusicheGavin Friday e Maurice Seezer
ScenografiaBrian Morris, Fiona Daly e Richard Earl
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Boxer è un film del 1997 diretto da Jim Sheridan. Il film ha aperto il 48º Festival di Berlino.

TramaModifica

L'ex pugile irlandese e membro provvisorio dell'IRA (Irish Republican Army) Danny Flynn (Daniel Day-Lewis) torna a casa a Belfast dopo avere scontato 14 anni di carcere. Stanco del ciclo ininterrotto di violenza nell'Irlanda del Nord, tenta di sistemarsi e di vivere in pace. Danny si accorge di amare ancora, dopo tanti anni, Maggie (Emily Watson). La donna, però, nel corso degli anni si è rifatta una vita, sposando il migliore amico di Danny, prigioniero IRA nel carcere britannico. Dopo aver incontrato il suo vecchio allenatore, diventato un alcolista, Ike (Ken Stott), Danny rimette a posto la vecchia palestra, diventata un bar e crea un club di boxe non settario per ragazzi di strada.

Mentre ripara il vecchio edificio, Danny scopre delle armi appartenenti all'Ira, nascosta sotto il ring e le getta nel fiume. Una cosa che fa infuriare Harry (Gerard McSorley), uno spietato tenente dell'IRA. Harry, per colpire Danny, uccide il gentile agente di polizia che dona attrezzature al club di boxe. L'assassinio del poliziotto provoca una rivolta durante un match di boxe di Danny. Durante la rivolta, la palestra viene bruciata da Liam, il giovane figlio di Maggie, che ha paura di restare solo poiché teme che Danny e sua madre stiano per fuggire.

Danny e Maggie continuano a frequentarsi, e questo legame non piace agli uomini dell'IRA che danno aiuto economico e psicologico ai prigionieri garantendo che le mogli non vadano con altri uomini, durante il loro fermo in carcere. Ma la relazione tra i due è molto conosciuta, non più clandestina. Harry vede la relazione di Danny e Maggie come un modo per minare l'autorità di suo padre, Joe Hamill (Brian Cox), il triste e stanco comandante locale dell'IRA che ora vuole seguire la via della pace e fermare la violenza. Ma Harry, pieno d'odio, non lo accetta e decide di tendere un agguato a Danny. Insieme ad altri militari IRA lo rapisce e lo porta lontano da casa per giustiziarlo con un colpo di pistola alla testa, ma il sicario dell'Ira che avrebbe dovuto eseguire l'ordine, decide di uccidere Harry. Così Maggie e Danny assieme al piccolo Liam possono creare una famiglia, sperando che quello sia stato l'ultimo atto di violenza delle loro vite.

Premi e riconoscimentiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema