The Farewell - Una bugia buona

The Farewell - Una bugia buona
TheFarewellLogo.png
Il logo del film
Titolo originaleThe Farewell
Lingua originalemandarino, inglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata100 min
Rapporto2,35 : 1
Generedrammatico, commedia
RegiaLulu Wang
SoggettoLulu Wang (racconto breve)
SceneggiaturaLulu Wang
ProduttoreDaniele Melia, Peter Saraf, Marc Turtletaub, Andrew Miano, Chris Weitz, Jane Zheng, Anita Gou
Produttore esecutivoEddie Rubin
Casa di produzioneBig Beach, Depth of Field, Kindred Spirit
Distribuzione in italianoBiM Distribuzione
FotografiaAnna Franquesa Solano
MontaggioMatt Friedman, Michael Taylor
MusicheAlex Weston
ScenografiaYong Ok Lee
CostumiVanessa Porter, Athena Wang
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Farewell - Una bugia buona (The Farewell) è un film del 2019 scritto e diretto da Lulu Wang.

TramaModifica

 
Una scena del film

Billi, una giovane newyorkese con aspirazioni artistiche, scopre dalla sua larga famiglia cinese che all'anziana nonna Nai Nai è stato diagnosticato un tumore incurabile in fase molto avanzata: tornati in Cina a farle visita, tutti i parenti decidono di comune accordo di tenerle nascosta la verità per farle vivere amorevolmente quei pochi mesi che le rimangono. Tuttavia, più trascorre del tempo con Nai Nai, più Billi si ritrova a dubitare di quanto quel che stiano facendo sia giusto.

ProduzioneModifica

La vicenda su cui si basa il film era già stata raccontata da Wang nel 2016 nel racconto breve What You Don't Know, letto durante una puntata del programma radiofonico This American Life.[1] La regista ha dichiarato di essersi ispirata in parte ad avvenimenti specifici della propria vita come l'aggravarsi della malattia di sua nonna, e in parte alle sue esperienze di tutti i giorni come immigrata cinese negli Stati Uniti.[2] Lo stesso anno, il produttore Chris Weitz le ha offerto di dirigere un film basato sul suo racconto, con il supporto dell'iniziativa FilmTwo promossa dal Sundance Institute per aiutare i registi esordienti a realizzare i loro secondi lungometraggi.[3]

Le riprese si sono tenute per 24 giorni a Changchun, in Cina, nel giugno del 2018.[4][5] Delle scene sono state girate anche nello stato di New York.[6] La direttrice della fotografia Anna Franquesa Solano ha citato come sue fonti d'ispirazione per la pellicola Forza maggiore di Ruben Östlund e Aruitemo aruitemo di Hirokazu Kore'eda.[6]

Il film ha avuto un budget di 3 milioni di dollari.[7]

DistribuzioneModifica

Il film è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2019 il 25 gennaio.[8] Lo stesso mese, A24 ne ha acquisito i diritti di distribuzione internazionali per 7 milioni di dollari, superando Netflix, Amazon Studios e Fox Searchlight Pictures nella trattativa.[8][9] A24 ha poi distribuito il film nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 12 luglio dello stesso anno.[10]

In Italia è stato distribuito a partire dal 24 dicembre 2019 da BiM Distribuzione.[11]

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

In Italia il film ha incassato 470mila € di cui 168mila nel primo fine settimana.

CriticaModifica

L'aggregatore di recensioni online Rotten Tomatoes ha assegnato al film una percentuale pari al 98% di gradimento sulla base di 314 recensioni, con una media di 8.55 su 10. Metacritic ha attribuito al film il punteggio di 89 su 100 a fronte di 47 recensioni professionali.

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) What You Don't Know, su thisamericanlife.org, 12 dicembre 2017. URL consultato il 13 aprile 2019.
  2. ^ (EN) Malina Saval, 10 directors to watch: Lulu Wang shows another side of Awkwafina in 'The Farewell', su Variety, 4 gennaio 2019. URL consultato il 21 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) Sundance Institute announces new ‘FilmTwo’ initiative to support second-time feature filmmakers, su sundance.org. URL consultato il 13 marzo 2019.
  4. ^ (EN) "To revisit such a traumatic experience for the sake of our movie": Director Lulu Wang on 'The Farewell', su filmmakermagazine.com, 25 gennaio 2019. URL consultato il 15 maggio 2019.
  5. ^ (EN) Brian Brooks, Awkwafina leads 'The Farewell'; Marc Maron brandishes 'Sword of Trust': Specialty Box Office preview, su deadline.com, 12 luglio 2019. URL consultato il 4 ottobre 2019.
  6. ^ a b (EN) "Make this conversation in a small room with white walls work": DP Anna Franquesa Solano on 'The Farewell', su filmmakermagazine.com, 31 gennaio 2019. URL consultato il 15 maggio 2019.
  7. ^ (EN) Travis Clark, 'The Farewell' is becoming one of 2019's top box-office success stories, su businessinsider.com, 3 agosto 2019. URL consultato il 3 agosto 2019.
  8. ^ a b (EN) Mike Fleming Jr., A24 near WW deal for Sundance buzz title 'The Farewell', su deadline.com, 27 gennaio 2019. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  9. ^ (EN) Tatiana Siegel, Sundance: Awkwafina drama 'The Farewell' lands at A24, su The Hollywood Reporter, 27 gennaio 2019. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) Kate Erbland, A24 seeks summer box office with release dates for 'The Farewell' and 'Last Black Man', su indiewire.com, 21 febbraio 2019. URL consultato il 21 febbraio 2019.
  11. ^   BiM Distribuzione, THE FAREWELL – UNA BUGIA BUONA - Trailer Ufficiale - Dal 24 dicembre al Cinema, su YouTube, 21 novembre 2019. URL consultato il 21 novembre 2019.
  12. ^ (EN) 2020 Golden Globe Nominations: The Complete List, in Variety, 9 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  13. ^ (EN) Brent Lang, Golden Globes: ‘Once Upon a Time in Hollywood’, ‘1917’ Win Big, su Variety, 5 gennaio 2020. URL consultato il 6 gennaio 2020.
  14. ^ (EN) Bafta Film Awards 2020: The nominations in full, su BBC News, 7 gennaio 2020. URL consultato il 7 gennaio 2020.
  15. ^ (EN) Once Upon A Time...In Hollywood Leads Chicago Film Critics Association 2019 Nominations, su chicagofilmcritics.org, 12 dicembre 2019. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  16. ^ (EN) Anita Bennett, Chicago Film Critics Give Best Picture To ‘Parasite’ And Best Director To Bong Joon Ho, su deadline.com, 14 dicembre 2019. URL consultato il 15 dicembre 2019.
  17. ^ (EN) Hilary Lewis, Gotham Awards: 'Marriage Story,' 'The Farewell,' 'Uncut Gems' Lead Nominations, su The Hollywood Reporter, 24 ottobre 2019. URL consultato il 25 ottobre 2019.
  18. ^ (EN) Zack Sharf, Gotham Awards 2019 Winners List (Updated Live), su indiewire.com, 2 dicembre 2019. URL consultato il 3 dicembre 2019.
  19. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘The Irishman’ Named Best Film By National Board Of Review, Quentin Tarantino Wins Best Director, su deadline.com, 3 dicembre 2019. URL consultato il 3 dicembre 2019.
  20. ^ (EN) 2019 San Diego Film Critics Society’s Award Nominations, su sdfcs.org, 6 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  21. ^ (EN) 2019 San Diego Film Critics Society’s Awards, su sdfcs.org, 9 dicembre 2019. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  22. ^ (EN) 2019 NOMINEES (PDF), su pressacademy.com. URL consultato il 3 dicembre 2019.
  23. ^ (EN) 2019 Winners, su pressacademy.com. URL consultato il 19 dicembre 2019.
  24. ^ (EN) Critics' Choice Awards: 'The Irishman' Leads With 14 Nominations, su The Hollywood Reporter, 8 dicembre 2019. URL consultato l'8 dicembre 2019.
  25. ^ Andrea Francesco Berni, Independent Spirit Awards 2020: miglior film The Farewell, Diamanti Grezzi miglior regia – tutti i vincitori!, su badtaste.it, 9 febbraio 2020.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema