The Host (film 2013)

film del 2013 diretto da Andrew Niccol
The Host
The Host 2013.png
Una scena del teaser trailer
Titolo originaleThe Host
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2013
Durata125 min
Generefantascienza, thriller, drammatico
RegiaAndrew Niccol
SoggettoStephenie Meyer (romanzo)
SceneggiaturaAndrew Niccol
ProduttoreNick Wechsler, Steve Schwartz, Paula Mae Schwartz, Stephenie Meyer, Roger Schwartz (co-produttore), Meghan Hibbett (co-produttore), Lizzy Bradford (co-produttore)
Produttore esecutivoJim Seibel, Bill Johnson, Marc Butan, Claudia Bluemhuber, Uwe R. Feuersenger, Ray Angelic
Casa di produzioneNick Wechsler Productions, Chockstone Pictures, Fickle Fish
FotografiaRoberto Schaefer
MontaggioThomas J. Nordberg
MusicheAntonio Pinto
ScenografiaAndy Nicholson
CostumiErin Benach
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Host è un film del 2013 scritto e diretto da Andrew Niccol, con protagonista Saoirse Ronan. Il film è basato sul romanzo di fantascienza di Stephenie Meyer L'ospite.

TramaModifica

In un futuro non troppo lontano la Terra è stata colonizzata dalle “Anime”, alieni che sfruttano i corpi degli umani tramutandoli in dimore per viandanti interplanetari. Le Anime hanno reso la Terra un pianeta pulito, sicuro e pacifico, ma quasi a costo dell'estinzione umana. Sono pochi, infatti, gli umani sopravvissuti e, tra essi, ci sono Melanie, il suo fratellino Jamie e Jared, con cui instaura una relazione amorosa.

Braccata da una Cercatrice, il cui lavoro è quello di procacciare corpi umani per le nuove Anime in arrivo, Melanie cerca di uccidersi, ma sopravvive e un'Anima detta "Viandante" viene impiantata nel suo corpo. Da quel momento Viandante, sotto continue pressioni della Cercatrice, inizia a scavare nella memoria di Melanie al fine di ottenere informazioni utili per la cattura dei suoi compagni; la mente di Melanie è però sopravvissuta nel suo corpo e si oppone strenuamente a Viandante, arrivando a condizionarne le azioni facendole provare emozioni umane attraverso i propri ricordi.

Resasi conto della situazione, la Cercatrice decide di rimuovere Viandante dal corpo di Melanie per entrarvi lei stessa, con il preciso scopo di ottenere le informazioni che vuole e, una volta riuscitaci, ucciderla; profondamente turbata da tale prospettiva, Viandante accetta di aiutare Melanie a fuggire e andare dal suo guaritore. Una volta in strada, però, Melanie condiziona Viandante e la porta in un'area deserta abitata da suo zio Jeb.

Resasi conto dell'inganno, Viandante tenta di tornare indietro, ma Melanie si oppone, causando la distruzione l'auto su cui viaggiavano e costringendo così Viandante a farsi guidare attraverso il deserto. Ormai quasi disidratate, Melanie-Viandante viene trovata dallo zio Jeb e da altri sopravvissuti; non appena questi si rendono conto che è posseduta, vorrebbero ucciderla, ma Jeb lo impedisce.

Imprigionata dalla comunità, Viandante, che Jeb ribattezza "Wanda" (abbreviaziobe dell'originale Wanderer), viene inizialmente trattata con ostilità ma, dopo aver rivelato che la mente di Melanie è viva dentro di lei, inizia lentamente ad essere accettata e a essere attratta da Ian.

Nel frattempo, la Cercatrice inizia un'ostinata caccia agli umani, arrivando perfino a uccidere, seppur accidentalmente, uno dei propri compagni, pur di fermare due sopravvissuti. Mentre gli altri compagni sopraggiunti le fanno notare che tale ostinazione è inutile, in quanto i pochi umani rimasti non costituiscono più una minaccia, lei insiste con la sua caccia, perché ha lo stesso problema di Viandante: la mente dell'umana che abita è viva e si oppone alla sua volontà. La caccia di Cercatrice si conclude, però, con la sua cattura da parte degli umani, ai quali Wanda ha rivelato che, per liberare un umano dall'Anima, basta incidere una ferita sul collo e aspettare che l'Anima esca da sola.

Poco dopo, Wanda decide di liberare Melanie e farsi uccidere, poiché non potrebbe vivere su un altro pianeta senza quelli che ormai sono diventati suoi amici. È così che Doc, il medico dei sopravvissuti, esegue l'espianto ma, invece di uccidere Wanda, la mette in un crioserbatoio, impiantandola, poi, nel corpo di Pet, un'umana che è rimasta in stato di morte cerebrale dopo la rimozione dell'anima che la ospitava.

Melanie e Wanda proseguono così la loro vita sulla Terra, rispettivamente, al fianco di Jared e Ian e, alcuni mesi dopo, scoprono che vi sono molti altri casi di collaborazione fra umani e Anime "redente".[1]

PromozioneModifica

Il primo trailer è stato reso disponibile il 22 marzo 2012. L'8 giugno 2012 è stato diffuso online il primo teaser trailer italiano del film.[2]

DistribuzioneModifica

Il film è uscito negli Stati Uniti il 29 marzo 2013 e in Italia il 28 marzo, un giorno prima.[3]

AccoglienzaModifica

Costato relativamente poco, circa 40 milioni di dollari, il film ne ha incassati complessivamente 63.327.201.[senza fonte]

CinemaScore lo reputa un buon film, attribuendo un B- (in una scala da A+ a F).[4] Su Rotten Tomatoes il film non è stato gradito, con un voto di 3,6/10.[5] È stato apprezzato il rapporto fra i due protagonisti, Saoirse Ronan e Max Irons, sebbene sia stata definita troppo simile a quella tra Kristen Stewart e Robert Pattinson.

NoteModifica

  1. ^ Trama del film su Mymovies
  2. ^ Saoirse Ronan nel teaser trailer italiano di The Host, ScreenWeek.
  3. ^ (EN) The Host (2013) - Release Info, IMDb. URL consultato il 3 novembre 2013.
  4. ^ Weekend Box Office Results for 'G.I. Joe: Retaliation', 'The Host' and 'Tyler Perry's Temptation' | Rope of Silicon, su ropeofsilicon.com. URL consultato il 12 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2014).
  5. ^ The Host (2013) - Rotten Tomatoes

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn2012047365