The Ellen DeGeneres Show

programma televisivo statunitense
The Ellen DeGeneres Show
Ellen.svg
PaeseStati Uniti d'America
Anno2003 – in produzione
Generetalk show
Edizioni17
Puntate3150 (al 10 gennaio 2020)
Durata40 min
Lingua originaleinglese
Crediti
ConduttoreEllen DeGeneres
IdeatoreEllen DeGeneres

The Ellen DeGeneres Show, spesso abbreviato e stilizzato in ellen, è un talk-show televisivo statunitense condotto dall'attrice comica Ellen DeGeneres.

Il programma è stato nominato 171 volte ai Daytime Emmy Awards, vincendo 61 volte, superando il The Oprah Winfrey Show.[1]

Va in onda dall'8 settembre del 2003 ed è prodotto dalla Telepictures, una società controllata dalla Warner Bros. Television e viene trasmesso negli Stati Uniti ed in Canada in syndication.[2]

Emittenti e produzioneModifica

Per le prime cinque stagioni, il programma è stato registrato allo "Studio 11" degli "NBC Studios" (oggi "The Burbank Studios") di Burbank, in California. È stato poi trasferito allo "Stage 1" nei Warner Bros. studios, lì vicino[3].
Il 20 gennaio 2016 è stato reso noto che il programma sarà prodotto per altre 3 stagioni, fino al 2020.[4]. Nel 2021 la conduttrice annuncia che la diciannovesima stagione (2021-2022), sarà l'ultima del talk show.[5]

StagioniModifica

Edizione Anno Puntate
2003-2004 166
2004-2005 180
2005-2006 170
2006-2007 171
2007-2008 150
2008-2009 173
2009-2010 172
2010-2011 171
2011-2012 171
10ª 2012-2013 168
11ª 2013-2014 168
12ª 2014-2015 170
13ª 2015-2016 177
14ª 2016-2017 171
15ª 2017-2018 177
16ª 2018-2019 189
17ª 2019-2020 188
18ª 2020-2021 185
19ª 2021-2022

ControversieModifica

Pandemia Covid-19Modifica

Nella data 11 marzo 2020 Ellen DeGeneres ha affermato via Twitter che il programma sarebbe stato sospeso sino al miglioramento del quadro epidemiologicico, per garantire la sicurezza del pubblico e dello staff.[6] Successivamente quest'ultimo ha accusato lo show di non aver fatto chiarezza in merito agli stipendi del periodo di non messa in onda.[7]

Condizioni lavorativeModifica

Nel luglio 2020, BuzzFeed News ha pubblicato un articolo in cui ex dipendenti dello show accusavano i produttori esecutivi di molestie, razzismo e aggressioni fisiche, facendo prendere posizioni alla WarnerMedia, aprendo un'inchiesta sul caso.[8][9] A seguito dell'indagine, tre dirigenti sono stati licenziati assieme ai produttori esecutivi Ed Glavin, Kevin Leman e Jonathan Norman.[10] Lo show ha promesso di prendere provvedimenti per cambiare quanto accaduto; DeGeneres si è scusata, ammettendo di essere sicura che il suo show fosse "un luogo sicuro e felice" rimanendo profondamente delusa dell'accaduto.[11][12]

Premi e riconoscimentiModifica

Lo show è stato nominato per undici Emmy Awards nella sua prima stagione, vincendone quattro, incluso il premio come Best Talk Show. Nella seconda stagione ottenne dodici nomination, vincendo sei Emmy Award, incluso quello come Best Talk Show e Best Show Host. Al 2020 ha vinto 61 Emmy su 171 nomine.[1]

Ai GLAAD Media Awards del 2009 è stato premiato per il miglior episodio di un talk show.

Nella cultura di massaModifica

  • Lo show viene citato in un episodio della sitcom Joey.
  • La trasmissione appare nel The Bernie Mac Show.
  • Lo spettacolo televisivo compare nella serie Six Feet Under.
  • In un episodio della seconda stagione di Veronica Mars, Logan Echolls, dopo aver passato due giorni in prigione, ricorda di aver visto per due giorni di seguito solo Ellen. In un episodio della quinta stagione di Una mamma per amica, Luke dice a Sookie di "sedersi, rilassarsi e guardare Ellen che balla un po'".
  • Il programma televisivo appare nell'episodio 18 della dodicesima stagione della serie "The Big Bang Theory".

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Daytime Emmy Awards: The Ellen DeGeneres Show, su Television Academy. URL consultato il 16 maggio 2021.
  2. ^ Ellen Degeneres Announces 3 More Years of The Ellen Show, su E! Online, 22 maggio 2019. URL consultato il 16 maggio 2021.
  3. ^ Ellen's Movin' on Up!, su ellentv.com. URL consultato il 3 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2013).
  4. ^ NBC stations renew 'The Ellen Degeneres Show' through 2020, su Variety, Variety. URL consultato il 4 gennaio 2016.
  5. ^ (EN) Lacey Rose, Lacey Rose, Ellen DeGeneres to End Talk Show: “I Need Something New to Challenge Me” (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 12 maggio 2021. URL consultato il 16 maggio 2021.
  6. ^ (EN) Ellen Degeneres makes surprise announcement amid coronavirus pandemic, su 7NEWS.com.au, 13 marzo 2020. URL consultato il 16 maggio 2021.
  7. ^ (EN) Matt Donnelly, Matt Donnelly, ‘Ellen’ Crew Furious Over Poor Communication Regarding Pay, Non-Union Workers During Coronavirus Shutdown (EXCLUSIVE), su Variety, 17 aprile 2020. URL consultato il 16 maggio 2021.
  8. ^ (EN) Former Employees Say Ellen’s “Be Kind” Talk Show Mantra Masks A Toxic Work Culture, su BuzzFeed News. URL consultato il 16 maggio 2021.
  9. ^ (EN) Matt Donnelly, Matt Donnelly, ‘Ellen DeGeneres Show’ Workplace Under Investigation by WarnerMedia (EXCLUSIVE), su Variety, 27 luglio 2020. URL consultato il 16 maggio 2021.
  10. ^ (EN) Ellen DeGeneres: Three producers fired over 'toxic workplace' claims, in BBC News, 18 agosto 2020. URL consultato il 16 maggio 2021.
  11. ^ Daniel Tracer, WATCH: Ellen addresses the elephant in the room in season 18 premiere, su Queerty, 21 settembre 2020. URL consultato il 16 maggio 2021.
  12. ^ (EN) Ellen DeGeneres returns to TV, addresses controversy: ‘Being known as the “be kind” lady is a tricky position to be in’, in Washington Post. URL consultato il 16 maggio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione