Apri il menu principale

The Forgotten

film del 2004 diretto da Joseph Ruben
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima serie televisiva, vedi The Forgotten (serie televisiva).
The Forgotten
The Forgotten film.png
Telly Paretta (Julianne Moore) in una delle sequenze iniziali
Titolo originaleThe Forgotten
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2004
Durata91 min
Generethriller, drammatico, fantascienza, orrore
RegiaJoseph Ruben
SceneggiaturaGerald Di Pego
ProduttoreBruce Cohen, Dan Jinks e Joe Roth
FotografiaAnastas N. Michos
MontaggioRichard Francis-Bruce
MusicheJames Horner
ScenografiaBill Groom
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Forgotten è un film del 2004 diretto da Joseph Ruben.

È narrata la vicenda di una mamma (Julianne Moore) cui misteriosamente tutti vorrebbero far dimenticare il figlio morto in un incidente aereo.

TramaModifica

Telly Paretta conduce una vita felice con il marito Jim e il figlio Sam, ma la sua vita cambia quando il figlio muore a 9 anni in un incidente aereo. Cade in depressione, incapace di continuare la sua vita senza i ricordi del figlio e viene messa in cura dallo psichiatra Jack Munce. Dopo 14 mesi dalla morte di Sam, Telly ancora non ha superato il lutto mentre strani eventi sconvolgono sempre di più la sua vita: tutte le foto di Sam sono sparite e i nastri con i video sono stati cancellati. Lo psichiatra che la cura comincia a trattarla come persona mentalmente disturbata. Infatti, come conferma anche suo marito, il figlio Sam non sarebbe mai vissuto davvero, e quelli che lei ha sarebbero solo ricordi indotti. Tutto attorno a lei conferma questa realtà, ma nonostante questo la donna sa di non essere pazza e insiste per dimostrarlo, sebbene sia comprensibilmente smarrita.

Il dottore insiste per farla rinchiudere ma Telly fugge e si reca da Ash Correll, un vicino la cui figlia Lauren era amica di Sam ed è morta con lui nel tragico incidente; lui non la riconosce e dice di non avere una figlia. Chiama i poliziotti segretamente ma Telly riesce a rimuovere parte della tappezzeria che ricopriva le pareti, sulle quali Lauren aveva eseguito numerosi e colorati disegni, facendo così riaffiorare i ricordi nella mente di Ash, che fugge con Telly dall'NSA decisa a impedire la sua ricerca della verità. Un misterioso uomo li osserva da lontano mentre essi scappano. Inizialmente i due sono confusi, non riuscendo a capire come mai solo loro ricordano i propri figli mentre tutti gli altri hanno perso ogni ricordo. Perfino nei documenti e nei giornali, non vi è traccia del misterioso incidente aereo, come se non fosse mai esistito. Riuscendo a catturare un poliziotto della NSI, Ash e Telly comprendono che lui sembra essere a conoscenza di qualcosa di cui sono all'oscuro. L'agente dice solo che essi avrebbero dovuto dimenticare i figli, ma per qualche ragione ciò non è avvenuto. L'agente infine gli sussurra "loro ci ascoltano" e una forza invisibile misteriosa sradica la casa, scaraventando l'agente nel cielo, lasciando sbalorditi Telly e Ash, comprendendo infine che vi è una forza aliena che agisce nell'ombra. Intanto il capo del distretto di New York intuisce che Telly non è pazza e pericolosa come si credeva, intuendo che c'è qualcos'altro dietro, scoprendolo soprattutto dal misterioso uomo che segue Telly e Ash, che nel tentativo di fermarlo, gli spara alcuni colpi, vedendo poi le sue ferite rimarginarsi, rivelandosi un alieno. Il capo della polizia raggiunge infine Tally assicurandole che nonostante la situazione l'aiuterà a trovare suo figlio, ma la forza invisibile la afferra scaraventandola nel cielo.

Continuando a indagare, attraverso il nome dell’aereo sul quale erano saliti i bambini, scoprono che alla base del mistero c'è un esperimento alieno. Chi gli ha dato il via, è il misterioso individuo che seguiva Tally e Ash rivelandosi un alieno. Durante una colluttazione con l'essere, Ash cade insieme con lui da una finestra, ma prima di schiantarsi al suolo, la forza invisibile lo trae in salvo portandolo nel mondo alieno mentre Telly, accompagnata dal dottor Munce, raggiunge l'aeroporto dove Sam aveva preso l'aereo poco prima dell'incidente. Qui Munce rivela di essere stato fin dall'inizio un "collaboratore" dell'esperimento alieno, insistendo col marziano che ormai l'esperimento in atto è fallito e che ridare il figlio a Telly è la sola cosa giusta da fare. L'alieno replica tuttavia che non è ancora finita, e infine si allontana. Munce per rispondere alle domande di Tally ammette di essere un collaboratore degli alieni, nell'esperimento, e di essere uno dei pochi che sanno la verità, ammettendo che lo scopo di quelli come lui è di limitare i danni degli esperimenti che vengono effettuati. Forse da secoli. E che è irrilevante che ci siano gli uomini o meno, l'esperimento proseguirebbe comunque, e di non avere alcun potere perché questo possa essere fermato. Munce rivela a Tally che lo scopo principale dell'esperimento era che i genitori, sia lei, dimenticassero i propri figli, ma per motivi Tally si è rivela l'eccezione e gli alieni non riescono a comprenderne il motivo. Ammettendo che ormai non potrà riavere suo figlio. Tally però sa di avere ancora del tempo e che può cambiare le cose, chiedendo aiuto a Munce. Egli tuttavia, non facendo parte dell'esperimento, non può interferire, lasciandola andare da sola.

Tally vagando per il magazzino abbandonato, si trova infine davanti all’alieno, il quale capisce che fin dall'inizio lei non ha mai dubitato dell'inesistenza del figlio. L'alieno si rivela essere uno scienziato, e che è stato lui a dare il via al progetto che, studiando il legame tra genitori e figli del genere umano, era sicuro di dimostrare come fosse possibile cancellare dalla mente di uomini e donne i propri figli e di spezzare il loro legame. Tally si è rivelata l'eccezione, scoprendo così che l'oggetto dell'esperimento non erano i figli, bensì i genitori stessi. L'alieno rivela che il tempo dell'esperimento sta per scadere, mostrando per la prima volta un sentimento di paura, poiché, in caso di fallimento, egli dovrà rispondere al consiglio alieno che li sta osservando, e che probabilmente sarà severamente punito. L'alieno cerca infine di cancellare i ricordi del figlio a Tally, ma lei resistendo a ogni suo tentativo di spingerla a dimenticare, fa fallire il piano definitivamente. Dei brusii incominciano a girare intorno a Telly facendosi sempre più forti. L'alieno dice infine che gli serve altro tempo, ma la creatura viene, contro la propria volontà, risucchiata in quel momento verso il cielo dagli altri alieni. L'amore materno di Tally per il figlio Sam vince dunque sui progetti degli extraterrestri.

Con ciò, tutto ritorna alla normalità e Sam e Lauren, sono vivi e vegeti e giocano al parco mentre Ash, anch’egli sano e salvo, incontra Telly ignaro dell'esperienza che hanno subito. Infatti, Telly, finalmente serena, sembra essere l'unica a ricordare quanto accaduto.

Collegamenti esterniModifica