The Nights

The Nights
The Nights Avicii.jpeg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaAvicii
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1º dicembre 2014
Durata2:56
Album di provenienzaStories
GenereProgressive house
Folk rock
EtichettaUniversal, Island Records
ProduttoreAvicii, Ash Pournouri
Registrazione2014
FormatiCD, download digitale, streaming
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[1]
(vendite: 35 000+)
Austria Austria[2]
(vendite: 15 000+)
Germania Germania[3]
(vendite: 200 000+)
Giappone Giappone[4]
(vendite: 400 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[5]
(vendite: 7 500+)
Portogallo Portogallo[6]
(vendite: 5 000+)
Dischi di platinoItalia Italia (2)[7]
(vendite: 100 000+)
Regno Unito Regno Unito (2)[8]
(vendite: 1 200 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[9]
(vendite: 1 000 000+)
Svezia Svezia[10]
(vendite: 40 000+)
Avicii - cronologia
Singolo precedente
(2014)
Singolo successivo
Feeling Good
(2015)

The Nights è un brano musicale del disc jockey e produttore musicale svedese Avicii, pubblicato il 1º dicembre 2014 come secondo singolo che anticipa il suo secondo album in studio Stories. Il brano vede la partecipazione vocale del cantante americano Nicholas Furlong ed è stato pubblicato sotto la Universal Island.

DescrizioneModifica

Nicholas Furlong, ispirato da suo padre, iniziò a scrivere il testo della canzone in suo onore. Egli ha dichiarato in un'intervista:

«L'ispirazione per scrivere il testo della canzone mi è venuta in Irlanda, quando ero in un bar: quando sono tornato a Los Angeles siamo andati tutti in studio. Una volta che Gabe si è messo alla chitarra abbiamo iniziato a registrare e mi è venuta in mente l'idea di chiamare la canzone "My Father Told Me", proponendo l'idea al manager di Avicii»

Come i suoi precedenti grandi successi Wake Me Up e Hey Brother, The Nights è un pezzo progressive house contenente alcuni elementi di folk rock e disco; il brano è stato registrato nei Fox Studios, a Los Angeles.

Video musicaleModifica

Il videoclip del brano è stato pubblicato il 15 dicembre 2014 su YouTube. Il video è stato prodotto e diretto da Rory Kramer: la clip mostra una compilation dei momenti e ricordi più belli nel corso della sua vita, in particolare lo si vede mentre surfa, sale sulle montagne russe, fa snowboard, skateboard o sci nautico, da solo, insieme agli amici o in famiglia. Il significato del video sottintende che, anche a costo di apparire pazzi, bisogna vivere la propria vita allegramente e liberamente. Il videoclip a gennaio 2021 supera le 616.000.000 visualizzazioni su Youtube

ClassificheModifica

Classifica (2014) Posizione
massima
Australia 9
Austria 6
Belgio 14
Finlandia 6
Germania 19
Giappone 5
Irlanda 7
Italia 19
Libano 18
Norvegia 3
Nuova Zelanda 12
Paesi Bassi 19
Polonia 9
Regno Unito 1
Repubblica Ceca 9
Slovacchia 10
Stati Uniti 3
Svezia 2

NoteModifica

  1. ^ ARIA Singles Chart Top 50, su Australian Recording Industry Association.
  2. ^ (DE) Avicii - The Nights – Gold & Platin, IFPI Austria. URL consultato il 7 marzo 2019.
  3. ^ (DE) Avicii - The Nights – Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 22 settembre 2016.
  4. ^ (JA) Avicii - The Nights – 認定検索, Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 29 luglio 2020.; (JA) アヴィーチー - ザ・ナイツ – 認定検索, Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 1º marzo 2021.
  5. ^ (EN) NZ Top 40 Singles Chart, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 6 giugno 2015.
  6. ^ (PT) TOP AFP/AUDIOGEST - Semanas 01 a 39 de 2020 - De 27/12/2019 a 24/09/2020 (PDF), Associação Fonográfica Portuguesa. URL consultato il 24 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2020).
  7. ^ The Nights (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 20 febbraio 2017.
  8. ^ (EN) The Nights, British Phonographic Industry. URL consultato l'8 febbraio 2021.
  9. ^ (EN) Avicii - The Nights – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 4 maggio 2020.
  10. ^ (SV) The Nights, Sverigetopplistan. URL consultato il 4 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2021).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica