The Onyx Hotel Tour

The Onyx Hotel Tour
Britney Jean Spears Live.jpg
Britney Spears mentre si esibisce a Londra nel 2004.
Tour di Britney Spears
Album In the Zone
Inizio Stati Uniti San Diego
2 marzo 2004
Fine Irlanda Dublino
6 giugno 2004
Tappe 2
Spettacoli
Cronologia dei tour di Britney Spears
Dream Within a Dream Tour
(2001-02)
The M+M's Tour
(2007)

The Onyx Hotel Tour è stato il quarto tour di concerti della cantautrice statunitense Britney Spears, a supporto del suo quarto album in studio, In the Zone.

Il tour era stato annunciato nel dicembre del 2003. Il palco, ispirato ai musical di Broadway, era meno elaborato di quelli dei suoi tour precedenti. La scaletta era composta principalmente dalle canzoni di In the Zone, più i successi passati riarrangiati con elementi di jazz, blues e percussioni latine.

Il tour era diviso in sei atti più un encore: Check-In, Mystic Lounge, Mystic Garden, The Onyx Zone, Security Cameras, Club e Check-Out, cioè l'encore. Check-In mostrava le esibizioni con una scenografia da hotel. Mystic Lounge comprendeva un omaggio a Cabaret ed altri musical. Mystic Garden si ispirava alla giungla. The Onyx Zone prevedeva degli acrobati. Security Cameras era la parte più spinta dello show, in cui la Spears e i suoi ballerini simulavano diverse pratiche sessuali. Club comprendeva le esibizioni con influenze urban. Prima dell'encore c'era un intermezzo che consisteva in un malfunzionamento di sistema. Il tour ha avuto recensioni molto varie da parte della critica, che lo ha elogiato per essere uno show piacevole mentre lo ha criticato per prestare più attenzione alla teatralità che alla musica.

StoriaModifica

 
Poster promozionale del tour

Il 2 dicembre 2003, la Spears annunciò tramite il suo sito ufficiale dei concerti in America per supportare In the Zone. Il tour sarebbe dovuto iniziare il 2 marzo a San Diego, al iPayOne Center. Invece, la Spears rilasciò un comunicato, dicendo di voler espandere il tour anche all'Europa.[1] Il 12 gennaio 2004, furono annunciate quattro date a Glasgow, Manchester, Londra e Birmingham.[2] Dopo l'inizio della leg nordamericana, la Spears annunciò una leg estiva negli Stati Uniti per giugno ed una europea (dal 27 aprile a Londra al 5 giugno al Rock in Rio).[3]

L'"Onyx Hotel Tour" doveva inizialmente chiamarsi "In the Zone Tour". Il 17 febbraio 2004, a San Diego un'azienda di vestiario chiamata allo stesso modo citò in giudizio la Spears per una causa da 10 milioni di dollari e le vietò di usare il proprio marchio.[4] Il 17 maggio 2004, aprì a Boston un hotel chiamato Onyx Hotel.[5]

SinossiModifica

Lo show inizia con il Mastro delle Cerimonie che dà il benvenuto al pubblico nell'Onyx Hotel. Poi prende una pietra onice e la scaglia contro uno degli schermi del palco, provocando la caduta di un lampadario digitale. Quando l'uomo sparisce, Britney Spears entra in scena indossando una tuta nera e, a bordo di uno stravagante pulmino, esegue Toxic insieme ai ballerini. In seguito scende dal pulmino ed esegue Overprotected, seguita da Boys. Quest'ultima viene eseguita con dei carrelli per i bagagli tipici di un hotel. Il primo atto termina con Showdown.

Il secondo atto inizia con un video dove Britney chiede ad una donna vestita in stile anni '30 se può entrare in un locale chiamato Mystic Lounge. Al termine del video, la cantante torna in scena vestita in stile cabaret ed esegue delle versioni jazz di ...Baby One More Time e Oops!...I Did It Again , quest'ultima eseguita con un microfono vintage. In seguito viene eseguita una nuova versione di (You Drive Me) Crazy, che comprende anche l'uso di percussioni latine.

Il terzo atto inizia con un video che mostra l'artista in un grande giardino. La Spears torna in scena con un abito multicolore e, suonando un pianoforte ricoperto di foglie, esegue Everytime. Successivamente anche i ballerini si uniscono a lei per eseguire The Hook Up e una versione in stile giungla di I'm a Slave 4 U. Durante queste ultime due, ricompare sul palco il pulmino usato all'inizio.

Il quarto atto comprende una parodia dei vari show televisivi sui fantasmi, nella quale il Mastro delle Cerimonie avverte il pubblico dell'imminente entrata nella "Onyx Zone", e la performance di Shadow dove la cantante si solleva in aria tramite dei tessuti aerei insieme ai ballerini che fanno acrobazie.

Il quinto atto si apre con Touch Of My Hand, durante la quale Britney sta dentro una vasca trasparente con indosso un abito ricoperto di diamanti, simile a quello del video di Toxic. Intanto i ballerini fanno delle pose erotiche sopra dei letti. La cantante si cambia poi l'abito ed esegue Breathe On Me mentre simula un atto sessuale insieme a vari ballerini, tra cui una coppia gay e una lesbo. Chiude questo atto Outrageous, eseguita con dei cappotti neri.

Il sesto atto comprende un'esibizione di I Got That (Boom Boom) in abiti da strada, al termine della quale l'artista presenta i ballerini.

L'encore inizia con una voce femminile che annuncia un malfunzionamento del sistema. In seguito la cantante torna in scena un'ultima volta, vestita di rosso, ed esegue Me Against the Music, al termine della quale una pioggia di coriandoli cala sul pubblico e lo show si conclude.

SviluppoModifica

 
Britney Spears canta Shadow in concerto.

Lo show era principalmente ispirato dai musical di Broadway, e in particolare da "Grand Hotel", che era stato diretto da Tommy Tune e rappresentava un giorno qualunque nella vita di un Grand Hotel a Berlino, nel 1928.[6] La Spears affermò che il tema dell'hotel venne dal fatto che aveva viaggiato molto, e lo ha fuso col concetto della pietra onice. Sul tour fu detto: "è un misterioso hotel sormontato da una pietra onice, in cui i clienti che entrano si riflettono e fanno avverare le proprie fantasie. È un luogo vibrante, stravagante, dove vengono realizzati meravigliosi desideri, e rivelati i più oscuri segreti".[7] La Spears ha anche detto: "Mi piacerebbe che quando il pubblico uscirà dalle arene, si sentirà come se ha avuto la più magica esperienza mistica della sua vita. La pietra onice è come ciò che mi guida nella mia vita, come se ci fosse un grande progetto per tutto, e c'è qualcosa che ti guida dove devi andare, da un punto A ad un punto B".[8]

Kevin Tancharoen fu scelto come direttore del tour. Riguardo al suo sviluppo ha detto: "Avendo io fatto una serie di film d'amore, volevo renderlo simile ad un film. È come se Joel Schumacher incontrasse Tim Burton".[9] Il palco era più piccolo del tour precedente della Spears, il Dream Within a Dream Tour, senza rampe estese sul pubblico, per tenere lo show più fedele al tema dei teatri newyorkesi.[6] C'erano tre schermi video sopra al palco, più diversi schermi video LED a forma di colonna.[10] La setlist era principalmente composta da canzoni di In the Zone. Altre canzoni incluse erano Boys, I'm a Slave 4 U e Overprotected dell'album Britney. Furono anche incluse tre delle sue canzoni più vecchie, ...Baby One More Time, (You Drive Me) Crazy e Oops!... I Did It Again, riarrangiate con elementi jazz e blues.[8]

Il promotore del tour, Clear Channel Entertainment, lo commercializzò a una fascia d'età completamente diversa da quelle dei tour precedenti della Spears, cambiando da famiglie e bambini in un pubblico più adulto. Il tour fu anche pubblicizzato su diverse stazioni radio e show televisivi per il tipo di pubblico selezionato, show come The O.C..[11] MTV fu scelta come sponsor, con pubblicità sui biglietti e promozioni interattive sul sito ufficiale, come download esclusivi, video in streaming e biglietti.[12] Furono inoltre dedicati al backstage del concerto tre episodi di Total Request Live.

L'unica data italiana fu quella del 19 maggio a Milano al Filaforum di Assago.

CuriositàModifica

  • In alcune date Britney Spears cambiò il colore dei suoi capelli, che da biondi divennero castani.

RecensioniModifica

Responso della criticaModifica

Gene Stout del Seattle Post-Intelligencer ha chiamato il tour "una palpitante stravaganza di effetti speciali".[10] La versione britannica di MTV ha sottolineato le somiglianze con i primi tour di Madonna, come il Girlie Show Tour, e ha aggiunto che "[il concerto] è uno spettacolo teatrale, completo di ballerini sexy, costumi sfarzosi e gli stravaganti e sofisticati elementi del set".[13] Bill Dean del The Ledger riportò che il tour era "molto sdolcinato e saturo di sesso". Ha anche aggiunto: "La sua presenza rimane accattivante. [...] Forse anche incoscientemente, l'Onyx tour potrebbe avere un ruolo più significativo con un futuro a Broadway o in un musical".[14] Neil Strauss del The New York Times ha affermato: "il suo show era più uno spettacolo teatrale o di ballo che un vero concerto, con le scenografie in parte uguali al "Cirque de Soleil" e la ridisegnata Times Square. [...] A volte sembra più un tributo di Las Vegas alla signorina Spears che un concerto della signorina stessa".[15]

Pamela Sitt del The Seattle Times ha detto che "era pieno di teatralità ma scarso di sostanza, virando all'impazzata dal burlesque al mondo delle fiabe".[16] Doug Elfman del Las Vegas Review-Journal affermò che il tour "è uno sfuocato calibro di falsa sessualità, canzoni orribili, coreografie banali e temi sfocati, con meno ambizioni di un gatto che si siede e si lecca per tutto il giorno".[17]

Successo commercialeModifica

I biglietti furono venduti più lentamente dei tour precedenti. Questo fu attribuito al cambio di pubblico, che tende ad essere "un cliente dell'ultimo momento".[11] Un mese prima dell'inizio del tour, sette date avevano il tutto esaurito, incluse Fresno e Toronto.[11] I gadget del tour portarono 4 milioni di dollari solo per la leg del Nord America, con una media compresa tra 150,000 e 170,000 dollari per notte. Questo rese la Spears l'artista donna con le più grosse vendite di gadget da quando ha iniziato i suoi tour nel 1999, con un guadagno totale di più di 30 milioni di dollari.[2] Il 16 luglio 2004, divenne l'ottavo tour della prima metà del 2004 in termini di vendite, arrivando a 19 milioni.[18] In totale il tour ha guadagnato 34 milioni di dollari.[19]

Passaggi in TVModifica

 
La Spears durante l'esibizione di Me Against the Music

Il 12 gennaio 2004, fu annunciato che l'emittente Showtime avrebbe trasmesso dal vivo lo show di Miami all'American Airlines Arena.[20] Fu girato un video promozionale e fatto un servizio fotografico, in cui i capelli della Spears erano acconciati negli stili degli anni '20 e '30.[6] Inoltre indossava un vestito dello stilista Roberto Cavalli, che fu poi messo all'asta su eBay; i proventi furono destinati alla Britney Spears Foundation.[21] il 13 aprile 2004, fu riportata da MTV la notizia che la Spears aveva in programma un reality show intitolato "OnTourage" per documentare il backstage della leg europea del tour, in un modo simile al documentario di Madonna, Truth or Dare.[22] Invece fu tutto cancellato insieme alla fine del tour, ed il materiale registrato fu utilizzato per il reality show Britney & Kevin: Chaotic.[23]

La tappa al Rock in Rio fu trasmessa dal vivo da SIC Radical e nell'Ottobre 2009 ne fu realizzato un DVD dal titolo "Onyx Hotel - Live In Lisbon 2004".[24]. Nel Gennaio 2013, la tappa di Miami è stata pubblicata in DVD e CD con il titolo "Live In Miami".[25][26]

L'incidente di MolineModifica

Il 18 marzo 2004, durante lo show di Moline, Illinois al "The MARK of the Quad Cities", la Spears cadde durante l'esibizione di (I Got That) Boom Boom, ferendosi al ginocchio. Lasciò il palco e ritornò poco dopo indossando una benda, scusandosi col pubblico per non poter eseguire il bis.[27] Un medico esaminò il ginocchio della Spears e confermò che non era da collegare alla precedente ferita al ginocchio del 1999 durante le prova di danza.[28][29] Le tappe di Chicago e Detroit furono cancellate,[29] ma entrambe furono riprogrammate per la fine della leg in aprile.[27]

Cancellazione e querelaModifica

L'8 giugno 2004, mentre la Spears stava girando il video per il singolo Outrageous a Manhattan, inciampò e cadde, ferendosi nuovamente al ginocchio, ma in modo più grave della volta precedente[30]: fu portata immediatamente all'ospedale locale, dove i dottori eseguirono una risonanza magnetica e trovarono della cartilagine fluttuante. Il giorno seguente la Spears subì un intervento di chirurgia artroscopica. Fu obbligata a tenere per sei settimane il gesso alla coscia, e in seguito a fare da otto a venti settimane di riabilitazione: questo causò la cancellazione di tutte le tappe future del concerto. La Jive Records rilasciò un comunicato in cui affermava che la Spears sarebbe tornata in quelle città in un altro momento.[30]

Il 4 febbraio 2005, la Spears fece causa ad otto compagnie assicurative che le avevano negato un rimborso di 9.8 milioni di dollari. Gli assicuratori rifiutarono perché sostenevano che la Spears non gli aveva informati del suo infortunio del 1999. Il procuratore Jonathan Stoler, che difendeva la Spears nel caso, disse: "Sono le stesse compagnie che si sono già accordate con lei per diversi tour ed erano informati del precedente infortunio. La presunta omissione era legata alla domanda con cui fu domandato alla signorina Spears se nei precedenti cinque anni avesse subito qualsiasi tipo di intervento chirurgico. Lei, in tutti i casi precedenti, ha risposto di "sì", ma quando ha firmato la polizza in questione ha risposto "no". Non sono passati cinque anni completi, ma quattro anni e undici mesi dall'intervento del 1999, e anche se avesse risposto in modo affermativo, la nostra opinione è che non cambia nulla".[28]

ScalettaModifica

  1. Toxic
  2. Overprotected (Darkchild Remix)
  3. Boys (The Co-Ed Remix)
  4. Showdown
  5. ...Baby One More Time
  6. Oops!...I Did It Again
  7. (You Drive Me) Crazy
  8. Everytime
  9. The Hook Up
  10. I'm a Slave 4 U
  11. Shadow
  12. Touch of My Hand
  13. Breathe on Me
  14. Outrageous
  15. (I Got That) Boom Boom
  16. Me Against the Music (Richi Rich's Desi Kulcha Remix)

VariazioniModifica

Artisti d'aperturaModifica

DateModifica

Data Città Stato Luogo Biglietti venduti / Biglietti disponibili Incasso
Nord America[35]
2 marzo 2004 San Diego   Stati Uniti San Diego Sports Arena 11.578 / 14.391 $666.015
3 marzo 2004 Glendale Glendale Arena 13.143 / 13.718 $786.473
5 marzo 2004 Fresno Save Mart Center 12.710 / 12.710 $778.577
6 marzo 2004 Las Vegas MGM Grand Garden Arena 13.297 / 13.297 $1.075.105
8 marzo 2004 Los Angeles Staples Center 15.059 / 15.171 $1.060.057
9 marzo 2004 Oakland The Arena in Oakland 11.659 / 11.659 $823.963
11 marzo 2004 Portland Rose Garden 7.781 / 11.562 $509.675
12 marzo 2004 Seattle KeyArena 10.426 / 10.898 $650.208
15 marzo 2004 Denver Pepsi Center 11.439 / 15.700 $639.682
17 marzo 2004 Omaha Qwest Center Omaha 11.871 / 13.567 $626.871
18 marzo 2004 Moline The MARK of the Quad Cities 8.697 / 10.463 $516.694
23 marzo 2004 Atlanta Philips Arena 12.456 / 14.144 $793.814
24 marzo 2004 Columbia Colonial Center 12.737 / 12.737 $715.683
25 marzo 2004 Jacksonville Veterans Memorial Arena 11.227 / 11.227 $704.961
28 marzo 2004 Miami American Airlines Arena 12.880 / 12.880 $826.543
29 marzo 2004 Orlando TD Waterhouse Centre 10.189 / 10.189 $658.295
31 marzo 2004 Filadelfia Wachovia Center 15.400 / 15.400 $1.002.316
3 aprile 2004 Toronto   Canada Air Canada Centre 16.409 / 16.409 $993.010
4 aprile 2004 Montréal Bell Centre 12.942 / 12.942 $857.003
6 aprile 2004 Manchester   Stati Uniti Verizon Wireless Arena 9.141 / 9.270 $602.643
8 aprile 2004 Providence Dunkin' Donuts Center 10.628 / 10.762 $668.506
9 aprile 2004 Trenton Sovereign Bank Arena 7.411 / 7.411 $528.784
10 aprile 2004 East Rutherford Continental Airlines Arena 17.000 / 17.219 $959.306
13 aprile 2004 Rosemont Allstate Arena 13.383 / 14.882 $866.678
14 aprile 2004 Auburn Hills The Palace of Auburn Hills 13.059 / 13.998 $730.045
Europa[3]
26 aprile 2004 Londra   Regno Unito Wembley Arena 41.823 / 43.840 $2.179.820
27 aprile 2004
29 aprile 2004 Glasgow Scottish Exhibition and Conference Centre 17.617 / 18.202 $898.390
30 aprile 2004
1º maggio 2004 Manchester Manchester Evening News Arena 14.272 / 14.446 $747.751
3 maggio 2004 Londra Wembley Arena [36] [36]
4 maggio 2004
5 maggio 2004 Birmingham National Indoor Arena 12.404 / 12.404 $643.581
7 maggio 2004 Rotterdam   Paesi Bassi Ahoy Rotterdam 9.500 / 9.500 $498.778
9 maggio 2004 Copenaghen   Danimarca Forum Copenaghen 10.891 / 10.891 $443.974
10 maggio 2004 Oslo   Norvegia Oslo Spektrum 8.974 / 8.974 $491.138
11 maggio 2004 Stoccolma   Svezia Stockholm Globe Arena 13.635 / 14.045 $686.102
14 maggio 2004 Francoforte sul Meno   Germania Festhalle Frankfurt 8.359 / 9.000 $393.628
15 maggio 2004 Amburgo Color Line Arena 8.215 / 9.000 $414.028
16 maggio 2004 Berlino Velodrom 12.000 / 12.000 $647.280
18 maggio 2004 Lione   Francia Halle Tony Garnier 15.795 / 16.200 $668.957
19 maggio 2004 Assago   Italia FilaForum 9.548 / 9.548 $402.100
20 maggio 2004 Zurigo   Svizzera Hallenstadion 13.000 / 13.000 $619.743
22 maggio 2004 Vienna   Austria Wiener Stadthalle 9.512 / 10.000 $528.476
23 maggio 2004 Budapest   Ungheria Budapest Sports Arena 11.649 / 12.000 $708.739
25 maggio 2004 Monaco di Baviera   Germania Olympiahalle 8.832 / 9.500 $456.443
28 maggio 2004 Oberhausen König Pilsener Arena 9.284 / 10.000 $470.806
29 maggio 2004 Gand   Belgio Flanders Expo 12.515 / 12.515 $585.927
30 maggio 2004 Parigi   Francia Palazzo dello Sport di Parigi-Bercy 16.448 / 16.500 $803.558
1º giugno 2004 Belfast   Regno Unito Odyssey Arena 9.523 / 10.000 $750.832
2 giugno 2004 Dublino   Irlanda Point Theatre 16.461 / 16.461 $880.504
3 giugno 2004
5 giugno 2004[37] Lisbona   Portogallo Parque da Bela Vista N.D. N.D.
6 giugno 2004 Dublino   Irlanda RDS Arena 25.367 / 27.500 $1.359.648
Totale 616.887 / 635.453

(97%)

$35.321.110

CancellazioniModifica

Data Città Stato Luogo Causa
Nord America
19 marzo 2004 Rosemont   Stati Uniti Allstate Arena Ferita al ginocchio[38]
21 marzo 2004 Auburn Hills The Palace of Auburn Hills
1º aprile 2004 Cleveland Gund Arena Influenza della cantante[39]
26 maggio 2004 Riesa   Germania Erdgas Arena Problemi tecnici[40]
22 giugno 2004 Hartford   Stati Uniti ctnow.com Meadows Music Theatre Ferita al ginocchio[38]
23 giugno 2004 Mansfield Tweeter Center
25 giugno 2004 Scranton Ford Pavilion
26 giugno 2004 Darien Darien Lake Performing Arts Center
27 giugno 2004 Toronto   Canada Molson Canadian Amphitheatre
29 giugno 2004 Cleveland   Stati Uniti Gund Arena
30 giugno 2004 Noblesville Verizon Wireless Music Center
1º luglio 2004 Milwaukee Marcus Amphitheater
3 luglio 2004 Columbus Germain Amphitheater
4 luglio 2004 Hershey Hersheypark Stadium
8 luglio 2004 Wantagh Tommy Hilfiger at Jones Beach Theater
9 luglio 2004
10 luglio 2004 Bristow Nissan Pavilion
12 luglio 2004 Camden Tweeter Center
13 luglio 2004 Holmdel PNC Bank Arts Center
14 luglio 2004 Burgettstown Post-Gazette Pavilion
16 luglio 2004 Minneapolis Target Center
17 luglio 2004 Tinley Park Tweeter Center
19 luglio 2004 Maryland Heights UMB Bank Pavilion
20 luglio 2004 Nashville Starwood Amphitheatre
21 luglio 2004 Atlanta HiFi Buys Amphitheatre
23 luglio 2004 Atlantic City Borgata Event Center
24 luglio 2004 Virginia Beach GTE Virginia Beach Amphitheater
25 luglio 2004 Greensboro Greensboro Coliseum
28 luglio 2004 Tampa Ford Amphitheatre
30 luglio 2004 New Orleans New Orleans Arena
31 luglio 2004 The Woodlands Cynthia Woods Mitchell Pavilion
2 agosto 2004 Dallas Smirnoff Music Centre
3 agosto 2004 Selma Verizon Wireless Amphitheater
5 agosto 2004 Albuquerque ABQ Journal Pavilion
7 agosto 2004 Irvine Verizon Wireless Amphitheatre
8 agosto 2004 Concord Concord Pavilion
10 agosto 2004 Wheatland Sleep Train Amphitheatre
11 agosto 2004 Mountain View Shoreline Amphitheatre
13 agosto 2004 Chula Vista Coors Amphitheatre
14 agosto 2004 Las Vegas MGM Grand Garden Arena
15 agosto 2004 Bakersfield Bakersfield Centennial Garden

NoteModifica

  1. ^ Britney Spears Lines Up Tour For In The Zone - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  2. ^ a b Search Results | Billboard.com, su billboard.com. URL consultato il 4 maggio 2019 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2011).
  3. ^ a b Spears extends her 'Onyx Hotel' tour - Entertainment - Music - TODAY.com
  4. ^ http://books.google.com/books?id=mxAEAAAAMBAJ&pg=PA8&dq=britney+onyx&lr=&as_brr=1&as_pt=MAGAZINES&cd=4#v=onepage&q=britney%20onyx&f=false
  5. ^ In with inn crowd? Britney, Hub hotel harmonize - The Boston Globe
  6. ^ a b c Britney Spears Releasing Diddy-Produced Song On DVD - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  7. ^ For The Record: Quick News On Travis Barker, Beastie Boys, Michelle Williams, Jadakiss, Scott Weiland & More - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  8. ^ a b Britney Checking Into Onyx Hotel Wearing Rubberlike Outfit - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  9. ^ http://books.google.com/books?id=3l0EAAAAMBAJ&pg=PA74&dq=britney+tour&as_brr=0&hl=es&cd=8#v=onepage&q=britney%20tour&f=false
  10. ^ a b Britney ready for Vegas in a show rated 'R' for racy - seattlepi.com
  11. ^ a b c http://books.google.com/books?id=XREEAAAAMBAJ&pg=PA24&lpg=PA24&dq=But+her+latest+Jive+release,+%22In+The+Zone,%22+is+such+a+leap+into+adult+territory+--+including+an+arguably+R-rated+masturbation+song+--+that+Clear+Channel+Entertainment+has+had+to+market+Spears%27+latest+tour+to+new+audiences.++Steering+away+from+families+wit&source=bl&ots=yVF9uecRNQ&sig=SyUliceti3czUQ-U1WFwb1pOooM&hl=en&ei=Bjk1S-ClL5C0uAfm34SkBw&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CAgQ6AEwAA#v=onepage&q=But%20her%20latest%20Jive%20release%2C%20%22In%20The%20Zone%2C%22%20is%20such%20a%20leap%20into%20adult%20territory%20--%20including%20an%20arguably%20R-rated%20masturbation%20song%20--%20that%20Clear%20Channel%20Entertainment%20has%20had%20to%20market%20Spears%27%20latest%20tour%20to%20new%20audiences.%20%20Steering%20away%20from%20families%20wit&f=false
  12. ^ MTV to sponsor Britney's Onyx tour - Entertainment - Music - TODAY.com
  13. ^ Britney Spears ‘The Onyx Hotel Tour’ | Britney Spears | News | MTV UK
  14. ^ https://news.google.com/newspapers?id=w6AsAAAAIBAJ&sjid=vv0DAAAAIBAJ&pg=5876,10078200&dq=onyx+hotel+tour+review&hl=en
  15. ^ POP REVIEW; Suds, Sequins And Even A Little Song From Spears - New York Times
  16. ^ The Seattle Times: Arts & Entertainment: Britney's all flash, no substance
  17. ^ reviewjournal.com - News: 'THE ONYX HOTEL TOUR': Spears' stripper act an un Archiviato il 29 marzo 2009 in Internet Archive.
  18. ^ Beyonce, Alicia And Missy's Tour Among Year's Top Earners - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  19. ^ Britney Spears' Biography, su foxnews.com. URL consultato il 6 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2011).
  20. ^ orlandofloridaguide.com - Le migliori risorse e informazioni sul tema: orlandofloridaguide. Questa pagina è in vendita!
  21. ^ For The Record: Quick News On Christina Aguilera, Aretha Franklin, Britney Spears, N.E.R.D., Breeders, Coldplay & More - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  22. ^ Britney Spears Takes Another Cue From Madonna, Shops Reality Series - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  23. ^ Britney's new show explores ‘truth’ - Entertainment - Access Hollywood - TODAY.com
  24. ^ Onyx Hotel. Live in Lisbon 2004, disco (CD) di Spears Britney su laFeltrinelli.it 0807297012590
  25. ^ Britney Spears - Live in Miami: Amazon.it: Britney Spears: Film e TV
  26. ^ Britney Spears Live In Miami: Britney Spears: Amazon.it: Musica
  27. ^ a b Britney to Check Back In to Onyx Hotel - Britney Spears : People.com
  28. ^ a b Britney Spears Sues Over Bum Knee, Seeks $9.8 Million - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  29. ^ a b Britney Spears Cancels Show After Injuring Knee - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  30. ^ a b Britney Cancels Tour Due to Bad Knee - Britney Spears : People.com
  31. ^ Joseph Patel, Kelis Checks Into Britney's Onyx Hotel Tour, in MTV, MTV Networks, 12 gennaio 2004. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  32. ^ Image is everything on Britney's new tour - Entertainment - Music - TODAY.com
  33. ^ Corey Moss e Ryan J. Downey, JC Chasez Opening For Britney In U.K., Lines Up Solo Dates, in MTV, MTV Networks, 29 marzo 2004. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  34. ^ Kristin Roth, Jada Pinkett-Smith To Open For Britney Spears In U.K., in MTV, MTV Networks, 15 marzo 2004. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  35. ^ Kelis Checks Into Britney's Onyx Hotel Tour - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  36. ^ a b Gli spettatori e l’incasso totali sono stati conteggiati precedentemente insieme alle date del 26 e 27 aprile 2004.
  37. ^ Il concerto era parte del Rock in Rio Lisboa.
  38. ^ a b (EN) L’incidente di Britney blocca il tour, in BBC News, 20 marzo 2004.
  39. ^ (EN) Britney Spears cancella il concerto di Cleveland, su United Press International, 2 aprile 2020. URL consultato il 21 febbraio 2016.
  40. ^ (DE) Britney Spears cancella il concerto di Riesa, su ShortNews, 15 maggio 2004. URL consultato il 21 febbraio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Britney Spears: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Britney Spears